Rassegna stampa Pubblicato il 29/10/2012

Contributo Antitrust entro il 30 ottobre

Tempo di lettura: 0 minuti

Resta aperta la questione incostituzionalità del contributo, mentre sembra ormai confermata la sua deducibilità per cassa.

Le società di capitali iscritte al Registro delle imprese che, in base all’ultimo bilancio approvato entro il 18 luglio 2012, abbiano raggiunto ricavi totali superiori a 50 milioni di Euro, devono versare entro il 30 ottobre il nuovo contributo all’Autorità garante per la concorrenza e il mercato (Agcm). Il contributo è dovuto per l’anno 2013, e sono ancora aperti i dubbi sulla natura dello stesso e quindi sulle regole per la sua deducibilità. In base all’orientamento maggioritario il contributo viene classificato come “tributo”, e quindi in base alla regola generale del tuir (art. 99 comma 1 del T.u) è deducibile nell’esercizio in cui avviene il pagamento (criterio di cassa). L’aspetto però più importante però è che il tributo è a rischio incostituzionalità, in quanto onere finalizzato alla tutela della concorrenza, il cui beneficiario è l’intera collettività, ma ingiustamente gravante solo sulle imprese di maggiori dimensioni.

Consulta le nostre proposte in materia di Iva: E-book e fogli di calcolo  per aiutarti nella tua attività quotidiana

Ti potrebbero interessare:

Segui gli aggiornamenti gratuiti nel Dossier dedicato a Trust e Patrimoni

Fonte: Il Sole 24 Ore





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)