IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 09/12/2020

Cassa integrazione COVID dopo i DL Ristori: domande integrabili

Tempo di lettura: 3 minuti
cassa integrazione scadenza  calendario

Tutte le indicazioni per la CIG con causale COVID del decreto Ristori Bis e Quater. Possibile integrare le domande con i lavoratori assunti di recente. Scadenza al 31.12.2020

Commenta Stampa

La disciplina della Cassa integrazione con causale COVID- 19 viene ulteriormente modificata dal decreto Ristori bis (DL n. 149 del 9.11.2020). Due le principali novità: 

  1. vengono ricompresi i lavoratori in forza all'azienda alla data del 9 novembre ( entrata in vigore del decreto)
  2. viene prorogato al 15 novembre 2020  il termine  decadenziale di invio delle domande di accesso agli ammortizzatori sociali e per la trasmissione dei dati  per il pagamento o per il saldo. Interessate tutte le scadenze collocate tra il 1° e il 30 settembre 2020.

Come preannunciato nel messaggio,  n. 4484/2020,   l'INPS  ha pubblicato nella circolare 139  del 7 dicembre 2020 le istruzioni per le domande di integrazione salariale 

La principale novità della circolare è la possibilità di integrazione delle domande già inviate sulla base dei precedenti decreti  con i nominativi dei lavoratori ammessi dal Decreto RISTORI BIS .Per chi, invece, non aveva fatto domanda   la possibilità di includere i lavoratori occupati al 9 novembre 2020 è limitata ai soli periodi di novembre e dicembre 2020 per i quali la scadenza è fissata al 31 dicembre 2020.  L'istituto specifica  inoltre riguardo l'inclusione dei lavoratori assunti dal 9 novembre, che i datori di lavoro che avessero già presentato domanda includendo  "erroneamente"  l lavoratori assunti dopo il 13 luglio non devono fare nulla in quanto l'INPS provvederà automaticamente ad accettare le richieste sulla base della nuova normativa a loro. 

Rivediamo di seguito  la situazione attuale in materia di CIG, CIG in deroga e Assegno Ordinario  dopo gli ultimi decreti legge.

Cassa integrazione Decreto Ristori 

Il decreto Ristori (n. 137 del 28.10.2020  ha previsto un nuovo periodo di 6 settimane di trattamenti di Cassa integrazione ordinaria, Assegno ordinario e Cassa integrazione in deroga di lavoro con causale COVID-19  con cui si prolungano i periodi già accordati sin da marzo 2020 con il decreto Cura Italia e Rilancio per le sospensioni o riduzioni di attività legate all'emergenza epidemiologica. Si ricorda che gli ammortizzatori previsti sono Cassa integrazione ordinari, Assegno Ordinario a carico dei Fondi bilaterali e Cassa integrazione i deroga . 

Le nuove 6 settimane ( periodo massimo )  devono essere collocate nel periodo ricompreso tra il 16 novembre 2020 e il 31 gennaio 2021 . Come già successe con il Decreto agosto se  per tale periodo fossero già stati richiesti ed autorizzati periodi  residui sulla base della normativa precedente ma collocati dopo il  15 novembre 2020, l’imputazione avverrà sul nuovo periodo di  6 settimane, con conseguente riduzione  del periodo totale usufruibile.

Cassa integrazione decreto  Ristori bis  

Il decreto-legge Ristori bis ha  allargato la platea dei lavoratori destinatari dei trattamenti d’integrazione salariale a tutti i dipendenti in forza alla  data appunto del 9  novembre  Previsto infatti il riconoscimento dei trattamenti di integrazione salariale anche in favore dei lavoratori in forza alla data di entrata in vigore del decreto-legge Ristori bis, ossia il 9 novembre 2020  In precedenza il Decreto Agosto interessava gli assunti fino al  13 luglio 2020.

Come anticipato sopra,  l'altra modifica alla normativa precedente riguarda la  proroga dei termini  che era contenuta nel comma 7 art. 12  del decreto Ristori . Viene ora prevista la proroga al 15 novembre 2020 dei termini decadenziali di invio delle domande di accesso ai trattamenti collegati all’emergenza Covid-19  (decreto-legge  18 del 17 marzo 2020, n. 18) e  per la  trasmissione dei dati utili al pagamento , termini collocati tra il 1° e il 30 settembre 2020.

Causale e contributo addizionale  per le integrazioni salariali circolare INPS 139 2020

La circolare  INPS informa che :

  • l'ulteriore periodo di 6 settimane puo essere richiesto   solo da coloro che hanno già fatto richieste di tutte le 18 precedentemente previste dal DL Agosto e/o dalle aziende interessate da limitazioni dell'attività per l'emergenza Coronavirus stabilite dai DPCM 24.10, 3.11 e 3.12. 2020.
  • Si ricorda che  anche per questi  nuovi periodi è sempre in vigore il contributo addizionale straordinario per i datori di lavoro che non possano dimostrare cali di fatturato ) pari al 18 % delle retribuzioni).   l'aliquota è fissata al 9%  per chi ha subito cali fino al 20%;  mentre il contributo non è dovuto:
  1.  per chi ha avuto perdite  superiori al 20% 
  2.  per chi ha iniziato l'attività dopo il 1 gennaio 2019
  3. per i settori interessati dalle limitazioni degli ultimi DPCM
  • Per tutti datori di lavoro le nuove sei settimane  vanno richieste con la causale “COVID -19 DL 137”. 
  • Infine , come anticipato nel  messaggio 4484/20, l'INPS modificando quanto previsto dalla norma , fissa la scadenza delle domande riferite alle sospensioni iniziate a novembre  al  31 dicembre 2020.

Disponibile anche la nuova edizione di "Cassa integrazione guadagni e contratti di solidarieta"  Guida agli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto -eBook in pdf di 269 pagine  a cura di P. Stern

Fonte: Inps


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Il Metodo dei Multipli 2021 - GIAPPONE
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - USA
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - GLOBALE
Scaricalo a 15,90 € + IVA

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE