HOME

/

LAVORO

/

MATERNITÀ, FAMIGLIA, CONCILIAZIONE VITA-LAVORO

/

ASSEGNO UNICO 2023: LE NOVITÀ DELLA LEGGE DI BILANCIO IN VIGORE DA FEBBRAIO

Assegno Unico 2023: le novità della legge di bilancio in vigore da febbraio

Approvata la Legge di bilancio ecco le novità sull'assegno unico dal 2023; gli aumenti previsti per l'inflazione. Nuove domande solo per variazioni ISEE

L'assegno unico universale per le  famiglie con figli  in vigore da marzo 2022 (in vigore quindi  fino al 28 febbraio 2023) è stato potenziato con la legge di bilancio 2023, pubblicata in Gazzetta il 29 dicembre 2022  come legge 197 2022 (QUI IL TESTO) . Le coperture finanziarie  passano infatti:

  •  da 345,2 milioni a 409,2 mln di euro per il 2023,
  •  da 457,9 milioni a 525,7 mln di euro per il 2024, 
  • da 473 milioni a 542,5 per il 2025.

Vediamo di seguito quali aspetti  sono stati modificati,  i prossimi  aumenti anche  legati all'inflazione e i recenti dati Inps, in attesa della circolare ufficiale INPS con le istruzioni operative preannunciata dal Direttore INPS  Caridi in un recente comunicato stampa.

Per  verificare il possibile importo di assegno unico sulla base delle novità  scarica lo strumento di calcolo  2023 (previsto l'aggiornamento gratuito in caso di modifiche)

Leggi una panoramica in Legge di bilancio   2023 sintesi delle novità

Le novità 2023 per Assegno unico

Le novità dell'assegno Unico 2023  sono le seguenti:

– l’aumento del 50% della maggiorazione forfettaria, per i nuclei con almeno 4 figli, che sale a 150 euro mensili a nucleo;

– l’aumento del 50% dell’assegno per i nuclei familiari numerosi, con tre o più figli a  carico, limitatamente ai figli di età compresa tra uno e tre anni per i quali l’importo  spettante per ogni figlio aumenta del 50%, per livelli di ISEE fino a 40.000 euro;

– l’aumento del 50% dell’assegno, da applicare agli importi spettanti secondo le fasce Isee di riferimento, per i nuclei familiari con figli di età inferiore a 1 anno.

Sono confermati e diventano stabili gli aumenti  riconosciuti nel corso del 2022 per i figli disabili maggiorenni.

iI direttore generale Caridi ha comunicato  che gli aumenti spettanti, rivalutati a norma di legge, saranno erogati a partire dalla mensilità di febbraio 2023, fatto salvo il diritto ad eventuali conguagli spettanti a  decorrere da gennaio 2023.

 Vedi tutte le misure per le famiglie in Finanziaria 2023 le novità per famiglie, pensionati, lavoro .

Il programma del ministro sul  Family act 

La ministra della famiglia e le pari opportunità Eugenia Roccella  in una intervista al Sole 24 Ore aveva  parlato  in generale  di un Piano strategico per la natalità che vedrà in campo diverse misure concrete  tra cui anche  la revisione dell’assegno familiare. L'assegno unico secondo il nuovo Governo non aiuta a sufficienza le famiglia piu' numerose  quindi  l'intenzione della ministra  Roccella è di rendere il sostegno proporzionale al numero dei figli:  forse mettendo in secondo piano il fattore  Isee, che  giudica non ben calibrato.

 Preferisce parlare quindi di quoziente familiare con la valutazione del reddito complessivo parametrato al numero dei componenti , come già in corso di definizione per la soglia di reddito per il diritto al Superbonus

Leggi  per maggiori dettagli Superbonus 90% legato al reddito familiare

Riguardo alle altre misure  già in preparazione collegate alla legge delega detta "Family act " la ministra ha parlato dell'intenzione,  convidisa con la ministra del lavoro Calderone,  di un  piano di welfare integrato " che metta in pista tutti gli attori sociali e sostenga le neo mamme fin nel proprio domicilio si confermano quindi:

  • il potenziamento della rete degli asili nido finanziato dal Pnrr
  • una nuova  spinta al welfare aziendale detassato  ( buoni spesa) Leggi su questo anche Premi di produttività l'imposta scende al 5%
  • e per le PMI ( che potrebbero non avere le risorse da dedicare) un piano integrato di sostegni che veda   il coinvolgimento di no profit, sindacati e   grandi imprese per una  mobilitazione collettiva  a favore della natalità.

Leggi qui un riepilogo della misura  nell'articolo  Assegno unico tutte le regole e  tabelle 

Assegno unico 2023 senza domanda ma con ISEE aggiornato

Il direttore generale dell'Inps Tridico  aveva annunciato dal prossimo anno non sarà necessario fare domanda per l'assegno unico a meno che non ci siano variazioni dei requisiti  della famiglia ovvero : 

  • maggior numero di figli, 
  • raggiungimento dell'età che li esclude dall accesso (22 anni)
  • modifica dell’Isee cioè  variazioni di reddito o del patrimonio del nucleo familiare 

Le istruzioni in materia sono state pubblicate dall'INPS nella circolare 132 del 15 dicembre 2022.  Leggi qui tutti i dettagli Assegno unico 2023 serve la DSU aggiornata

L'istituto ricorda che è necessario presentare la DSU per ottenere un ISEE aggiornato  altrimenti da marzo 2023 viene garantito solo l'importo minimo previsto per gli ISEE da 40mila euro in su.

Assegno unico: adeguamenti all'inflazione

Vale la pena anche sottolineare che l’assegno unico , come le altre prestazioni INPS , è correlato all'andamento dell'inflazione . 

Quindi visto  il recente forte innalzamento dell'indice dei prezzi degli ultimi mesi,  a gennaio  2023 l'importo mensile sarà rivalutato ( ipotesi di tasso 7,3% annuale 2022) 

 Il valore dell'assegno  unico  mensile dovrebbe passare quindi 

  • da 175 euro a 196 euro, per le famiglie con ISEE  a 15mila euro 
  •  da 50 a 55  euro mensili,  per chi ha un Isee superiore a 40mila euro. 

Va detto che comunque anche le soglie ISEE di accesso saranno rivalutate.  Su questo la circolare INPS è attesa per metà gennaio 

L'assegno unico universale: ultimi dati

È stato pubblicato il 10 novembre dall'INPS  l’aggiornamento dell’Osservatorio Statistico sull’Assegno Unico Universale (AUU) che contiene al suo interno anche i dati relativi all’AUU destinato ai nuclei percettori di Reddito di Cittadinanza (RdC). con riferimento al periodo marzo-settembre 2022.

Sono stati erogati complessivamente alle famiglie assegni per 8,9 miliardi di euro. La spesa relativa ai nuclei non percettori di RdC risulta pari a 8,5 miliardi di euro, in riferimento a una platea di circa

  •  5,5 milioni di richiedenti e 
  • 8,8 milioni di figli beneficiari di almeno una mensilità;

L'importo medio mensile è pari a 233 € per richiedente e a 145 € per figlio.

I nuclei percettori di RdC con almeno una mensilità della prestazione integrata dall’assegno unico sono  risultati 476mila, con riferimento a circa 804mila figli a carico, di cui poco più di 500mila appartenenti in via esclusiva a nuclei percettori di RdC

Per i nuclei non percettori di RdC, circa il 46% degli assegni pagati per figlio si riferisce  a beneficiari appartenenti a nuclei con ISEE inferiore ai 15mila euro; circa il 20% dei figli, invece,  appartiene a nuclei familiari che non hanno presentato ISEE.

Si ricorda che l’importo base dell’assegno per ciascun figlio minore,  senza  maggiorazioni, va 

  • da un minimo di 50 €, in assenza di ISEE o con ISEE pari o superiore a 40mila euro,
  •  ad un massimo di 175  € per ISEE fino a 15mila euro.

Sempre nel mese di settembre, il 47% dei figli raggiunti dalla misura si concentrano al Nord, e  si osservano importi medi più modesti avendo livelli di ISEE più elevato, mentre al Sud vi è una minore consistenza di beneficiari (34%)   con  importi mensili mediamente più alti ; il valore minimo dell’importo si registra nella Provincia autonoma di Bolzano, 133 € , ed il valore massimo 167 € per ciascun figlio, si registra in Calabria.

Tag: LEGGE DI BILANCIO 2023 LEGGE DI BILANCIO 2023 MATERNITÀ, FAMIGLIA, CONCILIAZIONE VITA-LAVORO MATERNITÀ, FAMIGLIA, CONCILIAZIONE VITA-LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

MATERNITÀ, FAMIGLIA, CONCILIAZIONE VITA-LAVORO · 08/01/2023 Assegno unico 2023: obbligo di DSU per nuovo ISEE

Istruzioni INPS per le nuove domande di Assegno unico. Niente domanda in assenza di variazioni ma serve la DSU aggiornata al massimo entro giugno. Come comunicare le variazioni.

Assegno unico 2023: obbligo di DSU per nuovo ISEE

Istruzioni INPS per le nuove domande di Assegno unico. Niente domanda in assenza di variazioni ma serve la DSU aggiornata al massimo entro giugno. Come comunicare le variazioni.

Bonus asilo  nido 2023:  tutte le regole

Guida al Bonus Asilo Nido/Supporto domiciliare: chi ha diritto, gli importi, come si fa domanda; cumulabilità, decadenza, procedura per le fatture(entro il 1 aprile 2023)

Assegno Unico 2023:  le novità  della legge di bilancio in vigore da febbraio

Approvata la Legge di bilancio ecco le novità sull'assegno unico dal 2023; gli aumenti previsti per l'inflazione. Nuove domande solo per variazioni ISEE

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.