Rassegna stampa Pubblicato il 21/01/2020

Comunicazioni obbligatorie le novità 2020

Tempo di lettura: 2 minuti
deposito telematico computer

Standard e regole aggiornate per le comunicazioni obbligatorie dal 15.1.2020 . I link ai servizi regionali l'iter delle procedure non cambia

Da l 5 gennaio 2020 sono in vigore i nuovi standard per le comunicazioni obbligatorie -CO-  di assunzione, proroga, trasformazione e cessazione dei rapporti di lavoro, anche in somministrazione e per il lavoro marittimo.  Vanno inviate comunque , previa registrazione, al Ministero del lavoro,  ai portali regionali cliclavoro.gov.it   che si occupa di inoltrarle ai vari enti interessati .

Per usufruire dei servizi informatici, i soggetti obbligati e abilitati devono registrarsi a con le modalità indicate da ciascuna Regione e Provincia Autonoma ove è ubicata la sede di lavoro.  I datori di lavoro e le agenzie di somministrazione che hanno  sedi operative situate in due o più Regioni, hanno la possibilità di accentrare l’invio delle comunicazioni presso uno dei servizi informatici. Anche i consulenti del lavoro possono servirsi dell’accentramento.

Chi sceglie l’accentramento deve inviare le comunicazioni obbligatorie esclusivamente attraverso il nodo regionale prescelto. Di seguito i LINK ai servizi regionali:

In via transitoria, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali mette a disposizione dei soggetti obbligati ed abilitati un dominio transitorio per consentire l’invio informatico nel caso di mancata attivazione dei sistemi informatici regionali. L'area che accede al dominio transitorio  co.lavoro.gov.it è la Provincia Autonoma di Trento e la Regione Lazio.

Nel caso di malfunzionamento di un servizio informatico regionale o del servizio informatico dell’utente, la comunicazione di assunzione può essere inviata in forma sintetica al fax server (848800131).

Alla fine dell'anno scorso il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali aveva emanato un decreto di sospensione dell’entrata in vigore dei nuovi standard del sistema informativo, con riferimento esclusivo al sistema delle comunicazioni , a motivo del necessario adeguamento del sistema informativo, la cui ripresa doveva avvenire lo scorso 13 dicembre  ma un nuovo decreto ha invece posticipato nuovamente l'aggiornamento al 15 gennaio di quest'anno.

In allegato in fondo all'articolo il documento aggiornato di Modelli  e Regole Comunicazioni obbligatorie . Le novità in particolare riguardano:

MODELLI UNILAV e UNISOMM,  per i quali  sarà previsto un controllo di congruità rispetto al minimo retributivo previsto dal Contratto collettivo applicato e dal livello di inquadramento inseriti all'interno della comunicazione obbligatoria. . Al momento dell'inserimento dei dati, dopo aver selezionato il Contratto collettivo applicato, si dovrà obbligatoriamente selezionare il livello di inquadramento fra quelli previsti per il relativo Contratto.  Il controllo sarà effettuato per tutte le azioni possibili sulle comunicazioni obbligatorie di : assunzione, cessazione, proroga e trasformazione.

RIDERS: sono state inserite nuove tipologie contrattuali per adempiere alle disposizioni contenute nel decreto legge 2 settembre 2019, n. 101,  in materia di rapporti di lavoro di soggetti impiegati nelle attività di consegna di beni per conto altrui, in ambito urbano e con l’ausilio di velocipedi e veicoli a motore  attraverso piattaforme digitali

Fonte: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali





Prodotti consigliati per te

32,00 € + IVA
27,20 € + IVA
18,00 € + IVA
15,30 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)