HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

CONTRIBUTI INPS ARTIGIANI E COMMERCIANTI 2019: ALIQUOTE, MINIMALI E MASSIMALI

4 minuti, 15/02/2019

Contributi Inps artigiani e commercianti 2019: aliquote, minimali e massimali

L'Inps ha reso noti gli importi dei contributi dovuti dagli artigiani e commercianti per l'anno 2019, Circolare del 13.02.2019 n. 25

Forma Giuridica: Prassi - Circolare
Numero 25 del 14/02/2019
Fonte: Inps

L'Inps ha pubblicato gli importi delle aliquote contributive per gli artigiani ed esercenti attività commerciali per l’anno 2019, con Circolare del 13 febbraio 2019 n. 25, che risultano essere:

  • per gli Artigiani pari alla misura del 24%
    già raggiunta nel 2018 (titolari e collaboratori di età superiore ai 21 anni)
  • per i Commercianti pari alla misura del 24,09%
    (lo 0,09% è dovuto a titolo di aliquota aggiuntiva istituita dall’articolo 5 del decreto legislativo 28 marzo 1996 n. 207, ai fini dell’indennizzo per la cessazione definitiva dell’attività commerciale)
  • pari alla misura del 21,45% (Artigiani) e 21,54% (Commercianti) per i collaboratori di età inferiore ai 21 anni
    per i quali la predetta aliquota continuerà ad incrementarsi annualmente di una misura pari a 0,45 punti percentuali, sino al raggiungimento della soglia del 24%.

E' inoltre dovuto un contributo per le prestazioni di maternità stabilito, per gli iscritti alle gestioni degli artigiani e dei commercianti, nella misura di € 0,62 mensili.
Continuano ad applicarsi, anche per l’anno 2019, le disposizioni relative alla riduzione del 50% dei contributi dovuti dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali con più di 65 anni di età, già pensionati presso le gestioni dell’Istituto.

Per l'anno 2019, il reddito minimo annuo da prendere in considerazione ai fini del calcolo del contributo IVS dovuto dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali è pari a € 15.878,00. Il contributo per l’anno 2019 dovuto per la quota eccedente il predetto minimale di € 15.878,00 annui in base alle citate aliquote e fino al limite della prima fascia di retribuzione annua pensionabile pari, per il corrente anno, all’importo di € 47.143,00.

In conseguenza di quanto sopra, il contributo calcolato sul reddito “minimale” risulta così suddiviso:

 

Artigiani

Commercianti

Titolari di qualunque età e coadiuvanti/ coadiutori di età superiore ai 21 anni

€ 3.818,16
(3.810,72 IVS + 7,44 maternità)

€ 3.832,45
(3.825,01 IVS + 7,44 maternità)

Coadiuvanti/coadiutori di età non superiore ai 21 anni

€ 3.413,27
(3.405,83 IVS + 7,44 maternità)

€ 3.427,56
(3.420,12 IVS + 7,44 maternità)


Contributi dovuti sulla quota eccedente il minimale

Il contributo per l'anno 2019 è dovuto sulla totalità dei redditi d'impresa prodotti nel 2019 per la quota eccedente il predetto minimale di € 15.878,00 annui in base alle citate aliquote e fino al limite della prima fascia di retribuzione annua pensionabile pari, per il corrente anno, all'importo di € 47.143,00.
Per i redditi superiori a € 47.143,00 annui resta confermato l'aumento dell'aliquota di un punto percentuale, disposto dall'articolo 3-ter della legge 14 novembre 1992, n. 438.

Riepilogando, le aliquote contributive risultano determinate come segue:

 

Scaglione di reddito

Artigiani

Commercianti

Titolari di qualunque età e coadiuvanti/ coadiutori di età superiore ai 21 anni

 

fino a € 47.143,00

24%

24,09%

superiore a € 47.143,00
25%
25,09%
Coadiuvanti/coadiutori di età non superiore ai 21 anni
fino a € 47.143,00
21,45%
21,54%
superiore a € 47.143,00
22,45%
22,54%

Tale contributo a conguaglio sommato al contributo sul minimale di reddito deve essere considerato come acconto delle somme dovute sulla totalità dei redditi d'impresa prodotti nel 2019.

Per l'anno 2019 il "massimale" di reddito annuo entro il quale sono dovuti i contributi IVS è pari ad € 78.572,00 (€ 47.143,00 più € 31.429,00), per i lavoratori privi di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995, iscritti con decorrenza 1° gennaio 1996 o successiva, il massimale annuo è pari, per il 2019, ad € 102.543,00.
Per quanto precede, il contributo previdenziale massimo dovuto per l'IVS risulta come segue:

Lavoratori con anzianità contributiva al 31 dicembre 1995

 

Artigiani

Commercianti

Titolari di qualunque età e coadiuvanti/coadiutori di età superiore ai 21 anni

€ 19.171,57
(47.143,00*24% + 31.429,00*25%)

€ 19.242,27
(47.143,00*24,0% + 31.429,00*25,09)

Coadiuvanti/coadiutori di età non superiore ai 21 anni

€ 17.167,98
(47.143,00*21,45% + 31.429,00*22,45%)

€ 17.238,69
(47.143,00*21,54% + 31.429,00 *22,54%)

Lavoratori privi di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995, iscritti con decorrenza gennaio 1996 o successiva

 

Artigiani

Commercianti

Titolari di qualunque età e coadiuvanti/coadiutori di età superiore ai 21 anni

€ 25.164,32
(47.143,00*24% + 55.400,00*25%)

€ 25.256,60
(47.143,00*24,09% + 55.400,00*25,09%)

Coadiuvanti/coadiutori di età non superiore ai 21 anni

€ 22.549,47
(47.143,00*21,45% + 55.400,00*22,45%)

€ 22.641,76
(47.143,00*21,54% + 55.400,00*22,54%)


Termini e modalità di versamento

I contributi devono essere versati, come è noto, mediante i modelli di pagamento unificato F24, alle scadenze che seguono:

  • per il versamento delle 4 rate dei contributi dovuti sul minimale di reddito:
    • 16 maggio 2019
    • 20 agosto 2019
    • 18 novembre 2019
    • 17 febbraio 2020
  • in riferimento ai contributi dovuti sulla quota di reddito eccedente il minimale, a titolo di saldo 2018, primo acconto 2019 e secondo acconto 2019, entro i termini previsti per il pagamento delle imposte sui redditi delle persone fisiche

Si ricorda che l’Istituto già dall’anno 2013 non invia più le comunicazioni contenenti i dati e gli importi utili per il pagamento della contribuzione dovuta in quanto le medesime informazioni possono essere facilmente prelevate, a cura del contribuente o di un suo delegato, tramite l’opzione, contenuta nel Cassetto previdenziale per artigiani e commercianti, “Dati del mod. F24”.

Nel testo della circolare sono specificati tutti i calcoli per la definizione della contribuzione  a saldo e per le specifiche istruzioni su : 

  • Imprese con collaboratori
  • Affittacamere e produttori di assicurazione di terzo e quarto gruppo
  • Regime contributivo agevolato ai sensi della legge 23 dicembre 2014, n.190, come modificata dalla legge 28 dicembre 2015, n. 208

Ti possono  interessare:

Ti potrebbe interessare: Il contenzioso contributivo con l'INPS e la possibilità di chiedere la risposta a un quesito online Contenzioso contributivo: Richiesta Quesito Online

il volume "Paghe e contributi"  di A. Gerbaldi (libri di carta - Maggioli editore) 

e l'ebook aggiornato sulle  "Pensioni" di L. Pelliccia 

Visita anche il Focus Lavoro con ebook e Libri in continuo aggiornamento

Tag: CONTRIBUTI PREVIDENZIALI CONTRIBUTI PREVIDENZIALI CIRCOLARI - RISOLUZIONI E RISPOSTE A ISTANZE CIRCOLARI - RISOLUZIONI E RISPOSTE A ISTANZE LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO LAVORO AUTONOMO LAVORO AUTONOMO

Allegato

Circolare Inps del 13.02.2019 n. 25
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

EMERGENZA CORONAVIRUS · 23/09/2021 Green pass: tra gli obblighi per i datori non c'è la comunicazione di sospensione

Adempimenti, controlli, sanzioni sull'obbligo di Green pass in vigore il 15 ottobre. Certificato verde anche per colf e badanti. Il testo del decreto

Green pass: tra gli obblighi per i datori non c'è la comunicazione di sospensione

Adempimenti, controlli, sanzioni sull'obbligo di Green pass in vigore il 15 ottobre. Certificato verde anche per colf e badanti. Il testo del decreto

ISCRO: si puo fare domanda di riesame

Entro il 12 ottobre o entro 20 giorni dalla risposta dell'INPS il ricorso in caso di diniego dell'indennità di continuità reddituale per gli iscritti alla Gestione Separata

Regime agevolato  pensioni estere: anche per la previdenza integrativa

Interpello 616 /2021 :l'Agenzia ammette l'applicazione dell'imposta agevolata per i trasferimenti al Sud, sulla pensione complementare prima dell' età pensionabile. Vediamo perchè

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.