Rassegna stampa Pubblicato il 25/10/2019

Demolizione e rivendita di unità immobiliari: è sempre reddito d'impresa

ricostruzione antisismica

E' sempre reddito d'imprese la demolizione di un immobile e la vendita degli appartamenti ricostruiti: a dirlo l'Agenzia delle Entrate

"L'attività svolta è sempre imprenditoriale dal momento che l'intervento sul complesso immobiliare risulta finalizzato non al proprio uso o a quello della propria famiglia, bensì alla realizzazione e successiva vendita delle unità immobiliari, garage e posti auto a terzi, avvalendosi di un'organizzazione produttiva idonea, e svolgendo un'attività protrattasi nel tempo. Ne consegue che il reddito generato dalla vendita delle suddette unità immobiliari deve essere considerato imponibile quale reddito rientrante nella categoria dei redditi di impresa." E' questo il chiarimento fornito dall'Agenzia delle Entrate nella risposta all'interpello 426 del 24 ottobre 2019, allegata a questo articolo.

Ma andiamo con ordine. Un proprietario di un fabbricato urbano ad uso civile abitazione e servizi, acquistato in comproprietà con la moglie tramite atto di compravendita nell'anno 1998, intende effettuare la demolizione e ricostruzione dell'immobile con volumetria aumentata del 20%. Al termine dei lavori l'istante vuole cedere l'intero fabbricato e ha chiesto all'Agenzia delle Entrate se l'atto di cessione è idoneo a generare una plusvalenza imponibile.

Nel rispondere l'Agenzia delle Entrate ha ricordato che l'esercizio dell'impresa può esaurirsi anche con un singolo affare in considerazione della sua rilevanza economica e delle operazioni che il suo svolgimento comporta. Più precisamente, un singolo affare può costituire esercizio di impresa  allorquando implichi il compimento di una serie coordinata di atti economici, sia pure attraverso un'unica operazione economica, come avviene nel caso di costruzione di edifici da destinare all'abitazione. Pertanto, nel caso di specie la realizzazione a seguito dei lavori di 5 appartamenti, 8 garage e 3 posti auto, configura un comportamento logicamente e cronologicamente precedente l'atto di cessione e strumentale rispetto all'incremento di valore, che evidenzia l'intento di realizzare un "arricchimento" (lucro). In sostanza, l'attività svolta dall'istante deve considerarsi imprenditoriale dal momento che l'intervento sul complesso immobiliare posto in essere risulta finalizzato non al proprio uso o a quello della propria famiglia, bensì alla realizzazione e successiva vendita delle unità immobiliari, garage e posti auto a terzi, avvalendosi di un'organizzazione produttiva idonea, e svolgendo un'attività protrattasi nel tempo. Ne consegue che il reddito generato dalla vendita delle suddette unità immobiliari deve essere considerato imponibile quale reddito rientrante nella categoria dei redditi di impresa di cui all'articolo 55 e successivi del Tuir. 

Vai alla sezione del Business Center con E-book e utilità dedicate alle Ristrutturazioni, Risparmio energetico e tutte le Agevolazioni per la casa

Fonte: Fisco e Tasse





Prodotti per Agevolazioni prima casa 2019, Ristrutturazioni Edilizie 2019

10,48 € + IVA
8,90 € + IVA
 

GRATIS


Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)