Speciale Pubblicato il 02/04/2015

Determinazione plusvalenza dell’autovettura dell’agente di commercio

di Rag. Lumia Luigia

70x70_trasporto

Tipica plusvalenza per l’agente di commercio è quella conseguita a seguito della vendita dell’autovettura. Ecco le modalità di determinazione e tassazione della plusvalenza.

La plusvalenza conseguita per la vendita di una autovettura può concorrere alla formazione del reddito, a scelta del contribuente:
- per l'intero ammontare nell'esercizio in cui è realizzata;
- in quote costanti nell'esercizio stesso e nei successivi ma non oltre il quarto (art. 86 Tuir).

Questa facoltà è però concessa, solo nel caso di realizzo, a condizione che i beni ceduti siano posseduti per un periodo non inferiore a tre anni. La scelta per la rateizzazione deve essere indicata nella dichiarazione dei redditi.
Per beni "posseduti" si intendono quelli acquisiti in proprietà ; per i beni in leasing i tre anni devono computarsi dal giorno di stipula del contratto e non dal riscatto (Circ. 379/E del 17 dicembre 2007).
Il possesso deve durare da almeno tre anni, computando detto termine secondo le disposizioni dell'articolo 2963 del codice civile, in base cioè al calendario comune.
 
Acquista il nostro Foglio di calcolo "Vendita auto: calcolo della base imponibile IVA e della plusvalenza e minusvalenza" che consente di effettuare il calcolo della base imponibile Iva nel caso di vendita del veicolo precedentemente acquistato dall'impresa o dal professionista, con Iva a parziale detrazione per limiti oggettivi, partendo dal prezzo di vendita pattuito comprensivo dell'IVA, il foglio di calcolo permette di calcolare anche la quota di plusvalenza imponibile o minusvalenza deducibile.
 
Ti potrebbe interessare anche il  Pacchetto Agenti di commercio contenente un utile E-Book in pdf e 2 fogli di calcolo in excel per determinare le indennità spettanti all’agente e per produrre la fattura

Vendita autovettura agente di commercio e determinazione della plusvalenza o minusvalenza

Dalla cessione di veicoli utilizzati dall’agente, possono derivare plusvalenze o minusvalenze, che concorreranno alla determinazione del reddito in misura proporzionale all’ammontare degli ammortamenti fiscalmente dedotti rispetto a quelli complessivamente effettuati.

Di conseguenza dato che per gli agenti di commercio l’ammortamento del veicolo risulta deducibile nella misura dell’80%, da applicare all’ammontare della spesa sostenuta a rilevanza fiscale, comprensiva degli oneri accessori di diretta imputazione nel limite massimo di euro 25.822,84, anche le plusvalenze o le minusvalenze derivanti dalla cessione concorreranno nella stessa misura.

Relativamente alla plusvalenza, questa può essere tassata interamente nell’esercizio del suo realizzo, oppure, se il bene oggetto della plusvalenza è stato posseduto per un periodo minimo di 3 anni, può essere tassata in quote costanti, al massimo in cinque esercizi, compreso quello in cui si è verificato il realizzo.

Esempio

Acquisto di autovettura nel 2008 per un valore di 32.450,00 euro.
Rivendita dell’autovettura nel 2010 per 23.460,00 euro.

Avremo la seguente tabella di calcolo:

Anno
COSTO STORICO DELL’AUTO
AMMORTAMENTO CIVILISTICO
COEFF. DI AMM.
25%
AMMORTAMENTO FISCALE
VALORE RESIDUO DELL’AUTO
2008
32.450,00 euro
8.112,50
(32.450,00 X 25%)
Ordinario 2.582,28 euro
 (12,5%) X (25.822,84 X 80%=20.657,60)
Civilistico 24.337,50
Fiscale
18.075,32
2009
32.450,00 euro
8.112,50 euro
(32.450,00 X 25%)
Ordinario 5.164,56 Euro
 (25% X 25.822,84 X 80%)
Civilistico
16.225,00
Fiscale
12.910,76
2010
32.450,00 euro
VENDITA DEL VEICOLO A 23.460,00 EURO
Plusvalenza realizzata: 23.460,00 – 16.225,00 = 7.235,00
Quota plusvalenza che concorre alla formazione del reddito: 7.235,00 X 47,74% = 3453,99
Dove la percentuale del 47,74% è stata ottenuta dal rapporto tra ammortamento fiscale e ammortamento civile:
{(2.582,28 + 5164,56) : (8.112,50 + 8.112,50)} X 100 = 47,74%

Ti potrebbero interessare queste utilità sempre in tema di agenti di commercio:

IRAP - Rimborsi e ricorsi (E-Book) - giurisprudenza e fac simili per la richiesta del rimborso IRAP
Ricco Formulario contenente 67 formule utili agli Intermediari commerciali per la loro attività
Per tenerti aggiornato sulle novità per gli agenti di commercio vai al nostro Dossier Agenti e rappresentanti di commercio



Prodotti per Agenti e Rappresentanti , Redditi di impresa, Redditi Persone Fisiche 2019, Unico Persone Fisiche 2011

 
4,90 € + IVA
 
4,90 € + IVA

Commenti

Buongiorno, sono un promotore finanziario ed utilizzo il quadro RG, ho sostuito autovettura con una nuova realizzando una plusvalenza sulla vendita dell'auto vecchia di Euro 3050 già ammortizzata totalmente (acquistata nel 2005) ammortizzata all'80% al netto dell'Iva quindi ho emesso fattura senza Iva nel 2013. qual'è la forma migliore per utilizzare la plusvalenza, considerando che l'ammortamento della nuova(prezzo 14141 iva comprasa) al 15% primo anno è inferiore alla fattura per l'auto vecchia. Grazie e cordiali saluti

Commento di Carlo Galletto (17:20 del 05/05/2014)

SALVE , POSSO FARE UN AUTOFATTURAZIONE PER DISMETTERE LA MIA VECCHIA AUTO ?

Commento di DANIELE (19:31 del 03/11/2015)

Certamente si, anzi deve. E' l'unico modo se non viene venduta.

Risposta di Luigia Lumia (11:20 del 01/03/2016) al commento di DANIELE

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)