Rassegna stampa Pubblicato il 11/03/2015

Tassa annuale vidimazione libri sociali: la scadenza è vicina

L’omesso versamento della tassa annuale è punito con la sanzione amministrativa dal 100 al 200% della tassa stessa, e comunque non inferiore a 103 €.

Entro lunedì 16 marzo, società per azioni, società a responsabilità limitata e società in accomandita per azioni (Spa, Srl, Sapa), comprese le società consortili, devono pagare la tassa annuale sulle concessioni governative per la numerazione e la bollatura di libri e registri. L’obbligo riguarda anche le società in liquidazione. La tassa annuale è pari a: 309,87 euro, se l’ammontare del capitale o del fondo di dotazione non supera 516.456,90 euro; 516,46 euro, se il capitale sociale o il fondo di dotazione supera tale importo. La data di riferimento per quantificare il capitale sociale o il fondo di dotazione è il 1° gennaio dell’anno per il quale si esegue il versamento. Le modalità e i termini di pagamento sono diversi a seconda che si tratti:
  • del primo anno di inizio attività, in questo caso bisogna utilizzare il bollettino di c/c postale n. 6007 intestato a: “Agenzia delle Entrate – Centro operativo di Pescara – Bollatura numerazione libri sociali”, prima della presentazione della dichiarazione di inizio attività ai fini Iva, nella quale vanno riportati gli estremi del versamento;
  • di anno successivo a quello di inizio attività, in tal caso il pagamento deve avvenire, anche tramite compensazione, entro il 16 marzo di ciascun anno, utilizzando il modello F24, esclusivamente con modalità telematica. Va indicato il codice tributo “7085 - Tassa annuale vidimazione libri sociali” e, oltre all’importo, l’anno per il quale si effettua il versamento.

Fonte: Fisco Oggi




Prodotti per Bollo e concessioni governative, Libri Sociali

prodotto_fiscoetasse
16,25 € + IVA

IN PROMOZIONE A

12,40 € + IVA

fino al 15/09/2019

prodotto_fiscoetasse
599,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

399,00 € + IVA


Commenti

come vengono impiegati questi soldi ?

a cosa servono ?

questo è solo uno dei tanti balzelli che taglieggiano i nostri redditi indipendentemente dalla "capacità contributiva".

Anticostituzionale !!!!

Commento di Miky (14:35 del 11/03/2015)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)