HOME

/

LAVORO

/

LAVORO ESTERO 2023

/

TASSAZIONE IN ITALIA DEL DIRIGENTE RESIDENTE ALL'ESTERO

2 minuti, Redazione , 14/02/2020

Tassazione in Italia del dirigente residente all'estero

Le modalità di applicazione delle ritenute alla fonte nel caso di un dirigente non residente che svolge attività sia inItalia che all'estero. Risposta interpello n. 36 2020

Ascolta la versione audio dell'articolo

Nella Risposta a interpello n 36  del  6 febbraio 2020 l'Agenzia ha chiarito la modalità di tassazione  tramite ritenute alla fonte,  del lavoro di un dirigente di una multinazionale,  che svolge spesso attività lavorativa in Italia ma non ha la residenza fiscale nello Stato. 

Il caso  prospettato dall'azienda riguarda uno dei  dirigenti apicali  per i quali è frequente    dover svolgere la propria attività lavorativa  all'estero presso le sedi  del gruppo dislocate nelle varie parti del  mondo.   Il dipendente con carica di Chief Executive Officer  è un soggetto fiscalmente non residente in Italia.

 L' azienda , tenuto conto che, ai sensi dell'articolo 3 e dell'articolo 23 del Tuir, sono  imponibili in Italia solo i redditi derivanti da attività lavorativa prestata sul territorio dello Stato chiede se in qualità di sostituto di imposta  debba  assoggettare a ritenute alla fonte il reddito di lavoro dipendente riferito ai soli giorni di
lavoro trascorsi dal CEO nel territorio dello Stato italiano
ed escludere da tassazione in  Italia la parte di reddito relativo ai giorni di lavoro trascorsi all'estero.

L'Agenzia fornisce una risposta positiva e  afferma in fatti che "In ragione, quindi, dell'articolo 23, comma 1, lettera c), del Tuir, nonché  dell'articolo 15 del modello di Convenzione OCSE contro le doppie imposizioni, nel  caso in esame", la Società, deve :

  • richiedere al lavoratore di presentare  apposita  domanda corredata della certificazione di residenza fiscale all'estero - rilasciata dalla  competente autorità fiscale estera - e dalla documentazione comprovante l'effettivo  esercizio dell'attività lavorativa,
  •  operare le ritenute ai fini IRPEF, solo sui redditi di lavoro dipendente prestato  nel territorio dello Stato e non sull'intera retribuzione erogata.

Viene inoltre specificato che per  determinare il reddito di lavoro dipendente imponibile in Italia, occorre fare riferimento al rapporto tra il numero di giorni durante i quali la  prestazione lavorativa è svolta nel nostro Paese e il numero totale di giorni  cui la retribuzione si riferisce , facendo attenzione a considerare  il numero dei
giorni indicati al numeratore e al denominatore del rapporto, con criteri omogenei (in entrambi i casi al netto delle festività, week  end e ferie ) 

La Agenzia fornisce infine le istruzioni per la corretta compilazione della Certificazione Unica  nel caso prospettato .

Allegato

Risposta Interpello 36 2020

Tag: LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO LAVORO ESTERO 2023 LAVORO ESTERO 2023 LAVORO DIPENDENTE LAVORO DIPENDENTE 770/2022: LA DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI 770/2022: LA DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI CERTIFICAZIONE UNICA 2024 CERTIFICAZIONE UNICA 2024

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LAVORO ESTERO 2023 · 05/02/2024 Pensioni: le istruzioni sull'accordo di reciprocità Italia-Moldavia

Pubblicata la circolare INPS sull'applicazione dell'accordo di reciprocità per la sicurezza sociale tra Italia e Moldavia

Pensioni: le istruzioni sull'accordo di reciprocità Italia-Moldavia

Pubblicata la circolare INPS sull'applicazione dell'accordo di reciprocità per la sicurezza sociale tra Italia e Moldavia

Iscrizione AIRE: multe salate per chi non adempie

Variazione residenza anagrafica dall'estero o all'estero, sanzioni salate per la mancata comunicazione: le novità 2024 per i cambi di residenza

Accordo sicurezza sociale Italia Giappone: a breve in vigore

Dal 1 aprile 2024 al via la tutela contro la doppia contribuzione per i lavoratori italiani e giapponesi per distacchi fino a 5 anni. I dettagli

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.