Rassegna stampa Pubblicato il 30/09/2019

Versamenti al 30 settembre: quali sono i criteri di rateizzazione?

proroga versamenti

Proroga dei versamenti delle dichiarazioni al 30 settembre: ecco a cosa prestare attenzione

A 10 giorni di distanza dal termine per i versamenti, rivediamo i chiarimenti forniti dall'Agenzia delle Entrate in merito ai vari piani di rateizzazione dopo la proroga dei versamenti delle dichiarazioni dei redditi al 30 settembre 2019 concessa dal Decreto Crescita (DL 34/2019). Le polemiche su questa scadenza non mancano, in particolar modo per quanto riguarda gli ISA che hanno contribuito a provocare lo sciopero indetto dai Dottori Commercialisti proprio in vista del 30 settembre (ISA 2019: sciopero dei commercialisti. Lettere in arrivo per i clienti).

Prima di riportare le tabelle riassuntive dei termini di versamento, ecco cosa è stato chiarito nella Risoluzione 71/E allegata a questo articolo.

Per prima cosa, resta ferma la facoltà di versare, prima del 30 settembre 2019, le somme dovute avvalendosi degli ordinari piani di rateazione, vale a dire senza beneficiare della proroga in commento. In tale ipotesi vanno versate, entro il 30 settembre 2019:

  • le prime quattro rate, senza interessi;
  • qualora ci si avvalga del beneficio di cui al citato articolo 17, comma 2, del d.P.R. n. 435 del 2001, le prime tre rate, senza maggiorazione ed interessi.

In tutti i casi è, comunque, necessario dare evidenza, nella delega di pagamento, del numero di rata versata.
 

Qualora, invece, entro il termine del 30 settembre 2019, si effettuino più versamenti con scadenze ed importi a libera scelta (senza, quindi, avvalersi di alcun piano di rateazione), resta fermo l’obbligo di versare la differenza dovuta a saldo al più tardi entro il 30 settembre 2019, senza interessi. 

Infine,  i termini di versamento possono così riassumersi:

TITOLARI DI PARTITA IVA

N. rata Scadenza  Interessi % Scadenza (*) Interessi (*) % 
1 30 settembre 0 30 ottobre
2 16 ottobre 0,18  18 novembre 0,18 
3 18 novembre 0,51    

(*) Maggiorando l’importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interessi corrispettivi

NON TITOLARI DI PARTITA IVA

N. rata Scadenza  Interessi % Scadenza (*) Interessi (*) % 
1 30 settembre 0 30 ottobre
2 31 ottobre 0,33 31 ottobre  0
3 2 dicembre 0,66 2 dicembre 0,33

(*) Maggiorando l’importo da rateizzare dello 0,40% a titolo di interessi corrispettivi

Ti segnaliamo la Circolare del Giorno di Fiscoetasse Proroga dei versamenti e rateizzazione: i chiarimenti

Fonte: Fisco e Tasse





Prodotti per Redditi Società di Persone 2019, Redditi Persone Fisiche 2019, Redditi Società di Capitali 2019, Professione Commercialisti ed Esperti Contabili, Circolari - Risoluzioni e risposte a Istanze

 
4,90 € + IVA
 
4,90 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)