HOME

/

PMI

/

REGIME FORFETTARIO

/

CAUSE OSTATIVE ALL'APPLICAZIONE DEL REGIME FORFETARIO: ANCORA CHIARIMENTI

2 minuti, Redazione , 28/11/2019

Cause ostative all'applicazione del regime forfetario: ancora chiarimenti

Regime forfettario e costituzione di una società tra professionisti: attenzione alle cause ostative. Nuova risposta dell'Agenzia delle Entrate

Ancora chiarimenti sulle cause ostative al regime forfettario sono state fornite ieri con la Risposta all'Interpello 501 del 27 novembre 2019, allegata a questo articolo. Per le novità previste nella Legge di bilancio 2020 per i forfettari, rimandiamo alla lettura dell'articolo Forfettari 2020: ecco cosa prevede la Legge di bilancio 2020

Il contribuente che ha presentato l'interpello possiede nel 2019 i requisiti per il regime forfetario ma nel 2020 intende costituire una società tra professionisti (STP) nella forma di società a responsabilità limitata. Nel chiedere all'Agenzia delle Entrate se deve fuoriuscire dal regime ha precisato che la società

  • sarebbe composta da due soci professionisti e che la quota dell'interpellante si attesterebbe al 9% del capitale sociale, senza patti parasociali e, dunque, risulterebbero pari al 9% sia i diritti amministrativi che i diritti patrimoniali.
  • L'amministrazione non sarebbe affidata all'interpellante, ma all'altro socio che ricoprirebbe la carica di amministratore unico.
  • L'attività svolta dalla costituenda società tra professionisti risulterebbe direttamente riconducibile a quella svolta dall'interpellante
  • le prestazioni rese e fatturate dall'interpellante alla società non supereranno il 40% del fatturato totale dello stesso. 

Nel rispondere l'Agenzia delle Entrate ha ricordato che la Legge di bilancio 2018 ha modificato le cause ostative al regime agevolato prevedendo tra l'altro che non possono applicare il regime forfetario gli esercenti attività d'impresa, arti o professioni che controllano direttamente o indirettamente società a responsabilità limitata, le quali esercitano attività economiche direttamente o indirettamente riconducibili a quelle svolte dagli esercenti attività d'impresa, arti o professioni.

In argomento, la circolare n. 9/E del 10 aprile 2019 ha chiarito che affinché operi tale causa ostativa è necessaria la compresenza:

  1. del controllo diretto o indiretto di società a responsabilità limitata. Per verificare questo requisito occorre riferirsi all'articolo 2359 del codice civile in base al quale sono considerate società controllate
    • le società in cui un'altra società dispone della maggioranza dei voti esercitabili nell'assemblea ordinaria
    • le società in cui un'altra società dispone di voti sufficienti per esercitare un'influenza dominante nell'assemblea ordinaria
    • le società che sono sotto influenza dominante di un'altra società in virtù di particolari vincoli contrattuali con essa.
    • Con particolare riferimento al controllo indiretto si computano anche i voti spettanti a persona interposta tra cui, ai fini della disciplina dei forfetari, andranno ricompresi i familiari.
  2. dell'esercizio da parte della stessa di attività economiche direttamente o indirettamente riconducibili a quelle svolte dagli esercenti attività d'impresa, arti o professioni.

In assenza di una delle predette condizioni la causa ostativa non opera e il contribuente può applicare o permanere nel regime forfetario.

Con riferimento al caso di specie, sulla base di quanto affermato dall'istante non sussisterebbe alcun controllo di diritto né influenza dominante sulla società di cui è socio tuttavia, l'istante ha rappresentato che potrebbero essere presenti nell'anno rapporti economici tra lo stesso e la società di cui è socio di cui si tratta pertant non è da escludere che nel caso in esame possa essere integrato il controllo di fatto, circostanza comunque che richiede un esame fattuale.

Per approfondimenti sulle cause ostative, si rimanda alla lettura dell'articolo Cause ostative al regime forfettario: tutti i chiarimenti

Allegato

Risposta interpello 501 del 27.11.2019

Tag: REGIME FORFETTARIO REGIME FORFETTARIO

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA FATTURA ELETTRONICA NELLA PMI · 01/07/2022 Fattura elettronica forfettari: il via da oggi 1 luglio. Vantaggi sull'accertamento

Dal 1 luglio scatta la fattura elettronica e novità anche per il formato XML. Con la fattura elettronica si riducono i termini di accertamento

Fattura elettronica forfettari: il via da oggi 1 luglio. Vantaggi sull'accertamento

Dal 1 luglio scatta la fattura elettronica e novità anche per il formato XML. Con la fattura elettronica si riducono i termini di accertamento

Forfetari: le spese anticipate in nome e per conto del cliente

Il contribuente in regime forfetario non espone in dichiarazione le spese anticipate in nome e per conto del cliente, che non costituiscono ricavi (o compensi)

Fatturazione elettronica forfettari: le condizioni per la moratoria delle sanzioni

Moratoria sulle sanzioni per la fattura elettronica dei forfettari fino al 30 settembre 2022 se le fatture verranno entro il mese successivo all'effettuazione delle operazioni

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.