HOME

/

FISCO

/

REDDITI PERSONE FISICHE 2023

/

IL RAVVEDIMENTO OPEROSO PER IL QUADRO RW

Il ravvedimento operoso per il quadro RW

Dichiarazione redditi e compilazione del quadro RW in caso di beni detenuti all'estero, investimenti e/o attività finanziarie nonché criptoattività. Come evitare sanzioni

Ascolta la versione audio dell'articolo

Chi detiene beni all’estero, cioè investimenti e/o attività finanziarie all’estero nonché criptoattività, deve compilare il Quadro RW evidenziando:

  • il monitoraggio fiscale degli investimenti immobiliari e finanziari detenuti a titolo di proprietà o di altro diritto reale;
  •  le imposte dovute a titolo di IVIE e di IVAFE, rispettivamente per i beni immobili e per le attività finanziarie.

Vediamo cosa fare per evitare sanzioni, come sanare l'omessa o infedele compilazione del quadro RW e infine quali codici tributo indicare nel modello F24.

1) Ravvedimento operoso quadro RW: le sanzioni

L’adempimento richiede particolare attenzione per non incorrere nell’irrogazione delle sanzioni poiché:

  • per l’IVIE e l’IVAFE le sanzioni vengono applicate nella misura dal 90% al 180% nel caso di infedeltà dichiarativa, mentre l’aliquota dell’IVIE è pari all0 0,76% e per l’IVAFE dello 0,2%;
  • per le irregolarità del monitoraggio la sanzione è irrogata nella misura dal 3% al 15% degli importi che non sono stati dichiarati, la sanzione è elevata dal 6% al 30% per i beni posseduti nei paradisi fiscali; in qualsiasi caso si applicano le imposte eventualmente dovute.

La sanzione viene irrogata soltanto quando il contribuente ha omesso di indicare il valore dei beni nel quadro RW o ha indicato i valori in misura inferiore, ma non anche quando l’irregolarità è riferita al codice identificativo errato o al codice fiscale dei cointestatari del conto corrente.

Il quadro RW non è una dichiarazione a sé stante, ma solo una parte del modello della dichiarazione dei redditi

La Corte di cassazione (sentenza 4.11.2021, n. 31626) ha affermato che “se la dichiarazione dei redditi della persona è stata presentata, peraltro completa nelle sue ulteriori parti, ma con omessa compilazione di un quadro o modulo, non ricorre l’ipotesi dell’omessa presentazione della dichiarazione, ed è consentito al contribuente proporre una dichiarazione integrativa”. 

Secondo l’art. 5, comma 2, del d.l. 28.6.1990, n. 167, si applica la sanzione nella misura fissa di 258 euro se la dichiarazione tardiva del quadro RW è presentata entro 90 giorni dalla scadenza.

L’Agenzia delle entrate (risoluzione 24.12.2020, 82/E) ha affermato che l’omessa presentazione del quadro RW può essere sanata con l’applicazione della sanzione nella misura fissa, fermo restando quanto è dovuto per IVIE e IVAFE per tardivo versamento che è regolarizzabile con la procedura di ravvedimento operoso.

Anche l’infedeltà del quadro può essere sanata entro 90 giorni con applicazione della sanzione in misura fissa e non proporzionale dal 3% al 15%, che è elevata dal 6% al 30% per i paradisi fiscali (Circolare 12.10.2016, n. 42/E). Per effetto del ravvedimento operoso, la sanzione viene ridotta a 28,67 euro, cioè 1/9 di euro 258. Ma se la procedura è avviata successivamente, entro il termine di presentazione della dichiarazione per l’anno successivo la sanzione minima del 3%, (ovvero del 6% se l’investimento è detenuto  in tati o territori a regime fiscale privilegiato)  è elevata da 1/9 a 1/8 del minimo.

Se la regolarizzazione avviene dopo il decorso di 90 giorni, va considerata la sanzione in misura proporzionale non solo quando il contribuente integra la dichiarazione dei redditi ma anche se la dichiarazione è stata omessa.

Dello stesso autore consigliamo l'ebook: Guida alla cartella di pagamento 2023 (eBook)

2) Ravvedimento operoso quadro RW: codici tributi modello F24

Nel modello F24 vanno indicati i seguenti codici tributo:

  1. 8911 per gli errori commessi in merito al monitoraggio fiscale;
  2. per l’IVIE– imposta sul valore degli immobili situati all’estero:
    • 4041 saldo;
    • 4042 società fiduciarie – saldo;
    • 4044 primo acconto;
    • 4045 secondo acconto o acconto in unica soluzione;
    • 4046 società fiduciarie - acconto;
    • 8942 sanzione per ravvedimento;
    • 1942 interessi per ravvedimento;
  3. per l’IVAFE- imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero:
    • 4043 saldo;
    • 4047 primo acconto;
    • 4048 secondo o unico acconto;
    • 8943 sanzione per ravvedimento;
    • 1943 interessi per ravvedimento.

Se l’irregolarità è riferita soltanto agli omessi o tardivi versamenti degli acconti, per ciascuna infrazione, cioè sia per il primo acconto sia per il secondo, va effettuato il ravvedimento operoso con distinto conteggio sia della sanzione del 30% ridotta il relazione al ritardo dell’adempimento sia degli interessi legali.

Dello stesso autore consigliamo l'ebook: Guida alla cartella di pagamento 2023 (eBook)
Fonte immagine: Foto di Arek Socha da Pixabay
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

REDDITI SOCIETA' DI CAPITALI 2023 · 12/02/2024 Dichiarazioni dei redditi 2024: le novità di quest'anno

Con la pubblicazione dei modelli di Certificazione Unica e Dichiaraizone IVA 2024 è partita la nuova stagione dei dichiarativi. Mancano le dichiarazioni dei redditi, un riepilogo

Dichiarazioni dei redditi 2024: le novità di quest'anno

Con la pubblicazione dei modelli di Certificazione Unica e Dichiaraizone IVA 2024 è partita la nuova stagione dei dichiarativi. Mancano le dichiarazioni dei redditi, un riepilogo

Il 730 precompilato 2024 lascia il posto alla dichiarazione semplificata

Addio al 730 in arrivo la Dichiarazione semplificata 2024 dipendenti e pensionati: cosa prevede la Riforma fiscale già da quest'anno

Detrazioni 2024 spese universitarie non statali: gli importi

Dichiarazioni redditi 2024. pubblicati gli importi 2024 di detraibilità delle spese universitarie non statali e corsi post laurea

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.