Rassegna stampa Pubblicato il 30/10/2019

Brexit: escluso il no-deal. Slitta al 31 gennaio la data per l'accordo

brexit punto assistenza quesiti

Brexit: Gran Bretagna al voto il 12 dicembre 2019. Entro fine gennaio necessario trovare un accordo con l'Unione Europea

Brexit o no brexit? Elezioni anticipate si o no? Sono molti i dubbi che in queste ore stanno tenendo gli operatori economici che commerciano con la Gran Bretagna, con il fiato sospeso.

Per prima cosa, nella giornata di ieri si è deciso per il voto anticipato e la data è il 12 dicembre 2019 evitando così il cd. "no-deal" cioè l'uscita dallUnione Europea senza accordi.

Infatti dopo la concessione di ulteriori tre mesi da parte dell'Unione Europea per trovare un accordo tra UE e Gran Bretagna fa si che almeno fino al 31 gennaio 2020 non ci sarà una rottura "no-deal".

Si ricorda che già il termine del 31 ottobre, ritenuto dal Premier Jhonson come dead line finale, era stato frutto di una concessione da parte dell'Unione Europea, che a tutela dei vari operatori ha cercato più volte accordi con i leade britannici. Il requisito necessario per la concessione degli ulteriori 3 mesi di proroga è stata la richiesta di "sincera cooperazione" verso i partner economici.

Questa decisione fa tirare un sospiro di sollievo in quanto le relazioni economiche tra Unione Europea e Gran Bretagna sono già in calo ora, così come riportato sul Sole24ore di oggi (30.10.2019) a pagina 18.

Segui il Dossier Brexit presente sul Blog di Fiscoetasse per essere sempre aggiornato sulle novità in argomento.

Fonte: Fisco e Tasse




Prodotti per Operazioni Intra ed extra comunitarie

16,90 € + IVA
14,90 € + IVA
12,90 € + IVA
10,90 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)