HOME

/

FISCO

/

CEDOLARE SECCA 2021

/

CEDOLARE SECCA: SPETTA ANCHE SE IL CANONE DA PATTO TERRITORIALE È RIDOTTO CAUSA COVID

Cedolare secca: spetta anche se il canone da patto territoriale è ridotto causa covid

Spetta la cedolare secca se il canone del contratto è ridotto per 6 mesi con clausola inserita nei patti territoriali e pertanto è obbligatoria anche se temporanea.

L'istante è un locatario di appartamento e riporta quanto segue: "la previsione contenuta nell'articolo 21 del nuovo accordo territoriale sulle locazioni abitative sottoscritto il 25.06.2020 dalle associazioni di categoria dei proprietari e degli inquilini", recante "Misure dirette a fronteggiare l'emergenza sanitaria Covid 19" prevede che "Laddove (...) venga sottoscritto un contratto con riduzione obbligatoria del canone massimo, verranno riconosciute al locatore le agevolazioni imu (...) per il periodo in cui la riduzione del canone sarà sussistente. La riduzione del canone (...) si applicherà a condizione che nel comune di riferimento sia stata approvata la misura di agevolazione imu (...). Altresì la riduzione di cui al presente articolo si applicherà a condizione del riconoscimento e mantenimento delle misure fiscali di cui alla cedolare secca da parte dell'Agenzia delle Entrate"

Secondo gli accordi territoriali a causa della emergenza covid sono state previste riduzioni del canone di cui è firmatario l'istante. Egli ritiene che vi siano dubbi in merito alla possibile applicazione della cedolare secca e chiede, con istanza di interpello, un chiariento in merito all'Agenzia delle entrate.

Le Entrate con Risposta n 165 del 9 marzo chiariscono che se:

  • a causa del covid
  • il canone di locazione massimo previsto nei patti territoriali è ridotto con clausola (obbligatoria e temporanea)
  • e la riduzione dura 6 mesi

su tale contratto a canone ridotto spetta ugualmente l'applicazione della cedolare secca.

L'interpello è stato posto in quanto il contribuente solleva dubbi in merito all'art 3 comma 11 del DLgs 23/2011 che, per il locatore che opta per la cedolare secca:

  • sospende la possibilità di “chiedere l’aggiornamento del canone, anche se prevista nel contratto a qualsiasi titolo, inclusa la variazione accertata dall’ISTAT dell’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati verificatasi nell’anno precedente”, 
  • e subordina l’efficacia dell’opzione per l’imposta sostitutiva della cedolare secca, all’invio, con raccomandata all’inquilino, della comunicazione della rinuncia all’aggiornamento dei canoni.

L’Agenzia delle Entrate, conferma che la cedolare secca può continuare a trovare applicazione nel caso di specie in quanto la clausola prevista dall’accordo territoriale non rientra tra quelle incompatibili con l’imposta sostitutiva a norma dell’art. 3 comma 11 del DLgs. 23/2011 ed ha carattere di temporaneità e obbligatorietà

Ai sensi del DM 16 gennaio 2017 gli accordi territoriali tra associazioni di categoria per la stipula dei contratti di locazione ad uso abitativo a canone concordato, nonché dei contratti di locazione transitori e dei contratti di locazione per studenti universitari, prevedono “fasce di oscillazione del canone di locazione all’interno delle quali, secondo le caratteristiche dell’edificio e dell’unità o porzione di unità immobiliare, è concordato tra le parti, il canone per i singoli contratti”. 

Tali fasce sono definite da un valore minimo e da un valore massimo del canone ed, inoltre, “gli accordi territoriali possono stabilire gli elementi che determinano una riduzione del canone massimo”ai sensi dell'art 1 del DM citato.

L’accordo territoriale stipulato tra le associazioni di categoria ha previsto che “che per i contratti stipulati sotto la vigenza del presente accordo e per un periodo di 6 mesi dalla sottoscrizione dello stesso, (...) verrà operata una riduzione del valore massimo delle rispettive fasce di oscillazione per una percentuale del 10%. La riduzione perderà automaticamente efficacia dopo sei mesi dalla entrata in vigore del presente accordo salva proroga”.

L'adeguamento a tale clausola è obbligatorio e non preclude la cedolare secca perchè ricorrendo le condizioni individuate dall’accordo, la clausola di riduzione “si introduce obbligatoriamente nel contratto di locazione, pena la non conformità del contratto a quanto disposto nell’accordo territoriale”. 

Concludendo l'agenzia sottolinea che essendo l'adeguamento agli accordi automatico e obbligatorio, la riduzione del canone non è riconducibile alla volontà delle parti ma costituisce di fatto adeguamento ad un obbligo legale finalizzato a tutelare le parti contrattuali perciò non è ostativo per la cedolare secca.

Per aggiornamenti, notizie e approfondimenti segui il Dossier Locazioni immobili 2021 e il Dossier Dossier Cedolare secca 2021

Acquista subito in promozione il Pacchetto Tutto locazioni contenente 2 ebook sulle locazioni abitative e locazioni brevi, 1 file excel per il calcolo della convenienza della cedolare e Formule.

Per la gestione dei contratti di locazione di immobili potrebbe interessarti il nostro Software Contratto.Cloud, scegli l'opzione più adatta alle tue esigenze.

Allegato

Risposta a interpello del 09.03.2021 n. 165

Tag: CEDOLARE SECCA 2021 CEDOLARE SECCA 2021

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

CEDOLARE SECCA 2021 · 26/08/2021 Cedolare secca 2021: con quali codici tributo posso versare l'imposta?

Ecco i codici tributo per versare la cedolare secca sia a saldo che in acconto

Cedolare secca 2021: con quali codici tributo posso versare l'imposta?

Ecco i codici tributo per versare la cedolare secca sia a saldo che in acconto

Cedolare secca locazioni brevi: attenzione ai nuovi limiti del 2021

Locazioni brevi 2021: possibile scegliere la cedolare secca al 21%? Si ma a certe condizioni. Tra novità e conferme ecco a cosa prestare attenzione.

Cedolare secca 2021: calcolo per la convenienza

Calcoli della convenienza della cedolare secca rispetto alla tassazione ordinaria IRPEF nel 2021. Confronto dei casi più comuni.

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.