HOME

/

PMI

/

IMPRESE E LAVORO NEL MONDO

/

COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE PER GLI INGLESI IN ITALIA POST BREXIT

2 minuti, Redazione , 18/03/2021

Comunicazioni Obbligatorie per gli inglesi in Italia post Brexit

Indicazioni ministeriali sulle Comunicazioni Obbligatorie UNILAV, UNISOMM ecc. per i cittadini britannici residenti in Italia al 31 dicembre 2020.

Il MInistero del lavoro ha emanato una nota  di chiarimenti (n. 936 del 4.3.2020) in tema di  Comunicazioni Obbligatorie  UNILAV, UNILAV_CONG, UNISOMM riguardanti i cittadini britannici residenti in Italia al 31 dicembre 2020, con riferimento alla a recente uscita del Regno Unito dalla Unione Europea, divenuta effettiva il 1° gennaio 2021 Brexit 

In risposta ad alcune richieste di  chiarimento sulla modalità di compilazione delle informazioni concernenti i cittadini  britannici nei modelli UNILAV, UNILAV_CONG, UNISOMM, Vardatori e UNIMARE  la direzione generale ricorda che già nel mese  gennaio 2021,  è stato aggiornato lo standard tecnico di cooperazione applicativa, che assegna ora lo status di lavoratore extracomunitario ai cittadini britannici ed aggiunge che  le informazioni da inserire nelle diverse sezioni riservate ai lavoratori non comunitari  sono: 

Titolo soggiorno: Altro provvedimento;

• Scadenza titolo di soggiorno (convenzionale): 31 dicembre 2099.

La nota invita anche ad approfondire altri aspetti sulle comunicazioni obbligatorie  con le FAQ pubblicate  sul sito ministeriale 

Va ricordato anche che per il soggiorno regolare   dei cittadini britannici  oggi in Italia  l'Acccordo per la Brexit (Eu settlement scheme) prevede  2 diversi documenti autorizzativi: 

  1. la "Carta di soggiorno"  per i cittadini britannici che già risiedevano legalmente in Italia al 31 dicembre 2020 ed i loro familiari con ha una validità di 5 anni se il cittadino britannico è residente da meno di  5 anni continuativi. 
  2. la  “Carta di soggiorno permanente”  con validità  10 anni  per chi ha risieduto legalmente in Italia per  piu di 5 anni  senza interrruzioni.

La domanda deve essere presentata alla Questura competente in base al luogo  di residenza. 

Servono :

  • documento di identità in corso di validità;
  •  attestazione della propria iscrizione anagrafica, rilasciata dal Comune di residenza, che dimostri l'iscrizione anagrafica entro il 31 dicembre 2020 o, in alternativa, autocertificazione della propria iscrizione in anagrafe entro il 31 dicembre 2020 e di non essere stato successivamente cancellato;
  •  ricevuta di pagamento di €30,46 pari al costo di produzione del documento, effettuato con bollettino postale sul CC n. 67422402 (intestato a "MEF DIP.TODEL TESORO VERS: DOVUTO RILASCIO CARTA DISOGGIORNO" - causale: "Importo per il rilascio della carta di soggiorno -Accordo di recesso UE/ UK"); n. 4 fotografie in formato tessera.

Maggiori informazioni sono reperibili nel Vademecum  per i cittadini britannici  pubblicato dal Ministero dell'interno  italiano. 

Tag: LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO STRANIERI IN ITALIA STRANIERI IN ITALIA IMPRESE E LAVORO NEL MONDO IMPRESE E LAVORO NEL MONDO

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

IMPRESE E LAVORO NEL MONDO · 25/11/2021 Con la cancellazione della società si estinguono le sanzioni amministrative tributarie

La Corte di Cassazione ribadisce il principio dell’intrasmissibilità ai soci e ai liquidatori delle sanzioni tributarie riferite a una società cancellata dal Registro delle imprese

Con la cancellazione della società si estinguono le sanzioni amministrative tributarie

La Corte di Cassazione ribadisce il principio dell’intrasmissibilità ai soci e ai liquidatori delle sanzioni tributarie riferite a una società cancellata dal Registro delle imprese

Brexit: addio Europa, benvenuta America

Il Regno Unito tratta un accordo di libero scambio che rafforzerebbe l’asse finanziario tra New York e Londra

Regno Unito e Italia: Il lavoro a distanza aspetti fiscali e previdenziali

Lavoratori che a causa della pandemia hanno prestato la propria attività da remoto e in particolare dall'Italia per un datore di lavoro inglese: l'Agenzia chiarisce

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.