HOME

/

LAVORO

/

LAVORO ESTERO 2022

/

PENSIONE SVIZZERA: TRATTAMENTO FISCALE DELLA CAPITALIZZAZIONE

2 minuti, Redazione , 29/01/2020

Pensione Svizzera: trattamento fiscale della capitalizzazione

Trattamento fiscale applicabile alle prestazioni di previdenza professionale obbligatoria svizzera secondo l'Agenzia Risoluzione 3/E 2020

L'agenzia delle Entrate si è espressa nella Risoluzione 3 E  del 27.1.2020 sul trattamento fiscale applicabile alle prestazioni erogate dalla previdenza professionale obbligatoria svizzera (LPP) (Art. 76, comma 1-bis, della legge 30 dicembre 1991, n. 413) . Il caso riguardava un contribuente che  aveva prestato la propria attività di lavoro dipendente in Svizzera dal 1° gennaio 2011 al 30 giugno 2012, mantenendo la  residenza fiscale in Italia.   In forza del rapporto di lavoro svizzero, il Contribuente ha contribuito sia  all’AVS (cosiddetto “primo pilastro”), sia alla forma  di previdenza professionale svizzera per la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità (il cosiddetto “secondo pilastro”, noto anche con l’acronimo “LPP”).
 L’ente gestore della tesoreria contributiva svizzero ,  non è autorizzato ad  erogare prestazioni previdenziali del “secondo pilastro” a cui stato versato il montante contributivo LPP  ma  garantisce la possibilità di  riscatto del capitale  versato. L’Istante chiedeva quindi  chiarimenti circa l’applicabilità del regime fiscale italiano  di questo tipo di  prestazioni erogate dagli enti previdenziali svizzeri, alla luce della normativa vigente (articolo 55 quinquies del decreto legge n. 50 del 2017, che ha introdotto il nuovo comma 1-bisdell’articolo 76 della legge 431/1991,  chiariti con la  circolare n. 30/E del 11 agosto 2015) che prevede una imposta sostitutiva del 5% per le capitalizzazioni della previdenza integrativa .

L'agenzia  ricorda innanzitutto  che  l’intervento normativo  citato  prevede la presenza di un intermediario residente (banca ) che  applichi una ritenuta di imposta al 5 per cento, al momento del versamento in conto ,  esonerando il contribuente dall’indicazione di tali somme nella dichiarazione dei redditi.

Nel caso del contribuente che ha posto l'interpello,  però,  essendo un soggetto fiscalmente residente in Italia e l’ente pensionistico di natura privatistica, alla somma in questione non riscossa tramite intermediari residenti non può  applicarsi la ritenuta alla fonte del 5 per cento a titolo d’imposta.
La somma  liquidata una tantum sotto forma di capitale, deve invece  essere assoggettata a tassazione separata (articolo 17, comma 1, lettera a), secondo periodo, del TUIR)   in quanto puo essere qualificata come “altre indennità e somme percepite una volta tanto in dipendenza della cessazione dei predetti rapporti, comprese l’indennità di preavviso, le somme risultanti dalla capitalizzazione di pensioni"

Allegato

Risoluzione 3E 27.1.2019

Tag: LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO PENSIONI: LE NOVITÀ 2022 PENSIONI: LE NOVITÀ 2022 LAVORO ESTERO 2022 LAVORO ESTERO 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RIFORMA DELLO SPORT · 12/05/2022 Lavoro sportivo professionisti: limiti al regime impatriati

Possibili modifiche nell'applicazione del regime impatriati agli sportivi professionisti a favore di ulteriori finanziamenti ai settori giovanili. Emendamento al DL 21-2022

Lavoro sportivo professionisti: limiti al  regime impatriati

Possibili modifiche nell'applicazione del regime impatriati agli sportivi professionisti a favore di ulteriori finanziamenti ai settori giovanili. Emendamento al DL 21-2022

La tassazione dei lavoratori frontalieri Italia-Svizzera novità in arrivo

Un disegno di legge approvato dal Consiglio dei Ministri il 3/12/2021 modifica la tassazione dei lavoratori frontalieri Italia-Svizzera

Residenza fiscale e iscrizione all'AIRE: cosa è cambiato

Iscrizione nell'anagrafe della popolazione residente requisito prioritario ma non piu' esclusivo per determinare la residenza fiscale

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.