IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 17/11/2020

Legge di bilancio 2021: ancora aiuti per fronteggiare l'emergenza

di Redazione Fisco e Tasse

Tempo di lettura: 5 minuti
Presidente Conte

La bozza della legge di bilancio approvata dal CDM prevede ulteriori aiuti per fronteggiare l'emergenza tra proroghe di agevolazioni e istituzione di nuovi fondi.

Commenta Stampa

Il consiglio dei ministri ha dato il via libera nella giornata del 16 novembre alla legge di Bilancio 2021. Parliamo di 38 miliardi di euro stanziati in tutto per affrontare la crescita e la perseverante emergenza da covid 19 che ha prodotto e produrrà effetti su famiglie e imprese.

Il testo nella bozza in circolazione contiene 228 articoli suddiviso in due sezioni:

SEZIONE I

TITOLO I RISULTATI DIFFERENZIALI DEL BILANCIO DELLO STATO             

TITOLO II RIDUZIONE DELLA PRESSIONE FISCALE E CONTRIBUTIVA

TITOLO III CRESCITA E INVESTIMENTI                              

TITOLO V LIQUIDITÀ E RICAPITALIZZAZIONE IMPRESE                

TITOLO VI LAVORO, FAMIGLIA E POLITICHE SOCIALI  

TITOLO VIII SCUOLA, UNIVERSITÀ E RICERCA               

TITOLO IX CULTURA, TURISMO, INFORMAZIONE E INNOVAZIONE      

TITOLO X MISURE PER LA PARTECIPAZIONE DELL’ITALIA ALL’UNIONE EUROPEA E AD ORGANISMI INTERNAZIONAL  

TITOLO XI MISURE IN MATERIA DI TRASPORTI E AMBIENTE

CAPO I MISURE IN MATERIA DI INFRASTRUTTURE, TRASPORTI E MOBILITÀ SOSTENIBILE 

CAPO II  MISURE PER LA TUTELA DELL’AMBIENTE       

TITOLO XII REGIONI ED ENTI LOCALI              

TITOLO XIII REVISIONE E RIMODULAZIONE DELLA SPESA PUBBLICA       

TITOLO XIV PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E LAVORO PUBBLICO

TITOLO XV NORME PER L’ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA            

PARTE II DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ENTRATE       

TITOLO I MISURE DI CONTRASTO ALL’EVASIONE FISCALE

TITOLO II  RIMODULAZIONE MISURE FISCALI A TUTELA DELL’AMBIENTE E DELLA SALUTE PUBBLICA            

TITOLO III DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RISCOSSIONE               

TITOLO IV ULTERIORI DISPOSIZIONI IN MATERIA DI ENTRATE                

TITOLO V DISPOSIZIONI IN MATERIA DI AGENZIA DELLE DOGANE           

PARTE III FONDI   

SEZIONE II – STATI DI PREVISIONE    

In sintesi riportiamo alcune novità rilevanti

  • Riforma fiscale “Al fine di dare attuazione a interventi in materia di riforma del sistema fiscale, nello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze è istituito un Fondo con una dotazione di 2.500 milioni di euro per l’anno 2022 e 1.500 milioni di euro a decorrere dall’anno 2023”
  • Lotteria degli scontrini È pronta a partire anche la Lotteria degli scontrini 2021. Essa consiste in un gioco statale riservato ai pagamenti con carte, bancomat e, in generale, pagamenti tracciabili. La modifica normativa introdotta è volta a sostenere l’utilizzo di strumenti di pagamento elettronici, prevedendo per la lotteria dei corrispettivi premi soltanto nel caso di pagamenti elettronici, in modo da assicurare le conseguenti sinergie con altre iniziative strutturate dal Governo con strumenti di pagamento elettronici all’ interno del Piano Italia Cashless. Si chiarisce che i rimborsi attribuiti per gli acquisti con strumenti di pagamento elettronici non concorrono a formare il reddito del percipiente.
  • Credito di imposta per sanificazioni: Si prevede che il credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro è utilizzabile dal 1° gennaio al 30 giugno 2021 e non più fino al 31 dicembre 2020. Entro la medesima data del 30 giugno 2021 i beneficiari di tale misura agevolativa possono optare per la cessione del credito d’imposta, ai sensi dell’articolo 122 del decreto-legge n. 34 del 2020.
  • Ape sociale e Opzione donna: nel testo di legge di bilancio 2021 vengono prorogate le misure Ape Social e Opzione Donna ovvero i meccanismi di pensionamento anticipato riservato alle donne e a determinate categorie di lavoratori. Per quanto riguarda l’Ape sociale, tra i lavoratori ammessi alle domande, rientrano anche i disoccupati che non hanno beneficiato dell’indennità per mancanza del requisito contributivo e assicurativo mentre per l’opzione donna vi avranno accesso le lavoratrici donne che matureranno i requisiti anagrafici e contributivi entro il 31 dicembre 2020.
  • Fondo a sostegno dell’impresa femminile: al fine di promuovere e sostenere l’avvio e il rafforzamento dell’imprenditoria femminile, la diffusione dei valori di imprenditorialità e lavoro tra la popolazione femminile e massimizzare il contributo, quantitativo e qualitativo, delle donne allo sviluppo economico e sociale del Paese viene istituito il Fondo per l’imprenditoria femminile che prevede il finanziamento di iniziative imprenditoriali e di azioni di promozione dei valori dell’imprenditoria tra la popolazione femminile.
  • Fondo PMI Creative: è istituito, nello stato di previsione del Ministero dello sviluppo economico, il “Fondo PMI Creative”, con una dotazione di 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022. 
  • Proroga del credito di imposta potenziato per le attività di ricerca e sviluppo nel Mezzogiorno
  • Proroga del credito di imposta per investimenti nel Mezzogiorno fino al 31 dicembre 2022
  • Fondo investimenti nel cinema:
    • si incrementano le risorse del Fondo per lo sviluppo degli investimenti nel cinema e nell'audiovisivo di cui all’articolo 13 della legge n. 220/2016;
    • si eleva dal 30 al 40 per cento la percentuale massima del credito di imposta per le imprese di produzione (art. 15, legge n. 220/2016);
    • si eleva in maniera generalizzata dal 30 al 40 per cento la percentuale massima del credito di imposta per le imprese di distribuzione, al contempo sopprimendo il comma 2 che prevedeva i singoli casi in cui, tramite apposito decreto, era riconosciuta una percentuale del 40 per cento (art. 16, legge n. 220/2016);
    • si eleva dal 30 al 40 per cento la percentuale massima del credito di imposta per l’attrazione in Italia di investimenti cinematografici e audiovisivi (art. 19, legge n. 220/2016);
    • si escludono i crediti di imposta di cui agli articoli 15 (produzione) e 19 (l’attrazione in Italia di investimenti) dal limite massimo complessivo previsto dall’articolo 21, comma 1 della legge n. 220/2016); si introduce una clausola di flessibilità nella determinazione delle aliquote dei crediti di imposta, in modo che i decreti del Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, adottati di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, possano tenere conto dell’andamento del mercato e delle esigenze degli operatori. 

Ti potrebbero interessare approfondire le principali misure 2020 nel: Decreto Rilancio dopo la conversione (eBook 2020)

e nel Decreto Agosto convertito in legge (eBook 2020)

Fonte: Governo Italiano


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

La significativita' di revisione (Excel)
In PROMOZIONE a 12,90 € + IVA invece di 16,90 € + IVA fino al 2020-12-15
Calcolo Credito imposta Ricerca e Sviluppo 2020 (excel)
In PROMOZIONE a 54,90 € + IVA invece di 64,90 € + IVA fino al 2020-12-15
Partita Doppia 1: Scritture di esercizio
Scaricalo a 14,90 € + IVA

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE