HOME

/

FISCO

/

DICHIARAZIONE 730/2024: NOVITÀ

/

MODELLO 730/2023: GUIDA AL PROSPETTO FAMILIARI A CARICO

Modello 730/2023: guida al prospetto familiari a carico

Detrazioni per figli a carico: spettano in misura diversa a seconda del reddito complessivo del contribuente. Come compilare il prospetto "familiari a carico" nel 730/2023

Ascolta la versione audio dell'articolo

Nel prospetto familiari a carico devono essere inseriti i dati relativi ai familiari che nel 2022 sono stati fiscalmente a carico del contribuente, al fine di fruire delle detrazioni dall’imposta per il coniuge, i figli o gli altri familiari a carico o delle altre agevolazioni previste per le persone indicate in questo prospetto. 

Le detrazioni vengono calcolate dal soggetto che presta l’assistenza fiscale.

Sono considerati familiari fiscalmente a carico i membri della famiglia che nel 2022 hanno posseduto un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili. 

Sono considerati fiscalmente a carico i figli di età non superiore a 24 anni che nel 2022 hanno posseduto un reddito complessivo uguale o inferiore a 4.000 euro, al lordo degli oneri deducibili.

Possono essere considerati a carico anche se non conviventi con il contribuente o residenti all’estero:

  • il coniuge non legalmente ed effettivamente separato;
  • i figli (compresi i figli adottivi, affidati o affiliati) indipendentemente dal superamento di determinati limiti di età e dal fatto che siano o meno dediti agli studi o al tirocinio gratuito; gli stessi, pertanto, ai fini dell’attribuzione della detrazione non rientrano mai nella categoria “altri familiari”.

Possono essere considerati a carico anche i seguenti altri familiari, a condizione che convivano con il contribuente o che ricevano dallo stesso assegni alimentari non risultanti da provvedimenti dell’Autorità giudiziaria:

  • il coniuge legalmente ed effettivamente separato;
  • i discendenti dei figli;
  • i genitori (compresi quelli adottivi);
  • i generi e le nuore;
  • il suocero e la suocera;
  • i fratelli e le sorelle (anche unilaterali);
  • i nonni e le nonne.

Si segnala che, se nel corso del 2022 è cambiata la situazione di un familiare, bisogna compilare un rigo per ogni situazione.

Inoltre attenzione al fatto che le detrazioni per carichi di famiglia variano in base al reddito, quindi chi presta l’assistenza fiscale dovrà calcolare l’ammontare delle detrazioni effettivamente spettanti tenendo conto di quanto previsto dall’art. 12 del TUIR.

Leggi anche:

Modello 730/2023: il prospetto familiari a carico

Indicazione del coniuge a carico ed eventuali variazioni

Nel rigo 1 occorre indicare i dati relativi al coniuge come segue:

  • Colonna 1: barrare la casella ‘C’.
  • Colonna 4 (codice fiscale): indicare il codice fiscale del coniuge. Il codice fiscale del coniuge deve essere indicato anche se non è fiscalmente a carico.
  • Colonna 5 (n. mesi a carico): utilizzare questa casella solo se il coniuge è stato a carico. Indicare ‘12’ se il coniuge è stato a carico per tutto il 2022. In caso di matrimonio, decesso, separazione legale ed effettiva, scioglimento o annullamento del matrimonio o cessazione dei suoi effetti civili nel corso del 2022, riportare il numero dei mesi per i quali il coniuge è stato a carico.

Indicazione dei figli a carico ed eventuali variazioni

Nel rigo 2 devono essere indicati i dati relativi al primo figlio.

Colonna 1: barrare la casella ‘F1’ se il familiare indicato è il primo figlio a carico (vale a dire quello di età anagrafica maggiore tra quelli a carico) e la casella ‘F’ per i figli successivi al primo.

Colonna 2: barrare la casella ‘A’ se si tratta di un altro familiare.

Colonna 3: barrare la casella ‘D’ se si tratta di un figlio con disabilità. Se viene barrata questa casella non è necessario barrare anche la casella ‘F’.

Colonna 4 (codice fiscale): indicare il codice fiscale di ciascuno dei figli, tranne di quelli in affido preadottivo, e degli altri familiari a carico. Il codice fiscale dei figli e degli altri familiari a carico deve essere indicato, anche se non si fruisce delle relative detrazioni, che sono attribuite interamente a un altro soggetto. È altresì necessario indicare il codice fiscale dei figli a carico residenti all’estero.

Colonna 5 (n. mesi a carico): indicare il numero dei mesi dell’anno durante i quali il familiare è stato a carico (‘12’ se il familiare è stato a carico per tutto il 2022). Se, invece, è stato a carico solo per una parte del 2022, riportare il numero dei mesi corrispondenti

Colonna 6 (minore di 3 anni - gennaio/febbraio): la colonna va compilata per i figli nati da gennaio 2019 a febbraio 2022. 

Indicare:

1, se il figlio ha avuto un’età inferiore a tre anni nel solo mese di gennaio o febbraio; 

2 nel caso in cui abbia avuto un’età inferiore a 3 anni nei mesi di gennaio e febbraio. Per esempio, per un figlio nato a gennaio 2022, indicare 2; se è nato a febbraio 2022, indicare 1; indicare 1 anche nel caso in cui è nato a gennaio 2019.

Colonna 7 (percentuale): indicare la percentuale di detrazione spettante.

Attenzione al fatto che,  la detrazione per figli a carico non può essere ripartita liberamente tra entrambi i genitori. 

Se un genitore fruisce al 100 per cento della detrazione per figlio a carico, l’altro genitore non può fruirne. 

La detrazione spetta per intero ad uno solo dei genitori quando l’altro genitore è fiscalmente a carico del primo e nei seguenti altri casi:

  • figli del contribuente rimasto vedovo/a che, risposatosi, non si sia poi legalmente ed effettivamente separato;
  • non è legalmente ed effettivamente separato.

In particolare nella casella di colonna 7 indicare:

  • per ogni figlio a carico:
    • ‘100’ se la detrazione è richiesta per intero;
    • ‘50’ se la detrazione è ripartita tra i genitori;
    • ‘0’ se la detrazione è richiesta per intero dall’altro genitore;
  • per ogni altro familiare a carico:
    •  ‘100’ se l’onere grava per intero;
    • la percentuale nel caso in cui l’onere gravi su più persone. Si ricorda che la detrazione deve essere ripartita in misura uguale tra i soggetti che ne hanno diritto.

Tag: DICHIARAZIONE 730/2024: NOVITÀ DICHIARAZIONE 730/2024: NOVITÀ

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

Alessandro Mascioli - 21/04/2022

L'articolo sulle detrazioni per figli e persone a carico non è chiaro nella parte in cui è prevista la detrazione del 100% dei figli a favore di uno dei due coniugi. In altri termini si può scegliere liberamente quale dei due può beneficiare delle detrazioni?? Grazie

Liliana - 26/04/2022

Gentile Alessandro, come indicato nelle Istruzioni al Modello 730/2022 “La detrazione per figli a carico non può essere ripartita liberamente tra entrambi i genitori” ma secondo le modalità che in modo sintetico riportiamo nell’articolo indicando le due casistiche di genitori non separati e genitori separati. Per altri dettagli si rimanda alle istruzioni al modello della Agenzia delle Entrate

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

RIFORMA FISCALE 2023-2024 · 22/04/2024 Dichiarazione dipendenti e pensionati 2024: entro il 30 aprile l'applicativo web

Dichiarazione semplificata 2024 dipendenti e pensionati: atteso il provvedimento operativo entro il 30 aprile, riepiloghiamo le possibilità per quest'anno

Dichiarazione dipendenti e pensionati 2024: entro il 30 aprile l'applicativo web

Dichiarazione semplificata 2024 dipendenti e pensionati: atteso il provvedimento operativo entro il 30 aprile, riepiloghiamo le possibilità per quest'anno

Rimborsi 730/2024: paga il Fisco, su scelta del contribuente, anche se c'è il sostituto

Scelta di "Nessun sostituto": aperta a tutti. la novità di quest'anno per avere il rimborso direttamente dal Fisco su scelta del contribuente

Nel modello 730/24  la rivalutazione terreni, i redditi di capitali e il monitoraggio

Redditi di capitale, monitoraggio fiscale e rivalutazione terreni possibile indicarli nel modello 730 da presentare dall'11 maggio al 30 settembre 2024

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.