HOME

/

NORME

/

GIURISPRUDENZA

/

L’ACCERTAMENTO BANCARIO SI FRONTEGGIA CON PROVE PUNTUALI

L’accertamento bancario si fronteggia con prove puntuali

Indispensabile che il contribuente fornisca la prova analitica della correlazione di ogni movimentazione.Una pronuncia di Cassazione

È insufficiente una prova generica afferente a ipotetiche causali riguardanti l’affluire di somme sui conti correnti bancari, essendo indispensabile che il contribuente fornisca la prova analitica della correlazione di ogni movimentazione con le operazioni già risultanti nelle dichiarazioni, ovvero dell’estraneità delle stesse all’attività d’impresa.

A tale conclusione è giunta la Corte di Cassazione attraverso l’ordinanza n. 22224/2018.(che alleghiamo in fondo all'articolo)

1) Il caso in discussione: presunzioni sempre valide?

La C.T.R. del Lazio ha rigettato l'appello proposto dall'Agenzia dell'Entrate nei confronti di una S.r.l. avverso la sentenza di primo grado, che ha accolto il ricorso della contribuente, presentato per contrastare un avviso di accertamento per IRES, IVA ed IRAP.

Avverso tale pronuncia l'Ufficio ha proposto ricorso per cassazione denunciando la violazione e la falsa applicazione del co. 1 n. 2 dell’art. 32 del D.P.R. n. 600/1973, del co. 1 n. 2 dell’art. 51 del D.P.R. n. 633/1972, degli artt. 2697, 2727 e ss. c.c. e dell’art. 5 del D.Lgs. n. 446/1997 anche in riferimento al co. 1 lett. d) dell’art. 39 del D.P.R. n. 600/1973 in relazione al co. 1 n. 3 dell'art. 360 c.p.c. per avere, riguardo al fondamento dell'accertamento su indagini bancarie effettuate su conti correnti appartenenti al padre convivente del socio di maggioranza (titolare quest'ultimo del 60% del capitale sociale) e amministratore della società, da un lato affermato che fosse comunque onere dell'amministrazione fornire la prova, anche tramite presunzioni, della natura fittizia dell'intestazione e della loro sostanziale riferibilità al contribuente accertato, dei conti medesimi o di alcuni loro singoli dati, dall'altro ritenendo che la contribuente avesse offerto prova contraria adeguata per superare la presunzione iuris tantum offerta dall'Ufficio finanziario.

A parere del Collegio di legittimità il ricorso è manifestamente fondato in quanto, in tema di accertamenti fiscali, tanto in tema di imposte sui redditi, ai sensi dell'art. 32 del D.P.R. n. 600/1973, quanto in materia di IVA, ex art. 51 del D.P.R. n. 633/1972, le rispettive presunzioni ivi stabilite, secondo cui le movimentazioni sui conti bancari risultanti dai dati acquisiti dall'Ufficio si presumono conseguenza di operazioni imponibili, operano anche in relazione alle società di capitali con riferimento alle somme di denaro movimentate sui conti intestati ai soci o ai loro congiunti, conti che debbono ritenersi riferibili alla società contribuente stessa, in presenza di alcuni elementi sintomatici, come la ristretta compagine sociale e il rapporto di stretta contiguità familiare tra l'amministratore, o i soci, e i congiunti intestatari dei conti bancari soggetti a verifica, risultando, in tal caso, particolarmente elevata la probabilità che le movimentazioni sui conti bancari dei soci e dei loro familiari debbano, in difetto di specifiche e analitiche dimostrazioni di segno contrario, ascriversi allo stesso ente sottoposto a verifica (Cass. sez. 5 sent. n. 4788/2016).

La pronuncia, tuttavia, non appare condivisibile in quanto l'art. 32 del D.P.R. 600/1973 non disciplina alcuna presunzione legale ma semplicemente i risultati dell'attività conoscitiva derivante dalle indagini finanziarie, i quali devono necessariamente essere fatti confluire nell'atto di accertamento, secondo le disposizioni regolatrici di quest'ultimo.

Allegato

Cassazione ord 22224 2018
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

GIURISPRUDENZA · 05/08/2022 Processo penale: riforma della giustizia. Ecco cosa cambia

Attuazione della legge 27 settembre 2021, n. 134, recante delega al Governo per l'efficienza del processo penale nonché in materia di processo penale nonché in materia di giustizia

Processo penale: riforma della giustizia. Ecco cosa cambia

Attuazione della legge 27 settembre 2021, n. 134, recante delega al Governo per l'efficienza del processo penale nonché in materia di processo penale nonché in materia di giustizia

Atti giudiziari di valore fino a 1.033 euro: esenzione dall'imposta di registro

Cause di valore modesto che non eccedono la somma di euro 1.033,00 e atti e provvedimenti ad esse relativi: guida dell'Agenzia delle Entrate all'esenzione dall’imposta di registro

Reversibilità pensione al nipote a carico: Corte Cost. n. 88-2022

Sentenza della Corte costituzionale: pensione di reversibilità anche al nipote maggiorenne inabile, come già previsto per i nipoti minori a carico

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.