Rassegna stampa Pubblicato il 08/06/2015

Catasto, in Gazzetta il decreto commissioni censuarie

In Gazzetta il decreto Mef che definisce i criteri per le designazioni da parte dell’Anci dei componenti delle commissioni censuarie locali e centrale

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 127 del 4 giugno scorso il decreto del ministero dell’Economia e delle Finanze del 27 maggio 2015 che definisce i criteri per la designazione, da parte dell’Associazione nazionale dei Comuni italiani (Anci), dei componenti delle commissioni censuarie locali e centrale, in attuazione delle disposizioni contenute nel D.Lgs. n. 198/2014 (decreto semplificazioni fiscali). Per la centrale, si sceglierà tra professori universitari, dipendenti comunali con qualifica dirigenziale, esperti di catasto, economia, estimo rurale ed urbano o statistica ed econometria. Per le commissioni censuarie locali, l’Anci – dopo aver consultato gli enti locali interessati – potrà designare, per ciascuna sezione, almeno quattro componenti dotati di esperienza professionale coerente con le competenze della sezione stessa, selezionando le figure fra i dipendenti di ruolo dei Comuni che ricadono nell’ambito territoriale della commissione, purché in possesso di una delle seguenti lauree: ingegneria, architettura, statistica, economia, agronomia o equivalenti; oppure di uno dei seguenti diplomi: geometra, perito edile, agrotecnico o equivalenti; ovvero fra soggetti che svolgono o hanno svolto attività di coordinamento o di supporto tecnico degli uffici comunali competenti in materia urbanistica, edilizia o tributaria.

Fonte: Fisco Oggi

Tag: Catasto



Prodotti consigliati per te

89,00 € + IVA
75,65 € + IVA
 
34,00 € + IVA

Commenti

Dunque, c'è un decreto sulle "semplificazioni" che istituisce una NUOVA COMMISSIONE, che NON LAVORERA' GRATIS e che dovrà sostituire gli attuali.......

Perchè, sia chiaro, se non sostituisce almeno altre due commissioni, per noi cittadini nonè una "semplificazione" ma una complicazione "DOPPIA".

Perchè comunque avremo un'altra commissione che pretenderà verifiche e certificati e che dovrà essere retribuita (quantomeno a gettoni di presenza): quindi più "noie" e più costi (che tanto tutti questi individui li paghiamo noi).

Commento di Miky (14:49 del 08/06/2015)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)