HOME

/

FISCO

/

DECRETI RISTORI - EMERGENZA CORONAVIRUS

/

DICHIARAZIONE INTEGRATIVA: SOLO SE INTERAMENTE A FAVORE DEL CONTRIBUENTE NON C’È SANZIONE

1 minuto, Redazione , 30/12/2020

Dichiarazione integrativa: solo se interamente a favore del contribuente non c’è sanzione

Se l’integrativa è presentata per dedurre un costo e un reddito omesso e si evince maggiore credito, è considerata a favore del contribuente?

Ascolta la versione audio dell'articolo

La Risoluzione n. 82 del 24 dicembre 2020 chiarisce un caso di dichiarazione integrativa a favore del contribuente e in particolare specifica che solo la presentazione di una dichiarazione integrativa interamente a favore del contribuente non è soggetta ad alcuna sanzione.

Il quesito riguardava la presentazione di dichiarazione integrativa al fine di:

  • dedurre un costo
  • e indicare un reddito originariamente omessi.

 Il contribuente domandava se qualora la dichiarazione chiudeva con un maggior credito, si potesse considerare la stessa come dichiarazione “a favore” del contribuente e, quindi, non essere assoggettata ad alcuna sanzione.

L’agenzia specifica che:

  1. solo la presentazione di una dichiarazione integrativa interamente a favore del contribuente non è soggetta ad alcuna sanzione.
  2. mentre è dovuta la sanzione amministrativa da 250 euro a 2.000 euro qualora la dichiarazione integrativa sia presentata per correggere errori od omissioni sia a favore che a sfavore del contribuente ed il risultato finale della stessa sia comunque rappresentato da un maggior credito.

In tale ipotesi, infatti, risulta la violazione sanzionata dall’articolo 8 del d.lgs. 471 del 1997 ossia violazioni relative al contenuto e alla documentazione delle dichiarazioni.

La stessa risoluzione specifica che le suddette considerazioni in merito alla assenza di sanzioni  valgono anche qualora il contribuente abbia erroneamente tassato, in via ordinaria, un canone di locazione da assoggettare al regime della cedolare secca.

Se il contribuente ha tenuto un comportamento coerente con la volontà di optare per il regime ex articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 e l’integrazione è limitata alla erronea tassazione (o, comunque, non sono indicati anche redditi originariamente omessi), non è dovuta alcuna sanzione.

Ti consigliamo  l'utile foglio di calcolo EXCEL 

Per approfondire i temi del Sostegni BIS vedi :

Inoltre ti potrebbero interessare:  

Tag: AGEVOLAZIONI COVID-19 AGEVOLAZIONI COVID-19 DECRETI RISTORI - EMERGENZA CORONAVIRUS DECRETI RISTORI - EMERGENZA CORONAVIRUS REDDITI PERSONE FISICHE 2021 REDDITI PERSONE FISICHE 2021 ACCERTAMENTO E CONTROLLI ACCERTAMENTO E CONTROLLI

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

DECRETI RISTORI - EMERGENZA CORONAVIRUS · 30/07/2021 Esonero contributi professionisti: domande all'INPS entro settembre, alle Casse 31 ottobre

Pubblicato il decreto sull'esonero contributivo. Le domande di esonero, per gli autonomi INPS entro il 30 settembre, per gli altri enti previdenziali entro il 31 ottobre

Esonero contributi professionisti: domande all'INPS entro settembre, alle Casse 31 ottobre

Pubblicato il decreto sull'esonero contributivo. Le domande di esonero, per gli autonomi INPS entro il 30 settembre, per gli altri enti previdenziali entro il 31 ottobre

Ingresso in Italia, novità: mini-quarantena da UK e Irlanda del Nord e altre regole

Le regole per entrare in Italia dall'estero: gli elenchi dei Paesi. Green pass UE, proroga divieto da India Bangladesh Sri Lanka. Tutti i documenti ufficiali

Il credito di imposta sanificazione e DPI 2021: cosa c’è da sapere

Breve guida al credito di imposta per le spese di sanificazione e l’acquisto di DPI, che copre il 30% dei costi sostenuti durante i mesi di giugno, luglio e agosto 2021

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.