Rassegna stampa Pubblicato il 15/10/2012

Enti no profit: si riduce l’incentivo alle donazioni

Tempo di lettura: 0 minuti

Con l’introduzione della franchigia alle deduzioni, viene minacciata l’esistenza stessa degli enti no profit di minori dimensioni

L’art. 12 della bozza della Legge di Stabilità 2013 introduce, per i titolari di reddito complessivo superiore a 15.000 euro, una franchigia di 250 euro per gli oneri deducibili e detraibili. In particolare, gli oneri elencati nell’art. 15 del Tuir potranno detrarsi nella misura del 19% solo per la parte che eccede i 250 euro di franchigia. Tra questi oneri, ve ne sono molti che interessano le erogazioni liberali a favore degli enti no profit. Ad essere penalizzati non sono solo i contribuenti che intendono effettuare una donazione a favore di tali organismi, ma ovviamente anche gli organismi stessi,  i quali rischiano  di vedersi diminuite, o non più erogate, le donazioni; a rischio quindi l'esistenza stessa degli enti di minori dimensioni.

Visita la nostra sezione dedicata al Terzo Settore con Software, ebook e Formulari sempre aggiornati, tra questi anche l'utile ebook Bilanci e rendiconti Enti del Terzo settore (eBook).

Fonte: Il Sole 24 Ore





Commenti

Con la limitazione della detraibilità dei contributi ad enti non profitto credo che si vengano a limitare le risorse di questi enti, io fino ad oggi ho dato il mio contributo, da oggi non potrò donare nulla perchè oltre a quando do dovrei accollarmi anche la rendita di questa uscita. Ritengo che se si vuole effettivamente rendere un servizio valido ai cittadini si dovrebbero eliminare i contributi pubblici swia ai partiti sia ai giornali do ogni razza e colore, questa è la mia opinione

Commento di Luigi (11:58 del 15/10/2012)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)