HOME

/

FISCO

/

REDDITI PERSONE FISICHE 2021

/

MODELLO REDDITI PF 2021: TASSAZIONE RENDITA SVIZZERA LPP

Modello redditi PF 2021: tassazione rendita svizzera LPP

Rendita erogata a titolo di "prestazione della previdenza professionale LPP", modalità di tassazione e indicazione nella dichiarazione dei redditi delle persone fisiche

Con Risposta a interpello n 418 del 18 giugno 2021 le entrate forniscono chiarimenti in merito alla corretta tassazione della rendita erogata a titolo di prestazione della previdenza professionale LPP (percepita da una società di diritto svizzero) nel caso di ritardo dell'applicazione della ritenuta alla fonte da parte dell'intermediario residente in italia.

L'agenzia specifica che la risoluzione n. 3/E del 27 gennaio 2020 ha chiarito che nel caso in cui il contribuente sia un soggetto fiscalmente residente in Italia, alle prestazioni erogate dal "secondo pilastro" svizzero non riscosse tramite intermediari residenti, non può applicarsi la ritenuta alla fonte del 5% a titolo d'imposta.

L'articolo 55-quinquies del decreto legge n. 50 del 2017, che assimila il trattamento fiscale delle prestazioni LPP alle rendite AVS, mantiene l'espressa previsione della presenza di un intermediario residente che applichi una ritenuta di imposta al 5%, esonerando il contribuente dall'indicazione di tali somme nella dichiarazione dei redditi. Il tracciamento del flusso finanziario, in questo caso, avvine per il tramite di un intermediario residente, quale elemento necessario per l'applicazione della norma agevolativa. 

Invece, nel caso di prestazioni LPP riscosse per il tramite di un intermediario residente alle quali NON è stato possibile applicare la ritenuta del 5% a causa del ritardo con cui è stato conferito lo specifico incarico alla banca, l'agenzia chiarisce che il contribuente percipiente potrà autoliquidare in dichiarazione l'imposta dovuta, assoggettandole all'imposta sostitutiva con la medesima aliquota del 5% che le stesse avrebbero scontato se fosse stata applicata la ritenuta da parte dell'intermediario finanziario. 

Nella fattispecie in esame l'agenzia riepiloga che l'Istante potrà indicare:

  • le rendite LPP incassate nel 2019 nella sezione V del quadro RM del Modello Redditi PF 2020, riportando:
    • la causale residuale "I", 
    • il codice dello Stato estero "071" (corrispondente alla Svizzera) 
    • e versando l'importo con il codice tributo "1242". Nel presupposto che il modello Redditi PF 2020 sia già stato inviato, essendo ormai scaduti i termini ordinari di presentazione, il contribuente potrà presentare una dichiarazione integrativa.
  • le rendite incassate nel 2020 senza l'applicazione della ritenuta potranno essere indicate con le stesse modalità nel Modello Redditi PF 2021. 

In merito alla determinazione della base imponibile l'agenzia ricorda che la risposta all'istanza di consulenza giuridica n. 2 del 2020 ha precisato che la ritenuta deve essere applicata dall'intermediario sul valore lordo della prestazione al momento della corresponsione in Italia. 

Tali chiarimenti sono estensibili anche all'ipotesi in cui, non essendo stata applicata la ritenuta da parte dell'intermediario finanziario residente intervenuto nel pagamento, le rendite LPP siano indicate in dichiarazione da parte del contribuente stesso.

Si ritiene, pertanto, che nella predisposizione della dichiarazione dei redditi l'Istante dovrà individuare il momento impositivo secondo il principio di cassa, indicando l'importo lordo relativo ai trimestri effettivamente incassati sui quali l'intermediario finanziario non ha applicato la ritenuta. 

Riguardo alla conversione delle valute estere dei Paesi non aderenti all'euro, le istruzioni al modello Redditi PF 2020 e al modello Redditi PF 2021 precisano che in tutti i casi in cui è necessario convertire in euro redditi, espressi in valuta estera deve essere utilizzato il cambio indicativo di riferimento del giorno in cui gli stessi sono stati percepiti o sostenuti o quello del giorno precedente più prossimo. 

Si riassumono i dati dell'interpello:

  • l'Istante è persona fisica fiscalmente residente in Italia, 
  • ha prestato la propria attività lavorativa, come dipendente, presso una società svizzera 
  • ha maturato, a seguito del pensionamento, il diritto a ricevere, oltre all'assicurazione per la vecchiaia e superstiti (c.d. "AVS"), anche la rendita prevista della legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l'invalidità (c.d. "LPP"). 

Il contribuente evidenzia di percepire da una società di diritto svizzero una rendita di vecchiaia, erogata a titolo di prestazione previdenziale "secondo pilastro".

Gli importi sono stati pagati, con frazionamento trimestrale anticipato direttamente su un conto corrente bancario italiano a lui cointestato ed acceso presso un istituto di credito italiano che, tuttavia, non ha operato sugli stessi la trattenuta a titolo di ritenuta d'imposta pari al 5 per cento.

L'Istante ha precisato che nel mese di giugno 2020 ha chiesto alla Banca di effettuare la trattenuta del 5% sulle rendite da LPP e visto il ritardo nella risposta da parte della prima banca ha conferito mandato ad altra Banca italiana per l'applicazione della ritenuta del 5% sulle prestazioni erogate da LPP/II Pilastro svizzero. 

Egli ha chiesto alla agenzia delle entrate come comportarsi in dichiarazione dei redditi visto il ritardo nella applicazione delle ritenute.

Allegato

Risposta a interpello del 18.06.2021 n. 418

Tag: REDDITI PERSONE FISICHE 2021 REDDITI PERSONE FISICHE 2021 REDDITI ESTERI 2021 REDDITI ESTERI 2021

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

REDDITI PERSONE FISICHE 2021 · 21/10/2021 Avvisi bonari: le regole per la definizione agevolata

A chi spetta la definizione agevolata: il pagamento delle somme contenute nelle dichiarazioni di irregolarità è senza sanzioni. Ecco il provvedimento delle Entrate

Avvisi bonari: le regole per la definizione agevolata

A chi spetta la definizione agevolata: il pagamento delle somme contenute nelle dichiarazioni di irregolarità è senza sanzioni. Ecco il provvedimento delle Entrate

La dichiarazione dei redditi dei figli minori non emancipati

I redditi dei figli minori possono derivare da beni soggetti a usufrutto legale oppure no: a seconda dei casi, la predisposizione della dichiarazione dei Redditi PF sarà diversa

Invio dichiarazione: sanzioni per violazioni plurime per il commercialista intermediario

Con Ordinanza della Cassazione si chiarisce che a più violazioni di trasmissione delle dichiarazioni al commercialista intermediario si applica il cumulo giuridico delle sanzioni.

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.