HOME

/

FISCO

/

OPERAZIONI INTRA ED EXTRA COMUNITARIE 2021

/

INTRASTAT: COSA DEVONO FARE GLI ENTI NON COMMERCIALI?

INTRASTAT: cosa devono fare gli enti non commerciali?

Operazioni intracomunitarie enti non commerciali: il punto sulla presentazione dei modelli INTRA12 e INTRA13 e la soglia dei 10.000 euro per l'identificazione IVA

Gli enti non soggetti passivi d'imposta che effettuano acquisti intracomunitari, devono presentare il modello INTRA? La risposta dipende dalla soglia di acquisti effettuata. In questo articolo, facciamo il punto. 

L’articolo 49 del D.L 331/93 disciplina le modalità con le quali gli enti non commerciali sono tenuti al pagamento dell’imposta sugli acquisti intracomunitari soggetti ad IVA in Italia. In particolare sono previste due ipotesi:

  1. Acquisto di beni per un importo inferiore a 10.000 euro annui: in questo caso
    • l'ente prima di effettuare l’acquisto intracomunitario deve presentare il modello INTRA 13, una dichiarazione telematica dove viene dichiarato:
      • l’ammontare imponibile dell’acquisto intracomunitario
      • l’ammontare complessivo degli acquisti effettuati nell’anno.
    • In seguito all'operazione l'ente non corrisponde l’IVA in Italia ma nel Paese di origine dei beni
  2. Acquisto di beni per un importo superiore a 10.000 euro annui: in questo caso l'ente deve:
    1. Acquisire partita IVA in Italia
    2. Integrare la fattura del fornitore comunitario con l’IVA dovuta, e conservare il documento integrato
    3. Versare l’imposta entro il 16 del mese successivo
    4. trasmettere il modello INTRA12- dichiarazione mensile degli acquisti di beni e servizi effettuati da enti non soggetti passivi d’imposta e da agricoltori esonerati.
    5. Presentare il modello Intra acquisti.

MODELLO INTRA 12- dichiarazione mensile degli acquisti di beni e servizi effettuati da enti non soggetti passivi d’imposta e da agricoltori esonerati. 

Questo modello deve essere utilizzato dai seguenti soggetti

  • enti, dalle associazioni e dalle altre organizzazioni di cui all’articolo 4, quarto comma, DPR 633/72 non soggetti passivi d’imposta
  • produttori agricoli di cui all’articolo 34, sesto comma, DPR 633/72
  • enti non commerciali e agricoltori esonerati tenuti ad assumere il ruolo di debitori dell’imposta, mediante applicazione del meccanismo del reverse charge, per gli acquisti di beni e servizi da soggetti non residenti

nel caso in cui:

  • abbiano effettuato acquisti intracomunitari di beni oltre il limite di 10.000 euro
  • abbiano optato per l’applicazione dell’imposta in Italia su tali acquisti.

Il modello INTRA 12 deve essere presentato entro la fine di ciascun mese in via telematica, indicando l’ammontare:

  • degli acquisti intracomunitari di beni le cui fatture sono state ricevute il secondo mese precedente a quello di presentazione della dichiarazione;
  • degli acquisti dei beni e servizi relativi a cessioni e prestazioni effettuate nel territorio dello Stato da soggetti passivi stabiliti in un altro Stato membro dell'Unione europea, le cui fatture sono state ricevute il secondo mese precedente a quello di presentazione della dichiarazione (art. 17, comma 2, secondo periodo);
  • degli acquisti dei beni e servizi relativi a cessioni e prestazioni effettuate nel territorio dello Stato da soggetti non stabiliti in uno Stato membro dell'Unione europea, effettuati nel secondo mese precedente a quello di presentazione della dichiarazione per i quali il dichiarante ha emesso autofattura (art. 17, comma 2, primo periodo).
  • degli acquisti intracomunitari per i quali è stata emessa autofattura ex art. 46, comma 5, del decreto-legge n. 331 del 1993, il secondo mese precedente a quello di presentazione della dichiarazione.

Il modello deve essere presentato, in via telematica, direttamente dal contribuente o tramite gli intermediari abilitati.

MODELLO INTRA 13- Dichiarazione di acquisto intracomunitario da parte di enti, associazioni o altre organizzazioni non soggetti passivi d'imposta

Il modello deve essere utilizzato da enti, associazioni e altre organizzazioni articolo 4, co4, DPR 633/72 non soggetti passivi d’imposta che intendono effettuare acquisti intracomunitari di beni soggetti ad imposta. Si ricorda che:
• fino al raggiungimento del limite di 10.000 euro i predetti soggetti, che non hanno optato per l’applicazione dell’imposta in Italia su tali acquisti devono dichiarare anteriormente all’effettuazione di ogni acquisto intracomunitario,
o l’ammontare dell’acquisto in corso
o l’ammontare complessivo degli acquisti effettuati nell’anno.
• al superamento del limite di 10.000 euro, al solo fine del pagamento in Italia dell’Iva sugli acquisti intracomunitari di beni, è necessario richiedere l’attribuzione del numero di partita Iva mediante la presentazione del modello anagrafico AA7

Per approfondire ti segnaliamo le nostri recenti Circolari del Giorno sui Modelli Intrastat 2018: le ultime novità e Modelli Intrastat: i chiarimenti delle Dogane disponibile anche in Abbonamento annuale.

Ti potrebbe interessare "Obblighi connessi agli scambi intra UE beni e servizi" ebook in pdf sugli obblighi connessi agli scambi intracomunitari di beni e servizi: Fatturazione, registrazione, Intrastat e dichiarazione annuale IVA.

Segui gratuitamente il Dossier Operazioni Intracomunitarie: INTRA 2018

Tag: TERZO SETTORE E NON PROFIT TERZO SETTORE E NON PROFIT OPERAZIONI INTRA ED EXTRA COMUNITARIE 2021 OPERAZIONI INTRA ED EXTRA COMUNITARIE 2021

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

OPERAZIONI INTRA ED EXTRA COMUNITARIE 2021 · 25/01/2022 Regime OSS non UE: chi può utilizzarlo?

Il regime speciale OSS si distingue in OSS UE e OSS non UE. Vediamo quando si utilizza il secondo

Regime OSS non UE: chi può utilizzarlo?

Il regime speciale OSS si distingue in OSS UE e OSS non UE. Vediamo quando si utilizza il secondo

Nuovi Modelli Intrastat: in vigore dal 1 gennaio 2022

L’informativa delle Dogane che semplifica le comunicazioni Intrastat dal 1 gennaio 2022

Elenchi riepilogativi Intrastat 2022: aggiornati i modelli degli scambi intracomunitari

Nuovi modelli degli elenchi riepilogativi Intrastat dal 2022 relativi a cessioni e acquisti intracomunitari di beni e prestazioni di servizio rese e ricevute in ambito comunitario

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.