HOME

/

FISCO

/

ANTIRICICLAGGIO E USO CONTANTE 2022

/

ANTIRICICLAGGIO 2017: RISERVATEZZA GARANTITA A CHI SEGNALA OPERAZIONI SOSPETTE

2 minuti, Redazione , 25/09/2017

Antiriciclaggio 2017: riservatezza garantita a chi segnala operazioni sospette

Il Decreto antiriciclaggio 2017 indica le garanzie di riservatezza riconosciute ai soggetti obbligati a segnalare operazioni sospette

Il D.Lgs. antiriciclaggio 2017, anche al fine di rafforzare la lotta al riciclaggio e illeciti finanziamenti, se da un lato responsabilizza i soggetti obbligati imponendo loro di identificare il cliente, conservare debitamente la documentazione inerente al rapporto o prestazione professionale, segnalare alle autorità competenti situazioni di incertezza circa la legalità della prestazione commissionatagli dal cliente (il tutto sostenuto da un apposito apparato sanzionatorio), dall’altro fornisce agli stessi la garanzia che, il loro nominativo non sarà associato alla segnalazione cui sono tenuti, proprio in attuazione degli obblighi suddetti. Nello specifico l’art.38 del D.lgs. n. 231/2007, come modificato dal Decreto antiriciclaggio n. 90/2017, stabilisce che:

  • i soggetti obbligati e gli organismi di autoregolamentazione adottano tutte le misure idonee ad assicurare la riservatezza dell’identità delle persone che effettuano la segnalazione;
  • il titolare della competente funzione, il legale rappresentante o altro soggetto delegato sono responsabili della custodia di atti e documenti riportanti le generalità del segnalante;
  • l’autorità giudiziaria adotta le misure necessarie ad assicurare che l’identità del segnalante sia mantenuta riservata;

Sulla base di tali premesse, l’art. 38 chiarisce che:

  • il nominativo del segnalante non può essere inserito nel fascicolo del P.M. né in quello per il dibattimento;
  • l’identità del segnalante non può essere rivelata in ogni fase del procedimento; fermo restando che ove le circostanze di accertare i reati per i quali si procede lo richiedano, l’autorità giudiziaria può, con decreto motivato, disporre che il nominativo del segnalante;
  • l’identità del segnalante non sarà menzionata neanche nei casi di comunicazione prescritti dal codice di procedura penale agli artt. 331 c.p.p. (Denuncia da parte di pubblici ufficiali e incaricati di un pubblico servizio) e 347 c.p.p. (Obbligo per la polizia giudiziaria di riferire la notizia del reato al PM);
  • in caso di sequestro di atti o documenti, l’autorità giudiziaria e gli organi di polizia giudiziaria adottano le cautele necessarie   ad   assicurare   la riservatezza dei segnalanti;
  • la trasmissione delle segnalazioni e le successive (e connesse) comunicazioni tra il segnalante e le autorità preposte e tra queste ultime ed altre autorità di tutelale, dovranno avvenire per via telematica, con modalità idonee a garantire la tutela della riservatezza dei dati trasmessi, l’integrità delle informazioni e la riferibilità della trasmissione ai soli soggetti interessati.

Tag: ANTIRICICLAGGIO E USO CONTANTE 2022 ANTIRICICLAGGIO E USO CONTANTE 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

ANTIRICICLAGGIO E USO CONTANTE 2022 · 29/06/2022 Controlli sul denaro contante: Trasferimenti in oro e disciplina valutaria

Con l’attuazione del Regolamento UE relativo ai controlli sul denaro contante, in arrivo modifiche alla disciplina nazionale in materia di oro (Legge n° 7/2000)

Controlli sul denaro contante: Trasferimenti in oro e disciplina valutaria

Con l’attuazione del Regolamento UE relativo ai controlli sul denaro contante, in arrivo modifiche alla disciplina nazionale in materia di oro (Legge n° 7/2000)

Antiriciclaggio: le regole per i consulenti del lavoro

Il Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro detta le regole tecniche in materia di verifiche antiriciclaggio e lotta al terrorismo ( decreto legisl. 231 2007) Ecco il testo

Antiriciclaggio e registro titolari effettivi: in Gazzetta il decreto MEF

Prosegue l’attuazione delle Direttive europee in tema di contrasto dei fenomeni di riciclaggio e finanziamento del terrorismo.

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.