HOME

/

PMI

/

DEDUCIBILITÀ E DETRAIBILITÀ AUTO 2023

/

REVISIONE VEICOLI A MOTORE: PROROGA AL 31 DICEMBRE 2022 DELL'ATTIVITÀ DEGLI ISPETTORI

Revisione veicoli a motore: proroga al 31 dicembre 2022 dell'attività degli ispettori

Il Milleproroghe sposta in avanti i termini per la revisione dei veicoli a motore da parte degli ispettori autorizzati. Le sanzioni per chi non provvede

Ascolta la versione audio dell'articolo

Il Decreto Milleproroghe con l’articolo 10, comma 1, modificato dalla Camera dei deputati, proroga ulteriormente al 31 dicembre 2022, il termine entro il quale è consentito agli ispettori autorizzati di effettuare gli accertamenti relativi alla revisione dei veicoli a motore prevista dal Codice della Strada. 

In dettaglio, il comma 1 proroga al 31 dicembre 2022, a seguito di una modifica apportata dalla Camera dei deputati (il termine era infatti fissato, nel testo originario del decreto, al 31 marzo 2022, termine dello stato di emergenza), la disposizione dell’articolo 92, comma 4- septies, del DL n. 18 del 2020, che consente (a causa della pandemia) agli ispettori autorizzati, di cui al decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 19 maggio 2017, di effettuare la revisione periodica dei veicoli a motore, secondo le procedure definite nello stesso decreto.

Tale decreto ministeriale, come modificato dal decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 11 dicembre 2019, prevede le modalità di effettuazione dei controlli tecnici sui veicoli circolanti sulle strade pubbliche, stabilendo che i controlli tecnici periodici siano effettuati da ispettori del Ministero dallo stesso abilitati, nei centri di controllo privati, ovvero da ispettori autorizzati con rilascio della relativa certificazione.

Ricordiamo che l’articolo 80 del Codice della Strada disciplina la revisione dei veicoli a motore, che ha la finalità di “accertare che sussistano in essi le condizioni di sicurezza per la circolazione e di silenziosità e che i veicoli stessi non producano emanazioni inquinanti superiori ai limiti prescritti”

Le revisioni sono effettuate a cura:

  • degli uffici competenti del Dipartimento per i trasporti terrestri, Uffici della Motorizzazione civile, 
  • ovvero sono affidate a soggetti privati aventi specifici requisiti, sulla base di specifiche concessioni.

In particolare le revisioni possono essere effettuate da:

  • imprese di autoriparazione che svolgono la propria attività nel campo della meccanica e motoristica, carrozzeria, elettrauto e gommista 
  • ovvero ad imprese che, esercendo in prevalenza attività di commercio di veicoli, esercitino altresì, con carattere strumentale o accessorio, l'attività di autoriparazione. 

Le tariffe per la revisione dei veicoli a motore sono fissate dal decreto ministeriale 2 agosto 2007, n. 161. 

Revisione veicoli a motore: i termini di rinnovo e le sanzioni per la omissione

In particolare, 

  • per le autovetture, 
  • per gli autoveicoli adibiti al trasporto di cose o ad uso speciale di massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 t 
  • e per gli autoveicoli per trasporto promiscuo

la revisione deve essere disposta entro quattro anni dalla data di prima immatricolazione e successivamente ogni due anni; 

  • per i veicoli destinati al trasporto di persone con numero di posti superiore a 9 compreso quello del conducente, 
  • per gli autoveicoli destinati ai trasporti di cose o ad uso speciale di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t, 
  • per i rimorchi di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t, 
  • per i taxi, 
  • per le autoambulanze, 
  • per i veicoli adibiti a noleggio con conducente
  •  e per i veicoli atipici 

la revisione deve essere disposta annualmente, salvo che siano stati già sottoposti nell'anno in corso a visita e prova.

Chiunque circola con un veicolo che non sia stato presentato alla revisione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 173 ad euro 694. 

La sanzione è raddoppiabile in caso di revisione omessa per più di una volta in relazione alle cadenze previste. 

Il veicolo è sospeso dalla circolazione fino all'effettuazione della revisione, pena la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 1.998 ad euro 7.993. 

Revisione veicoli e proroghe per la pandemia

Ricordiamo che per quanto riguarda i termini per effettuare le revisioni in relazione allo stato di emergenza, il DL 18/2020 ha inizialmente previsto l’autorizzazione alla circolazione fino al 31 ottobre 2020 dei veicoli da sottoporre a revisione entro il 31 luglio 2020. 

Successivamente, il comma 4 dell’art. 92 del D.L. 18/2020 (come modificato dal D.L.76/2020) ha autorizzato la circolazione fino al 28 febbraio 2021 dei veicoli da sottoporre a revisione entro il 31 dicembre 2020. 

Il regolamento (UE) n. 2021/267 ha quindi stabilito (articolo 5) che i controlli tecnici periodici di revisione, che avrebbero dovuto essere effettuati nel periodo compreso tra il 1 settembre 2020 e il 30 giugno 2021, siano effettuati in una data successiva, ma comunque entro 10 mesi dalla scadenza iniziale, e che i certificati in questione rimangano validi fino a tale data successiva; inoltre, la validità dei certificati di revisione con data di scadenza compresa tra il 1o settembre 2020 e il 30 giugno 2021 si considera prorogata per un periodo di 10 mesi.

Tag: DEDUCIBILITÀ E DETRAIBILITÀ AUTO 2023 DEDUCIBILITÀ E DETRAIBILITÀ AUTO 2023

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

BONUS FISCALI E CREDITI D'IMPOSTA · 20/05/2024 Bonus colonnine ricarica privati spese 2023: elenco beneficiari

Bonus colonnine ricarica per privati e condomini: decreto 9 maggio con l'allegato A dei beneficiari per le domande presentate entro il 14.03.2024

Bonus colonnine ricarica privati spese 2023: elenco beneficiari

Bonus colonnine ricarica per privati e condomini: decreto 9 maggio con l'allegato A dei beneficiari per le domande presentate entro il 14.03.2024

Autotrasporto e Guida Sicura 2024-2025: formazione dei conducenti

Entro il 15 luglio le imprese iscritte all'Albo degli autotrasportatori possono presentare domanda su apposita piattaforma per il Bando Guida Sicura 2024-2025. I requisiti

Autoscuole: nuove regole per la formazione degli istruttori

Pubblicato il Regolamento per la formazione degli istruttori di scuola guida, in vigore per i corsi successivi all'entrata in vigore: 23 marzo 2024

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.