Rassegna stampa Pubblicato il 15/05/2019

Cause ostative al regime forfetario: ancora risposte

Dubbi regime forfettario

Causa ostativa regime forfettario superata in caso di possesso di srl con codice ATECO diverso dalla professione esercitata. Nuova risposta dell'Agenzia delle Entrate

Continuano numerosissime le risposte agli interpelli con i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate sulle cause ostative all’applicazione del regime c.d. forfetario, con la pubblicazione della Risposta 137 del 13 maggio 2019 (allegata a questo articolo).

Nel caso di specie l’istante, iscritto all’Albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili, collabora con la società Alfa S.r.l. partecipata con una quota dell’80% dalla moglie. L’istante è anche membro del consiglio di amministrazione della suddetta società, e ha emesso parcelle nei confronti della medesima Alfa S.r.l., tanto nel periodo di imposta 2017 (per una quota di circa il 36% del proprio fatturato), quanto nel periodo di imposta 2018 (per una quota di circa il 28% del proprio fatturato). Il professionista ha chiesto se è in possesso o meno dei requisiti per aderire al regime forfettario, dopo le modifiche introdotte dalla Legge di bilancio 2019 (L. 205/2018).

Nel rispondere, l'Agenzia delle Entrate ha ricordato che la legge di bilancio 2019 ha modificato, con portata estensiva, l’ambito di applicazione del regime forfetario e ha riformulato alcune delle cause ostative all’applicazione del regime stesso. In particolare, per quel che qui rileva, la lettera d) del comma 57 dell'art. 1 L. 190/2014 prevede che non possono applicare il regime forfetario gli esercenti attività d’impresa, arti o professioni che controllano direttamente o indirettamente società a responsabilità limitata, le quali esercitano attività economiche direttamente o indirettamentericonducibili a quelle svolte dagli esercenti attività d’impresa, arti o professioni. Come chiarito in precedenti documenti di prassi (crf circolare n. 9/E del 2019) affinché operi tale causa ostativa è necessaria la compresenza:

1) del controllo diretto o indiretto di società a responsabilità limitata e
2) dell’esercizio da parte della stessa di attività economiche direttamente o indirettamente riconducibili a quelle svolte dagli esercenti attività d’impresa, arti o
professioni.
In assenza di una delle predette condizioni, la causa ostativa non opera e il contribuente può applicare o permanere nel regime forfetario. Inoltre, riguardo alla decorrenza della causa ostativa, la medesima circolare precisa che ai fini della verifica delle stessa assume rilevanza l’anno di applicazione del regime e non l’anno precedente, dal momento che solo nell’anno di applicazione del regime può essere verificata la riconducibilità diretta o indiretta delle attività economiche svolte dalla s.r.l. a quelle esercitate dal contribuente in regime forfetario. In presenza degli altri requisiti dunque, il contribuente può aderire per il 2019 al regime forfetario in quanto la presenza della causa ostativa va valutata in detto anno e – ove ne sia accertata l’esistenza – comporterà la decadenza dal regime nel 2020.

Con riferimento al caso di specie,

  • ricorrere la prima condizione in quanto nell’ambito delle persone interposte andranno ricompresi i familiari di cui all’articolo 5, comma 5, del TUIR, tra i quali figura anche il coniuge.
  • Con riferimento alla seconda condizione il professionista svolge un’attività rientrante in una sezione ATECO differente rispetto a quella in cui ricade l’attività svolta dalla s.r.l. indirettamente controllata (rispettivamente, sezione “M” e sezione “J”).

Pertanto ove le attività effettivamente esercitate dalla persona fisica e dalla società indirettamente controllata dovessero ricondursi a due sezioni ATECO differenti non risulterebbe integrata la causa ostativa di cui alla lettera d) del comma 57 dell’articolo 1 della legge n. 190 del 2014.

Per un calcolo della convenienza ti potrebbe interessare il Pacchetto "Regime forfetario 2019 e convenienza (eBook + excel)", mentre per un'analisi degli ultimi chiarimenti forniti dall'Agenzia delle Entrate ti consigliamo 2 Circolari in un unico pacchetto

Ti segnaliamo anche la Fattura Professionista regime forfettario (excel) Foglio di calcolo che consente di produrre la fattura del professionista in regime forfettario, pronta per essere stampata su carta intestata

Fonte: Fisco e Tasse





Prodotti per Circolari - Risoluzioni e risposte a Istanze, Regime forfettario 2019

prodotto_fiscoetasse

SCARICALO A

4,90 €

prodotto_fiscoetasse
599,00 € + IVA

IN PROMOZIONE A

399,00 € + IVA


Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)