Rassegna stampa Pubblicato il 08/03/2019

Eliminazione debiti causa accertamento: sopravvenienze non imponibili

chiarimenti dubbi

Sopravvenienze attive da eliminazione di debiti connessi ad accertamento non imponibile. Necessaria però tutta la documentazione inerente. A dirlo le Entrate

In base alla corretta applicazione dei principi contabili, lo stralcio della passività relativa ai costi disconosciuti comporta la rilevazione a conto economico di una sopravvenienza attiva, non imponibile fino a concorrenza delle spese oggetto di recupero a tassazione da parte dell’amministrazione finanziaria nei precedenti esercizi per le quali è sopraggiunto il pagamento a titolo definitivo delle maggiori imposte derivanti dal loro disconoscimento ai fini fiscali. A tal fine, sarà onere del contribuente predisporre e tenere la documentazione idonea a consentire all’amministrazione finanziaria di riscontrare la puntuale riconduzione delle sopravvenienze agli accertamenti definiti e ai relativi versamenti effettuati. 

A fornire queste importanti delucidazioni è la risposta dell'Agenzia delle Entrate n. 71 del 7 marzo 2019.

In generale la fattispecie oggetto dell'istanza di interpello riguarda la tassazione di eventuali sopravvenienze attive emerse in sede di cancellazione di debiti iscritti in bilancio, a seguito del disconoscimento ai fini fiscali e successivo definitivo pagamento della maggiore imposta dovuta di costi precedentemente imputati al conto economico e fiscalmente dedotti.

In particolare, l'istante è stata destinataria di avvisi di accertamento da parte dell’Agenzia delle entrate e tra i rilievi figurano l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti e “accertamenti di commissioni”. L’Istante dichiara di aver pagato l’intera imposta accertata unitamente alle sanzioni e agli interessi ed ora intende eliminare dal proprio bilancio i debiti originari, accesi nei confronti del/dei fornitori dei servizi ritenuti dall'Agenzia delle Entrate relativi a operazioni inesistenti e agli "accertamenti di commissioni".

Da qui il chiarimento delle Entrate sul fatto che sarà onere del contribuente predisporre e tenere la documentazione idonea a consentire all’amministrazione finanziaria di riscontrare la puntuale riconduzione delle sopravvenienze agli accertamenti definiti e ai relativi versamenti effettuati. 

Ti potrebbe interessare il Focus sul Business Center su Accertamento e Contenzioso

Di recente pubblicazione ti segnaliamo l'eBook "Chiusura dei conti e redazione del Bilancio 2018" aggiornato al 28 gennaio con i principi contabili OIC 28 “Patrimonio Netto” e OIC 32 “Strumenti finanziari derivati”.

Inoltre ti potrebbe interessare Bilancio Europeo GB Entry - Software - e il Pacchetto Dichiarativi 2019 una raccolta completa di 7 Tools in excel utili per la compilazione delle Dichiarazioni dei redditi 2019 + word raccolta dati IVA ad un prezzo speciale!

Fonte: Fisco e Tasse





Prodotti per Accertamento e controlli , Il bilancio d'esercizio 2019

prodotto_fiscoetasse
16,25 € + IVA

IN PROMOZIONE A

14,33 € + IVA

fino al 30/07/2019

prodotto_fiscoetasse
86,80 € + IVA

IN PROMOZIONE A

74,88 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
116,89 € + IVA

IN PROMOZIONE A

82,73 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
57,30 € + IVA

IN PROMOZIONE A

49,10 € + IVA

fino al 30/06/2019

prodotto_fiscoetasse
42,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

35,70 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
26,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

22,10 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
29,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

24,65 € + IVA


Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)