Rassegna stampa Pubblicato il 05/09/2019

Salario minimo e welfare tra le novità sul lavoro del Conte bis

presidente Conte

Non c'è Quota 100 ma salario minimo e molto welfare nel programma del nuovo Governo Conte. Ecco la bozza integrale sottoposta agli iscritti del M5S

Tra le poche cose certe, in questi giorni di estrema confusione nel panorama politico e di ribaltamenti delle posizioni di tutti i protagonisti, ci sono le prospettive di cambiamento sui temi del lavoro e della previdenza. Molte novità sulle  leggi inaugurate da poco o in preparazione  come Quota 100, Reddito di Cittadinanza,  Salario minimo, riduzione del cuneo fiscale,  che saranno in primo piano nell'attività del Governo Conte 2 che sta nascendo in queste ore.

Come si legge nella Bozza del programma M5S PD  proposto ieri dal Movimento 4 stelle in occasione del referendum telematico ai propri iscritti: tutto il secondo punto  è praticamente dedicato ai temi della tutela del  lavoro e a un miglioramento del welfare. Inesistenti invece i riferimenti alle pensioni.

Questo il testo del Punto 2: 

"a) ridurre le tasse sul lavoro, a vantaggio dei lavoratori (cuneo fiscale);

b) individuare una retribuzione giusta ("salario minimo"), garantendo le tutele massime a beneficio dei lavoratori;

c) approvare una legge sulla rappresentanza sindacale;

d) individuare il giusto compenso anche per i lavoratori non dipendenti, al fine di evitare forme di abuso e di sfruttamento in particolare a danno dei giovani professionisti;

e) realizzare un piano strategico di prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali;

f) introdurre una legge sulla parità di genere nelle retribuzioni e  recepire le direttive europee sul congedo di paternità obbligatoria e sulla conciliazione tra lavoro e vita privata. 

Gli altri punti sul lavoro   contenuti nel programma  sono i seguenti:

  • Welfare: misure di sostegno o alle famiglie con persone con disabilità e alle famiglie numerose.
  • investimenti per la crescita e il lavoro al Sud
  • diritti dei lavoratori digitali (cosiddetti riders)
  • investire sulle nuove generazioni
  • promozione del turismo 
  • tutela e valorizzazione del personale della difesa e  delle Forze dell'ordine .

E Quota 100?  Nel programma non vengono nominate apertamente le pensioni  Quota 100 o né Quota 41 di salviniana memoria; quindi  chiaramente sospesa la  cancellazione della legge Fornero.   L'elenco di iniziative da finanziare, soprattutto dal punto di vista fiscale con il disinnesco delle clausole sull'IVA,  comporterà  infatti  necessariamente una spending review. Il pensionamento anticipato  con Quota 100 con ogni probabilità dovrebbe essere rivisto e quindi non riconfermato alla fine della sperimentazione prevista per il 2021. Probabile invece che si confermino le misure che salvaguardano le pensioni dei lavoratori usuranti e precoci, APE sociale e Opzione Donna, introdotti dai precedenti Governi con il PD.

Tutte le novità del Decreto Crescita nel pacchetto Decreto Crescita 2019: eBook + Circolare per i clienti

Fonte: Fisco e Tasse





Prodotti per La rubrica del lavoro , Riforme Governo Conte

 
50,00 € + IVA
 
14,90 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)