HOME

/

PMI

/

REGIME FORFETTARIO

/

PROROGA VERSAMENTI AL 30.09.2019 MINIMI E FORFETARI: IN ATTESA DI CHIARIMENTI

2 minuti, Redazione , 27/06/2019

Proroga versamenti al 30.09.2019 minimi e forfetari: in attesa di chiarimenti

La proroga dei termini di versamento delle imposte al 30.09.2019 si ritiene possa essere estesa anche ai contribuenti minimi e forfetari, attendiamo però chiarimenti dell'Agenzia

ATTENZIONE: Con Risoluzione del 28.06.2019 n. 64 l'Agenzia ha confermato la proroga dei versamenti anche per i minimi e forfettari, leggi la news.

In attesa della conversione in legge del Decreto Crescita DL 34/2019, prevista entro il 29 giugno, al fine di individuare correttamente i soggetti interessati al differimento dei termini di versamento delle imposte risultanti dalle dichiarazioni al 30 settembre 2019, può essere utile analizzare alcune affermazioni dell'Agenzia delle Entrate.

Per quanto riguarda i contribuenti minimi e forfetari, l'emendamento che prevede il differimento approvato dalla Camera durante l'iter di conversione del Decreto Crescita, non richiama esplicitamente tra i soggetti che possono usufruire della proroga i contribuenti minimi e forfetari.

Infatti il nuovo art. 12-quinquies, comma 3 del DL 34/2019, prevede che:
“Per i soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale di cui all’articolo 9-bis del decreto-legge 24 aprile 2017, n.50, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n.96, e che dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito, per ciascun indice, dal relativo decreto di approvazione del Ministro dell’economia e delle finanze, i termini dei versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, da quelle in materia di imposta regionale sulle attività produttive, di cui all’articolo 17 del decreto del Presidente della Repubblica 7 dicembre 2001, n.435, nonché dell’imposta sul valore aggiunto, che scadono dal 30 giugno al 30 settembre 2019,sono prorogati al 30 settembre 2019”.
La proroga interessa, in base al comma 4 del citato art. 12-quinquies, "anche i soggetti che partecipano, ai sensi degli artt. 5, 115 e 116, TUIR, a società / associazioni / imprese “interessate” dagli ISA."

Può essere utile ricordare quanto affermato dall'Agenzia delle Entrate con la Circolare 41 del 2007 che in occasione della proroga prevista dal DPCM del 14.06.2007, aveva chiarito che considerato che la proroga riguarda soggetti che esercitano attività per la quale è stato approvato il relativo studio di settore, tra i soggetti che fruiscono della proroga rientrano anche quelli interessati da una causa di esclusione o di inapplicabilità dello studio di settore.

Sulla base di questa precisazione dell'Agenzia del 2007, e considerando il fatto che il differimento dei termini di versamento previsto quest'anno è concesso a coloro che esercitano attività per le quali sono stati approvati gli ISA, senza alcuna altra specificazione, si può ritenere che spetti ai soggetti nei confronti dei quali, sussistono cause di esclusione dai nuovi Indici di affidabilità.

Dato che i contribuenti minimi e forfetari sono esclusi dall'applicazione degli ISA (così come previsto dal DM del 28.12.2018) si pensa possano anch'essi rientrare tra i soggetti che possono usufruire della proroga dei termini di versamento al 30.09.2019.

Al riguardo, si attende una conferma da parte dell’Agenzia delle Entrate.

La proroga non è un obbligo

I contribuenti che possono usufruire della proroga, possono tuttavia rinunciare al differimento, ad esempio perchè hanno già preparato i modelli di pagamento F24, pertanto per evitare di dover rideterminare gli importi del piano di rateazione, possono procedere al versamente delle imposte alle loro originarie scadenze (chiarimento fornito anche dalla risoluzione 69/E del 21 giugno 2012).

Resta il fatto che per essere certi delle effettive scadenze, occorrerà attendere la conversione in legge del decreto crescita.

Tag: REGIME FORFETTARIO REGIME FORFETTARIO REDDITI PERSONE FISICHE 2022 REDDITI PERSONE FISICHE 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA FATTURA ELETTRONICA NELLA PMI · 01/07/2022 Fattura elettronica forfettari: il via da oggi 1 luglio. Vantaggi sull'accertamento

Dal 1 luglio scatta la fattura elettronica e novità anche per il formato XML. Con la fattura elettronica si riducono i termini di accertamento

Fattura elettronica forfettari: il via da oggi 1 luglio. Vantaggi sull'accertamento

Dal 1 luglio scatta la fattura elettronica e novità anche per il formato XML. Con la fattura elettronica si riducono i termini di accertamento

Forfetari: le spese anticipate in nome e per conto del cliente

Il contribuente in regime forfetario non espone in dichiarazione le spese anticipate in nome e per conto del cliente, che non costituiscono ricavi (o compensi)

Fatturazione elettronica forfettari: le condizioni per la moratoria delle sanzioni

Moratoria sulle sanzioni per la fattura elettronica dei forfettari fino al 30 settembre 2022 se le fatture verranno entro il mese successivo all'effettuazione delle operazioni

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.