IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 13/03/2015

Reverse charge anche per servizi di pulizia in edifici

Dalla legge di stabilità un estensione del regime del reverse charge al settore delle pulizie ma solo all'interno di edifici. Novità anche nel settore edile per demolizioni e installazioni

Commenta Stampa

Il regime del reverse charge dal 1 gennaio 2015 va applicato anche ai servizi di pulizia, disinfestazione e derattizzazione effettuati negli edifici per effetto dell'introduzione del comma 6 art. 17 DPR 633 /1972, intervenuta con la Legge di Stabilità (L.190/2014), modificando la precedente prassi dettata dalla CM 37/E del 2006. Diversamente da quanto accade nella legislazione comunitaria che fa riferimento in generale a "beni immobili", resterebbero però escluse dal reverse charge le prestazioni su beni mobili e su beni immobili che non hanno le caratteristiche di costruzioni coperte come strade piazzali barche impianti industriali, mentre le pulizie che le pulizie quotidiane che interessano sia ufficie e opifici che i mobili in essi contenuti non andrebbero differenziati e rientrerebbero nel regime di inversione contabile. Sembrano quindi irrilevanti i codici Ateco della ditta operatrice mentre si fa riferimento alle operazioni realizzate. Per effetto dello stesso nuovo comma 6 art. 17 il reverse charge è da applicare anche nelle prestazioni di demolizione e installazioni di impianti in edifici sia per appaltatori che subappaltatori

Fonte: Il Sole 24 Ore


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Miky Miky - 13/03/2015
una domanda: nei casi in cui c'è il diritto all'applicazione dell'IVA agevolata, dato che l'IVA diventa una partita di giro ininfluente, bisogna indicarla comunque all'aliquota inferiore, oppure si può procedere calcolandola al 22% ? E nel caso in cui si debba calcolare al 4 o 10 % bisogna rilasciare la dichiarazione attestante il diritto ? Perchè, a questo punto, non ha senso diversificare le aliquote, in quanto, di fatto, l'IVA non c'è.
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 dawnraptor dawnraptor - 13/03/2015
L'iva è ininfluente per chi emette la fattura, ma non per chi la riceve e registra: se ha del prorata, una parte diventerà indetraibile.
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Il Metodo dei Multipli 2021 - CINA
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - GIAPPONE
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - USA
Scaricalo a 15,90 € + IVA

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE