HOME

/

FISCO

/

SOCIETÀ DI COMODO 2022

/

SOCIETÀ DI COMODO: DISAPPLICATA PER CRISI PANDEMICA

Società di comodo: disapplicata per crisi pandemica

Disapplicazione delle società di comodo a causa della crisi da covid 19. La sintesi del parere delle Entrate della Toscana

Con risposta a interpello n 911-486/2022 la Direzione Regionale della agenzia delle entrate della Toscana si esprime sulla disapplicazione delle società di comodo a causa della pandemia.

In particolare il quesito viene posto da una SRL che ha come oggetto della propria attività la gestione di immobili ad uso commerciale.

La società nel periodo 2019-2021, nell'esercizio dell'attività di gestione immobiliare che si estrinseca nella concessione in locazione dei cespiti immobiliari posseduti, ha gestito vari immobili e tra questi:

  • un’unità immobiliare ad uso commerciale, concessa in locazione dal 2012, ad una società soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte di una holding con possibilità di reperire sul mercato immobili commerciali in alternativa a quello offerto dalla società istante;
  • un’unità immobiliare ad uso commerciale, concesso in locazione dal 2017, ad una controparte inadempiente verso la quale la società ha intentato azione esecutiva e solo nel corso del 2020, è stato quindi possibile locare l’immobile
  • un’unità immobiliare ad uso ufficio, concessa in locazione ad un organo istituzionale
  • un’unità immobiliare ad uso commerciale, rimasto inutilizzato dal 2020 a fine 2021 a causa delle difficoltà a reperire affittuari.

A causa della emergenza sanitaria le parti conduttrici del primo e terzo immobile hanno chiesto una consistente riduzione del canone di locazione.

In entrambi i casi la decisione di accettare un accordo non vantaggioso per la società immobiliare è stata determinata dal peso contrattuale delle controparti, clienti solvibili ed affidabili.
L’Agenzia con la risposta di cui si tratta ha riscontrato per gli immobili la sussistenza delle condizioni oggettive che hanno reso impossibile il conseguimento di ricavi minimi (art. 30 comma 4-bis della L. 724/94).

Secondo l'Agenzia le condizioni illustrate darebbero prova della esistenza di un periodo di “non normale svolgimento dell’attività”, fattispecie idonea a concretizzare le oggettive condizioni di disapplicazione richieste dalla norma sulle società di comodo.

Con questo parere si amplia la fattispecie relativa al non normale svolgimento dell’attività, imputandola alla situazione di crisi derivante dalla pandemia da COVID-19, quale circostanza esogena e indipendente dalla volontà aziendale.

Concludendo, l'agenzia specifica che "si accoglie parzialmente l'istanza in esame. Più precisamente, l'accoglimento è limitato alle sole unità immobiliari menzionate nell'istanza non estendendosi alle altre unità immobiliari di proprietà dell'istante.
Sarà cura del contribuente provvedere ad effettuare il test di operatività conformemente a quanto sopra stabilito, eliminando nei calcoli il valore sia degli asset interessati dal presente parere, sia dei ricavi ad essi direttamente correlabili. I documenti normativi e di prassi sopra citati sono consultabili sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it, nella sezione "Normativa e prassi". 

Tag: SOCIETÀ DI COMODO 2022 SOCIETÀ DI COMODO 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI · 26/08/2022 Società di comodo: l’abrogazione della disciplina sulle società in perdita sistematica

Il Decreto Semplificazioni abroga le norme relative alle società in situazione di perdita sistematica, a partire dal periodo di imposta 2022

Società di comodo: l’abrogazione della disciplina sulle società in perdita sistematica

Il Decreto Semplificazioni abroga le norme relative alle società in situazione di perdita sistematica, a partire dal periodo di imposta 2022

Quando una società in perdita è considerata società di comodo?

Sono considerate non operative o di comodo le società che sono in perdita per cinque periodi di imposta consecutivi. Ecco le regole e le novità a partire dal 2022

Le società non operative 2022: situazione attuale

Società di comodo: dagli aspetti generali al reddito minimo. Guida alle società non operative 2022

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.