Rassegna stampa Pubblicato il 18/10/2018

CCNL Metalmeccanici PMI CONFAPI: aggiornamenti 2018

Tempo di lettura: 3 minuti
contratto metalmeccanici

Indennità di trasferta, reperibilita, tabelle retributive aggiornate al 2018, regole sull' apprendistato del CCNL metalmeccanici PMI siglato da Unionmeccanica CONFAPI

Il 3 luglio 2017, in Roma tra UNIONMECCANICA-CONFAPI e FIM-CISL, FIOM-CGIL, UILM-UIL è  stata stipulata  una ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL per la piccola e media industria metalmeccanica e della installazione di impianti (CONFAPI), che  decorre dal  3 luglio 2017 al 31 ottobre 2020. L'accordo è stato  poi approvato dai lavoratori nel referendum del 24 e 25 luglio 2017.  

In data 5 giugno 2018 è stato siglato un nuovo accordo relativamente ad aumenti per :

  1. indennità di reperibilità: con piccoli ritocchi in aumento (da 2 a 20 cent.per 1,2,3 livello; da 5 a 40 cent.per 4 e 5 liv.; da 6 a 50 cent. oltre il 5 liv.) 
  2. indennità di trasferta  per prestare la propria opera fuori dalla sede, come risarcimento forfettario delle spese sostenute relative al pernottamento e ai pasti. Per tale motivo detta indennità non ha natura retributiva anche se corrisposta con continuità ai lavoratori che prestano attività lavorativa in luoghi variabili o diversi da quello della sede aziendale e/o di assunzione. Dal 1 giugno 2018 l'indennità di trasferta è  fissata come nella tabella sottostante (in euro):

tipologia

indennità  dal 1 giugno 2018

trasferta intera

43,24

quota pasto

11,79

quota pernottamento

19,66

Gli aumenti  retributivi  previsti   sono indicati nella tabella sottostante (in euro):

Livello

Minimi  retributivi  1.11.2017   

  Aumenti retributivi  1.6.2018  

1

1.309,74

            11,7876

2

1.446,45

             13,0180

3

1.604,89

             14,4440

4

1.674,46

             15,0702

5

1.793,68

             16,1431

6

1.923,15

             17,3084

7

2.063,22

             18,5690

8-8Q

2.243,72

              20,1935

9-9Q

2.495,24

              22,4572

A decorrere dal 1° marzo 2018 le aziende attiveranno a beneficio di tutti i lavoratori dipendenti piani di flexible benefits per un valore di 150 euro da utilizzare entro il 31 dicembre 2018.

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZATE 

Modificata  anche la disciplina relativa all’apprendistato professionalizzante  a seguito della pubblicazione del CCNL definitivo. La disciplina decorre dal 1° marzo 2018 e si applica ai contratti stipulati successivamente a tale data. Riportiamo di seguito le novità:

"Norme generali
Le qualifiche conseguibili sono quelle previste nelle categorie dalla 3a alla 9a, con riferimento, per le categorie 8a e 9a, ai lavoratori che svolgono attività di alta specializzazione ed importanza ai fini dello sviluppo e della realizzazione degli obiettivi aziendali.

Durata del contratto
La durata minima del contratto di apprendistato professionalizzante è di 6 mesi; la durata massima del contratto è pari a 36 mesi. Per i lavoratori in possesso di titolo di studio (diploma di istruzione secondaria superiore o terziaria) inerente alla professionalità da conseguire tale durata sarà ridotta di 6 mesi
Le figure professionali per le quali è prevista la mobilità in 3a, così come stabilito dall’art. 11 lettera C) punto II e punto III (linee a catena), al termine del periodo di apprendistato saranno inquadrate in 3a categoria; per le sole figure professionali addette a produzioni in serie svolte su linee di montaggio semplice quando le mansioni siano caratterizzate da attività brevi, semplici e ripetitive e comunque non ricomprendibili nella declaratoria della 3a categoria, la durata massima sarà pari a 24 mesi.

Inquadramento e retribuzione

Il livello di inquadramento di ingresso del lavoratore sarà inferiore di due livelli rispetto a quello di destinazione.
La retribuzione sarà corrispondente a quella minima contrattuale prevista per il livello iniziale di inquadramento nel primo periodo.
Nel secondo periodo, l’inquadramento sarà inferiore di un livello rispetto a quello di destinazione e la retribuzione sarà corrispondente a quella minima contrattuale prevista per tale livello.
Nel terzo periodo, fermo restando l’inquadramento come disciplinato al precedente comma, la retribuzione sarà corrispondente a quella prevista per il livello di destinazione.
 

Previdenza complementare – Sanità integrativa, salute, prevenzione e benessere – Welfare

Ai lavoratori apprendisti di cui al presente contratto si applica quanto previsto agli artt. 50, 51 e 52 del CCNL.

Il Rinnovo del contratto metalmeccanici PMI CONFAPI  in forma integrale è disponibile nella BANCA DATI DEL LAVORO in abbonamento con la Circolare settimanale del Lavoro .

Segui sempre il nostro Dossier "CCNL e tabelle retributive 2018" per restare aggiornato con le ultime novità!

Fonte: Fisco e Tasse




Prodotti consigliati per te

32,00 € + IVA
27,20 € + IVA
 
39,00 € + IVA

Commenti

Buon giorno,sono laureata in architettura(5anni). Ho lavorato presso azienda edile con contratto metalmeccanica impiegata 3 livello, poi per una cooperativa come impiegata d'archivio livello 4s metalmeccanica, ora una delle aziende per cui ho lavorato tramite la coop vuole assumermi direttamente come impiegata 2 livello, si può fare? sono laureata e avrei molte mansioni oltre al disegno, sopralluoghi, direzione cantiere,rapporti con i clienti, non avrei diritto almeno ad un 3 livello?

Commento di clara (15:39 del 08/08/2017)

Buongiorno, Volevo sapere se la trasferta nel contratto confapi ,piccola industria, ha un certo kilometraggio dalla ditta per averne diritto, e se invece e' valido anche se esco a soli 2-3 km dalla sede della ditta, grazie per una risposta.

Commento di Rico (17:19 del 26/11/2019)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)