HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

VIDEOSORVEGLIANZA: INSUFFICIENTE L'OK DEI LAVORATORI

2 minuti, Redazione , 19/12/2019

Videosorveglianza: insufficiente l'ok dei lavoratori

Insufficiente il benestare del personale per l'installazione di sistemi di videosorveglianza nel luogo di lavoro: nuova pronuncia di Cassazione 50919 2019:

Nella  sentenza n. 50919/2019 la Cassazione si è occupata di nuovo dei limiti della videosorveglianza nei luoghi di lavoro  riaffermando che il consenso dei lavoratori all’installazione di un impianto di videosorveglianza nei locali dell’impresa non  è sufficiente  .

La procedura  da seguire resta quella prevista dall’articolo 4 della legge 300/1970, la quale impone due uniche modalità:

  • l’accordo sindacale o 
  • l’autorizzazione dell’ispettorato territoriale del lavoro.

 L'indicazione è sempre stata ribadita  dai documenti di prassi  dell'ispettorato del lavoro, con l'eccezione del lavoro domestico per il quale il consenso del lavoratore è sufficiente.

La motivazione che  è che tale disciplina soddisfa un interesse collettivo  di  tutela della dignità dei lavoratori,    che non puo essere prevaricato  dal consenso  dei singoli  seppur prestato dalla totalità delle persone che prestano l' attività in azienda.

Il caso  riguardava un  datore di lavoro  condannato in sede penale a 1.000 euro di ammenda per avere installato 16 telecamere nella propria struttura aziendale, senza aver raggiunto un accordo con la rappresentanza sindacale e neppure l’autorizzazione  dell’ispettorato ( per la quale aveva fatto richiesta ma aveva poi proceduto senza atendere la risposta).

La difesa del lavoratore si basava sul consenso dato dai lavoratori,  seppure dopo l'installazione  del sistema di  controllo a distanza, in azienda, con ciò superando i profili di illiceità penale .Inoltre dopo il rilievo le telecamere erano state smantellate.

La Cassazione  invece, ribadisce il suo orientamento  consolidato, con rare eccezioni , e  si sofferma in particolare  :

  • sul fatto che l'assenso è comunque stato perfezionato dopo l'illecito, che in quwesto modo non puo essere sanato e
  • sul fatto che  solo le rappresentanze sindacali dei lavoratori, possono prestare l'autorizzazione  in quanto espressione dell’interesse collettivo e superindividuale   . I lavoratori senza rappresentanza costituiscono  parte debole   rispetto alla parte datoriale. 

Nella sentenza si afferma infatti che «Le diseguaglianze di fatto» e la «indiscutibile» sproporzione nei rapporti di forza economico-sociali a vantaggio del datore impone di ritenere inderogabile il confronto con le rappresentanze sindacali e, in mancanza di accordo, l’autorizzazione dell’ispettorato per la valida installazione dei sistemi di sorveglianza".

Allegato

Cass-pen 50919 2019 videosorveglianza

Tag: LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO LAVORO DIPENDENTE LAVORO DIPENDENTE PRIVACY 2022 PRIVACY 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

ASSEGNI FAMILIARI E AMMORTIZZATORI SOCIALI · 24/06/2022 Part time verticale: bonus in arrivo da 550 euro

Nuova indennità in un emendamento alla conversione del decreto Aiuti per i lavoratori con part time ciclico verticale. Annuncio del Ministro

Part time verticale:  bonus in arrivo da 550 euro

Nuova indennità in un emendamento alla conversione del decreto Aiuti per i lavoratori con part time ciclico verticale. Annuncio del Ministro

Assunzioni: ok in CDM ai nuovi obblighi di comunicazione

Il Governo ha approvato ieri il decreto che recepisce la direttiva europea sulla comunicazioni obbligatorie ai lavoratori sulle condizioni di lavoro.

Consulenti del lavoro: responsabili delle asseverazioni per  i nulla osta

Il decreto semplificazioni affida a CDL e organizzazioni datoriali le verifiche sui requisiti per il nulla osta a richieste di assunzione di extracomunitari

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.