Rassegna stampa Pubblicato il 03/05/2019

Impatriati: il Decreto Crescita amplia le agevolazioni

lavoratori impatriati opzione regime fiscale speciale

Sgravi maggiori e durata prolungata e platea piu ampia per il regime dei lavoratori impatriati ; Novità anche per il rientro dei cervelli (docenti e ricercatori)

Nel Decreto crescita pubblicato in Gazzetta  Ufficiale il 30 aprile trovano spazio alcune norme che ampliano l'applicabilità e la misura delle agevolazioni per attrarre i lavoratori italiani emigrati per lavoro all'estero . Si tratta in particolare del:

  • regime per i lavoratori "impatriati",  previsto all'art. 16 del d.lgs 147/2015   e
  • regime per il "rientro dei cervelli", docenti e ricercatori universitari , norma   introdotta già dal dl 78 2019, piu volte prorogata  con modifiche .

Le novità per gli IMPATRIATI  ,  contenute nell'art 5 del Decreto crescita   sono le seguenti:

  • riduzione dell'imponibilità fiscale del reddito prodotto dopo il rientro in Italia,  che passa dal 50 al 30%. L' agevolazione sale infatti dal 50 al 70%  e resta applicabile per 5 periodi di imposta a partire da quello in cui si trasferisce la residenza  fiscale in Italia ai sensi dell’articolo 2, del TUIR; 
  • si rivolge  a tutti i lavoratori dipendenti , autonomi e parasubordinati,  non piu solo a dirigenti o figure di elevata qualificazione o altamente specializzate
  • accesso garantito anche a non iscritti all'AIRE  che rientrano  dopo il 31.12.2019 se residenti, nei due periodi di imposta precedenti,   in paesi che  abbiano  con l'Italia convenzioni contro le doppie imposizioni
  • trova spazio  l'ulteriore categoria di soggetti che avvieranno  una attività di impresa dopo il 31.12.2019
  • l'attività lavorativa  puo essere svolta non solo in aziende residenti in Italia o loro controllate ma anche in multinazionali con sede all'estero.
  •  ridotti da cinque a due i periodi d'imposta  con  residenza all'estero  richiesti prima del trasferimento in Italia 
  •  ulteriori  cinque periodi d'imposta con imponibilità al 50% dell'ammontare dei redditi prodotti,  in casi particolari come:

    • almeno un figlio minorenne o a carico e acquisto di un immobile residenziale in Italia, anche a nome del coniuge, del convivente o dei figli,
    • almeno tre figli minorenni o a carico, anche in affido
    • abbiano trasferito la residenza in regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sardegna, Sicilia).

Viene invece riconfermato l'obbligo di residenza in Italia  Italia per almeno due anni  dopo il rimpatrio. 

Per l'agevolazione sul rientro dei cervelli, che prevede la non concorrenza alla formazione del reddito di lavoro dipendente o autonomo del 90% degli emolumenti percepiti dai docenti e dai ricercatori universitari ,  il decreto prevede:

  • regime agevolato esteso da quattro a sei anni per coloro che si trasferiranno in Italia a partire dal periodo d'imposta successivo al 31 dicembre 2019.
  •  ulteriore prolungamento a  otto anni in presenza di almeno un figlio minorenne o a carico, anche in affido preadottivo, e dell'acquisto dell’immobile residenziale in Italia, anche da parte del coniuge, del convivente o dei figli, anche in comproprietà. La durata dell'agevolazione è elevata a 11 e a 13 anni in presenza rispettivamente di due o di almeno tre figli.
  • Accesso anche per i  docenti e ricercatori italiani non iscritti all'Aire rientrati in Italia dal periodo d'imposta successivo al 31 dicembre 2019 purché abbiano avuto la residenza in un altro Stato con cui è in essere una convenzione contro le doppie imposizioni nei due periodi d'imposta precedenti il trasferimento.

Per entrambi  regimi i soggetti non iscritti all'Aire e già rientrati in Italia entro il 2019  le agevolazioni  in corso al 31 dicembre 2018 restano applicabili anche in caso di controversie pendenti con il Fisco .

Trovi tutte le nuove norme  del Decreto crescita analizzate nella Circolare del Giorno  "Decreto Crescita ecco tutte le novità" del  3.5.2019

Fonte: Fisco e Tasse




Prodotti per La rubrica del lavoro , Lavoro estero 2019, Incentivi assunzioni 2019

prodotto_fiscoetasse
42,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

35,70 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
16,25 € + IVA

IN PROMOZIONE A

14,33 € + IVA

fino al 30/07/2019

prodotto_fiscoetasse
32,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

27,20 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
18,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

15,30 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
26,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

22,10 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
38,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

32,30 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
34,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

28,90 € + IVA


Commenti

Buongiorno. Gentilmente, sapreste dirmi se questo nuovo decreto vale per chi trasferirà la residenza in Italia nella seconda metá del 2019? Da quanto si evince, il decreto parla di residenza fiscale. Chi rientrerà nella seconda metà del 2019, avrà residenza fiscale in Italia a partire dal 2020, in accordo con l'articolo 2 del Tuir (comma 2). Inoltre, la corrispondente autocertificazione andrebbe presentata subito al rientro oppure a partire dal 2020? Cordialmente.

Commento di Filippo (09:52 del 03/05/2019)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)