HOME

/

PMI

/

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

/

FORMAZIONE 4.0: ECCO QUALI SPESE SONO AGEVOLABILI

Formazione 4.0: ecco quali spese sono agevolabili

In vigore il credito di imposta per la formazione del personale in ambito di innovazione tecnologica. Gli ambiti di lavoro per il personale

Ascolta la versione audio dell'articolo

Con il recente Decreto 4 maggio 2018 del Ministero dello Sviluppo economico  pubblicato in  Gazzetta Ufficiale  lo scorso 22 giugno 2018, sono state emanate le  disposizioni applicative del credito d’imposta per le spese di formazione del personale dipendente nel settore delle tecnologie previste dal Piano Nazionale Industria 4.0..
Con il Decreto parte il credito d’imposta per gli investimenti delle  imprese per la formazione del personale negli ambiti funzionali al processo di trasformazione tecnologica e digitale 4.0.

Possono accedere al beneficio tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione, dal regime contabile e dal sistema di determinazione del reddito ai fini fiscali. 

L'agevolazione viene ammessa solo a   condizione  che:

  •  lo svolgimento dei corsi o attività formative   sia espressamente  disciplinato  in  contratti  collettivi  aziendali   o territoriali  depositati  presso l'Ispettorato territoriale del lavoro
  • sia  rilasciata   a   ciascun   dipendente l'attestazione dell'effettiva partecipazione alle attività formative agevolabili, firmata dal legale rappresentante dell'impresa.

E' obbligatorio, inoltre,  redigere e conservare  una relazione che illustri le modalità organizzative e i contenuti delle attività  svolte.

L'articolo continua dopo la pubblicità

Ti potrebbe interessare il foglio di calcolo  Calcolo credito imposta Formazione 4.0 (Excel 2022)

1) Le spese ammissibili

Sono ammissibili al credito d'imposta le attivita' di formazione finalizzate  all'acquisizione  o  al  consolidamento,  da  parte  del personale dipendente dell'impresa, delle competenze nelle  tecnologie rilevanti  per  la  realizzazione  del  processo  di   trasformazione tecnologica e digitale delle imprese previsto  dal  «Piano  nazionale Impresa 4.0».
In particolare  si tratta delle  attività di formazione concernenti le  seguenti tecnologie :
  a) big data e analisi dei dati;
  b) cloud e fog computing;
  c) cyber security;
  d) simulazione e sistemi cyber-fisici;
  e) prototipazione rapida;
  f) sistemi di visualizzazione,  realta'  virtuale  (RV)  e  realtà aumentata (RA);
  g) robotica avanzata e collaborativa;
  h) interfaccia uomo macchina;
  i) manifattura additiva (o stampa tridimensionale);
  l) internet delle cose e delle macchine;

  m) integrazione digitale dei processi aziendali.

Le spese devono essere  sostenute nel 2018.
Si considerano ammissibili al credito d'imposta:

  • le  sole  spese relative  al  personale  dipendente  impegnato  come  discente  nelle attivita' di formazione ammissibili limitatamente al costo  aziendale riferito rispettivamente alle ore o alle giornate di formazione;
  •  le  spese relative al personale  dipendente,  occupato  in  uno degli ambiti aziendali individuati nell'allegato A della legge n. 205  del 2017 e che partecipi in veste di docente o tutor  alle  attività di  formazione  ammissibili;  in  questo  caso,   però,   le   spese ammissibili  non possono eccedere il 30 per cento della retribuzione complessiva annua spettante al dipendente.

Ti possono interessare:

2) Misura e modalità per ottenere il credito

Il credito d'imposta spetta in misura pari al 40 per cento delle spese ammissibili sostenute nel periodo d'imposta agevolabile  e  nel limite massimo di 300.000 euro per ciascun beneficiario.  

Per le sole imprese non soggette a revisione legale  dei  conti, le spese sostenute per adempiere all'obbligo di certificazione  della documentazione  contabile  sono riconosciute in aumento del credito d'imposta,  per  un  importo  non superiore al minore tra quello effettivamente sostenuto e 5.000 euro; fermo restando, comunque, il limite massimo di 300.000 euro.
La fruizione avviene con compensazione mediante presentazione del modello F24 in via esclusivamente telematica all'Agenzia delle Entrate.

Va sottolineato infine che sussistono obblighi di documentazione contabile certificata.

Allegato

Fomazione 4.0 all-1-legge di bilancio 2018
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE · 05/03/2024 Bonus investimenti pubblicitari 2024: domande entro il 2.04

Bonus investimenti pubblicitari: via alle domande. Riepilogo di tutte le regole

Bonus investimenti pubblicitari 2024: domande entro il 2.04

Bonus investimenti pubblicitari: via alle domande. Riepilogo di tutte le regole

Scoperta Imprenditoriale: elenco dei beneficiari

Scoperta imprenditoriale: finanzia i progetti delle PMI in ambito ricerca e sviluppo del sud Esauiriti i fondi all'8 febbraio

Fondo eccellenze gastronomiche assunzioni: domande dal 1 marzo

Le regole per i contributi alle imprese che assumono giovani diplomati nel settore gastronomico: domande dal 1 marzo

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.