IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 27/04/2015

Dichiarazioni, le risposte ai quesiti dei Caf

Una circolare dell'Agenzia delle Entrate chiarisce i dubbi di CAF e intermediari sulle dichiarazioni

Commenta Stampa

Nella circolare n. 17/E pubblicata il 24 aprile dall'Agenzia delle Entrate vengono forniti chiarimenti su alcuni quesiti formulati da Caf e operatori in vista della nuova stagione dichiarativa. Tra i chiarimenti forniti quelli sul bonus ristrutturazioni, sulla detraibilità di alcune spese sanitarie e di istruzione. In merito alla detrazione per spese di ristrutturazione, viene chiarito che se su un immobile, già oggetto di interventi di recupero edilizio negli anni precedenti, viene effettuata una nuova ristrutturazione che non consiste nella mera prosecuzione degli interventi già realizzati, il contribuente potrà avvalersi della detrazione nei limiti in vigore al momento dei bonifici di pagamento, a condizione che il nuovo intervento sia autonomamente certificato dalla documentazione richiesta dalla normativa vigente. La norma (art. 16-bis del Tuir), infatti, non prevede che debba trascorrere un tempo minimo tra i diversi interventi di recupero per poter beneficiare nuovamente della detrazione. In merito alle spese sanitarie, viene precisato che la detrazione Irpef del 19% è riconosciuta anche per le fatture emesse dal dentista, a condizione che dalla fattura emerga chiaramente che la prestazione è di carattere sanitario e non meramente estetico.

Fonte: Agenzia delle Entrate


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Lida Lida - 23/05/2015
Quest'anno, non avendo avuto un sostituto d'imposta per l'anno 2014, dovrò fare il modello Unico,mentre gli anni precedenti ho sempre presentato il 730. Sul 730 nei quattro anni precedenti ho scontato 4 rate su complessive 5 per risparmio energetico ( caldaia a condensazione eccc..). Passando da 730 a Unico mi dicono che dovrò perdere l'ultima rata. E' così? Se è vero, quale è il motivo? Grazie per l' attenzione
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Paolo Paolo - 07/05/2015
Nel 2014 ho lavorato 3 mesi a ritenuta d'acconto.Nella dichiarazione Unico 2015 in quale quadro devo dichiarare il mio reddito? Grazie.
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Luigia Lumia Luigia Lumia - 07/05/2015
se il reddito è di lavoro autonomo occasionale RL15
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Paolo Paolo - 08/05/2015
Grazie per la risposta,però il reddito non è da lavoro autonomo,non ho la partita IVA ,ma da lavoro occasionale e non continuativo.
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Basilio Basilio - 02/05/2015
Nel messaggio precedente ho sbagliato gli anni. Riformulo le domande.o Nel 2014 ho effettuato lavori di ristrutturazione per 31000 euro. Ho acquistato mobili per 7500 euro. Dichiarero' tali importi nel mod.730 del 2015. Quest' anno, 2015, ristrutturero' per una spesa di circa 8000 euro. Acquisterò ancora mobili. Posso beneficiare del bonus sino a 2500 euro (10000-7500) oppure sino a 10000 euro ancora?
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Luigia Lumia Luigia Lumia - 03/05/2015
La legge prevede l'importo di 10.000 per unità immobiliare. Si ritiene pertanto che nel 2015 lei possa beneficiare solo del rimanente importo di 2.500. Questa risposta è prudenziale in quanto non mi risultano chiarimenti ufficiali in materia.
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 basilio basilio - 02/05/2015
Nel 2015 sono stati effettuati lavori di ristrutturazione per complessivi euro 31000. Importo che dichiarerò nel modello 730. Ho acquistato mobili per euro 7500. Nel 2016 faro ancora lavori di ristrutturazione, nello stesso appartamento, per circa euro 8000. Comprerò, ancora, qualche mobile di arredamento. Potrò l'anno prossimo, 2016, dichiarare sia la spesa di ristrutturazione che quella di acquisto mobili, per euro 2500, differenza sino a euro 10000 (tetto di spesa) oppure ancora 10000 integrali? Vi ringrazio, sin d'ora, per le risposte che mi darete. Siete bravi. Buon lavoro!
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 antonietta antonietta - 02/05/2015
salve. volevo sapere se faccio un recupero edilizio su un immobile e poi l'immobile viene venduto posso continuare a recuperare o devo passare il recupero al nuovo acquirente/proprietario ? ??
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Luigia Lumia Luigia Lumia - 03/05/2015
Puo' anche continuare a beneficiarne lei purche' la circostanza venga indicato nell'atto di vendita. Se non viene detto nulla la detrazione passa automaticamente all'acquirente.
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Il Metodo dei Multipli 2021 - CINA
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - GIAPPONE
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - USA
Scaricalo a 15,90 € + IVA

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE