IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 27/05/2020

Bonus 600 e 1000 euro tra conferme e novità

Tempo di lettura: 4 minuti
ravvedimento breve scadenza

Le regole del decreto Rilancio sui bonus riconfermati e ampliati prevedono una scadenza per la richiesta relativa a marzo e la possibile cumulabilità con l'assegno di invalidità

Commenta Stampa

Come oramai tutti sanno, per  sostenere i soggetti colpiti dall’emergenza epidemiologica “Covid-19”, il Decreto Legge 34/2020 cd."Rilancio",  pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 Maggio,  ha riconfermato diversi tipi di indennità di sostegno al reddito per i lavoratori sia autonomi che dipendenti , includendo anche nuove categorie.

Oltre a ciò, il Decreto ha previsto anche  due novità riguardo la possibilita di richiedere tali indennità :

  • si specifica all'art 75 che tutti i bonus INPS concessi a marzo dal Decreto Cura Italia sono  cumulabili con l'assegno di invalidità (ma non con altri tipi di pensione)
  • si introduce una scadenza per la richiesta della mensilità di marzo 2020, fissata a 15 giorni dalla pubblicazione del Decreto Rilancio (avvenuta il 19 maggio 2020)

L'inps ha ricordato ieri in un comunicato sul proprio sito che : 

  1.  I beneficiari di assegno ordinario di invalidità  che hanno  avuto la domanda respinta   a seguito del riesame d’ufficio potranno ricevere il pagamento dell’indennità di marzo.
  2. coloro  che non abbiano ancora presentato la domanda per l’indennità COVID-19 di marzo, possono richiederla entro il 3 giugno 2020  tramite l’apposito servizio.

 Ricordiamo di seguito le principali previsioni  sugli importi e i beneficiari dei bonus COVID , a seguito del decreto Rilancio :

Bonus aprile

Viene confermataanche per il mese di aprile  l’indennità di 600 euro che è stata erogata a marzo a favore di:

  • liberi professionisti titolari di partita IVA attiva alla data del 23 febbraio 2020 e lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa (co.co.co.) attivi alla medesima data, iscritti alla Gestione separata , non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme di previdenza obbligatoria;
  • lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Ago (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri), non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie;
  • lavoratori dipendenti stagionali del turismo e degli stabilimenti termali che hanno cessato il rapporto di lavoro nell’arco temporale che va dal 1° gennaio 2019 alla data del 17 marzo 2020 e purchè gli stessi non risultino titolari di pensione o di rapporto di lavoro dipendente;
  • lavoratori in somministrazione, impiegati presso imprese utilizzatrici operanti nel settore del turismo e degli stabilimenti termali, che abbiano cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020 non titolari di pensione, né di rapporto di lavoro dipendente, né di NASPI, alla data di entrata in vigore della presente disposizione;
  • lavoratori iscritti al Fondo pensioni dello spettacolo (con almeno 30 contributi giornalieri versati nell’anno 2019 al medesimo Fondo) da cui è derivato un reddito non superiore a 50.000 euro, e non titolari di pensione purchè non  titolari di rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo.

ATTENZIONE ai lavoratori del settore agricolo già beneficiari per il mese di marzo è erogata per il mese di aprile 2020 un’indennità di importo pari a 500 euro.

Bonus maggio di 1.000 euro alle P.Iva che hanno avuto un calo del reddito del 33%

Per quanto riguarda il mese di maggio, il decreto prevede l’aumento dell’indennità a 1.000 euro a favore di

  1. liberi professionisti titolari di partita iva attiva alla data di entrata in vigore del decreto, a condizione che:
  • siano iscritti alla Gestione separata di cui all'articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335,
  • non siano titolari di pensione e non risultino iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie,
  • abbiano subito una comprovata riduzione di almeno il 33 per cento del reddito del secondo bimestre 2020, rispetto al reddito del secondo bimestre 2019.

Si ricorda che i soggetti richiedenti dovranno autocertificare il nuovo requisito all’INPS.

  1.             lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa (co.co.co.)
  •  iscritti alla Gestione separata di cui all'articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335;
  •  non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie;
  •  che abbiano cessato il rapporto di lavoro entro la data di entrata in vigore del decreto 34 2020.
  1.              lavoratori dipendenti stagionali del settore turismo e degli stabilimenti termali , anche in somministrazione che:
  • hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020:
  • Non risultino titolari di pensione, né di rapporto di lavoro dipendente, né di NASPI, alla data di entrata in vigore della presente disposizione.

Infine il bonus da 600 euro è stato esteso a categorie di lavoratori non incluse nel "Cura Italia". L'indennità viene infatti concessa anche per i mesi di aprile e maggio ad ulteriori beneficiari che hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro, a causa dell’emergenza : 

  • lavoratori stagionali di settori diversi dal turismo
  • lavoratori intermittenti
  • lavoratori occasionali iscritti alla Gestione separata
  • incaricati di vendite  porta a porta  iscritti alla Gestione separata.

(cfr. anche "Bonus 600 euro per nuove categorie di lavoratori: novità del decreto Rilancio")

Fonte: Inps


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Costanzosechi Costanzosechi - 22/06/2020
Quando partono i pagamenti
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 laura laura - 08/06/2020
Buongiorno, sono una co.co.co iscritta a gestione separata inps che non ha cessato lavoro a maggio 2020 pertanto non ho diritto a 1000 euro. Volevo sapere, avendo già percepito il bonus covid 600 euro per marzo e in automatico ad aprile, se mi spetta il bonus 600 euro per maggio e se devo fare domanda. è dal mese di marzo che lavoro solo un giorno alla settimana quindi il mio stipendio si è ridotto dell'85% e sicuramente non rientrerò a orario pieno per molti mesi. Grazie buongiorno, sono co.co.co con contratto attivo, quindi nn ho diritto al bonus 1.000 euro per maggio. nel mese di marzo e aprile ho percepito il bonus 600 euro. da febbraio 2022 il mio reddito si è ridotto dell'85% e credo che l'attività non riprenda ad orario pieno ancora per molti mesi, chiedo se per il mese di maggio ho diritto al bonus 600 euro e se devo fare richiesta oppure è automatico come per il mese di aprile. Grazie
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Valentino Valentino - 15/06/2020
Stessa situazione qui, lavoro in una scuola di musica privata, il mio fatturato é calato in media del 70% ogni mese, e inoltre a giugno i miei contratti scadono in quanto termina l'anno accademico, quindi fino a settembre saró senza stipendio. Per ovvie ragioni, il mio contratto non é cessato entro il 19/5. Mi chiedo come possa essere sensato far valere la cessazione involontaria di un contratto piú della possibilitá di dimostrare concretamente un calo del fatturato cosí alto. Resto in attesa di qualche delucidazione
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Gabriele Gabriele - 20/05/2020
Sono un lavoratore che nel 2019 ha avuto un contratto a tempo determinato come cameriere in ristorante di Venezia. Sono compreso in questo nuovo bonus e se si anche per marzo?
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 marco marco - 20/05/2020
Anche io sono nella stessa situazione e mi stavo chiedendo la stessa cosa. Qualcuno sa rispondere?
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 luana luana - 27/05/2020
anch'io sono nella stessa situazione.. sono stata dal 15/02 a 29/03 in ospedale con mio figlio e fino al 20 maggio 2019 non ho emesso fatture..
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Francesca Francesca - 24/06/2020
anche io sono nella stessa identica situazione e mi risce difficile pensare che ZERO EURO non sia una perdita... spero che qualcuno ci risponda.. grazie in anticipo...
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra
 Daniela B Daniela B - 18/05/2020
Sono libero professionista titolare di p.iva iscritta alla gestione separata INPS. Se nel bimestre 2019 il fatturato è stato 0 come anche quello dello stesso bimestre 2020 il bonus da 1000€ di maggio mi spetta oppure no?
Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

La significativita' di revisione (Excel)
In PROMOZIONE a 12,90 € + IVA invece di 16,90 € + IVA fino al 2020-12-15
Calcolo Credito imposta Ricerca e Sviluppo 2020 (excel)
In PROMOZIONE a 54,90 € + IVA invece di 64,90 € + IVA fino al 2020-12-15
Partita Doppia 1: Scritture di esercizio
Scaricalo a 14,90 € + IVA

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE