HOME

/

FISCO

/

LEGGE DI BILANCIO 2022

/

USO CONTANTE SOTTO I 2000 EURO DAL 1 LUGLIO

2 minuti, Redazione , 25/06/2020

Uso contante sotto i 2000 euro dal 1 luglio

Riduzione del limite di utilizzo del contante e credito di imposta con il Pos: ecco le novità

La soglia dei pagamenti in contante si abbassa da 3.000 a 2.000 euro. Ciò è quanto accadrà a partire dal 1 luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021. La previsione è contenuta nell’art. 18 del decreto Fiscale (D.L. n. 124/2019) che contiene diverse misure volte a limitare l' uso del contante e incentivare quello della moneta elettronica al fine di contrastare l’evasione fiscale.

La norma aggiunge che, a partire dal 1 gennaio 2022, la soglia relativa all’uso del contante sarà ulteriormente abbassata a 1.000 euro.

Ulteriore novità consiste nella riduzione delle sanzioni minime che passeranno a 2.000 euro rispettivamente a partire dal 1 luglio e a 1.000 euro dall’1 gennaio 2022.

Queste previsioni significative sono state introdotte dal decreto Fiscale che ha modificato la normativa Antiriciclaggio (D.Lgs. n. 231/2007) riportando tralaltro gradualmente le soglie dei pagamenti in contanti ai limiti originariamente previsti.

Con riferimento alle sanzioni amministrative pecuniarie applicabili nel caso di violazione dei nuovi limiti, si specifica che:

  • fino al 30 giugno 2020 la sanzione andrà da 3.000 euro a 50.000 euro;
  • dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 la forbice è tra i 2.000 e i 50.000 euro;
  • a partire dal 1° gennaio 2022 il minimo edittale sarà di 1.000 euro e il massimo di 50.000 euro.

Per quanto riguarda le modalità di utilizzo del contante non sono previsti cambiamenti e pertanto:

  •  è vietato trasferire denaro contante e titoli al portatore in euro o in valuta estera, a qualsiasi titolo tra soggetti diversi, siano esse persone fisiche o giuridiche, quando il valore oggetto di trasferimento, è complessivamente pari o superiore a 2.000 euro (soglia prevista dal 1° luglio);
  • non è ammesso neppure un pagamento complessivamente superiore alla soglia, artificiosamente frazionato in più versamenti di importo inferiore al limite;
  • è invece ammesso il pagamento parte in contanti (di valore contenuto nella soglia) e parte in assegno che costituisce un metodo tracciabile.

Infine si fa presente che Il Ministero dell’Economia e delle finanze ha chiarito che è sempre possibile effettuare un prelievo o versamento bancario di importo superiore alla soglia in quanto non configura un trasferimento ad un diverso soggetto.

Ulteriore novità contenuta nel decreto Fiscale è la previsione di un credito di imposta nella misura del 30% delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate con carte di debito, di credito, prepagate o mediante altri strumenti di pagamento elettronici tracciabili. La misura a favore dei professionisti con determinati requisiti (ricavi o compensi inferiori a 400 mila euro nell’anno d’imposta precedente), in relazione a cessioni di beni e prestazioni di servizi resi nei confronti di consumatori finali, è volta a incentivare l’utilizzo di mezzi alternativi al contante.

Ti potrebbe interessare il Pacchetto Atlante Antiriciclaggio (10 eBook)  acquistabili anche singolarmente

o anche l'e-book Attività di Compro Oro: Normativa antiriciclaggio

Tag: ANTIRICICLAGGIO E USO CONTANTE 2021 ANTIRICICLAGGIO E USO CONTANTE 2021 LEGGE DI BILANCIO 2022 LEGGE DI BILANCIO 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE · 24/11/2021 Credito d'imposta beni strumentali 4.0: proroghe e nuove aliquote nel ddl di Bilancio 2022

Proroga e nuove aliquote del credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali nuovi “Transizione 4.0” nella Legge di Bilancio 2022: un quadro di sintesi delle novità

Credito d'imposta beni strumentali 4.0: proroghe e nuove aliquote nel ddl di Bilancio 2022

Proroga e nuove aliquote del credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali nuovi “Transizione 4.0” nella Legge di Bilancio 2022: un quadro di sintesi delle novità

Stipendio dei sindaci: aumenti previsti nella Legge di Bilancio 2022

Aumento degli stipendi per sindaci metropolitani e sindaci dei comuni delle regioni a statuto ordinario: è quanto prevede il DDL di Bilancio 2022. Ecco quanto prenderanno al mese

Valorizzazione piccoli borghi: agevolazione IMU per le attività delle aree interne

La Legge di Bilancio in bozza prevede una agevolazione IMU per le attività svolte nei piccoli borghi con meno di 500 abitanti

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.