Rassegna stampa Pubblicato il 08/05/2019

Sblocca cantieri: le critiche al decreto in corso di conversione

contributi edilizia

Sul DL Sblocca cantieri molte critiche nelle audizioni in Senato: cosa prevede? Affidamento diretto sotto i 40mila euro. Fino a 200mila euro obbligo di invito di 3 operatori . Subappalto fino al 50%

Il decreto "Sblocca cantieri"  ha apportato molte  modifiche alle procedure per l'affidamento di appalti, in un ottica di semplificazione e velocizzazione dei lavori .

Sono in corso in questi giorni le audizioni in Commissione al Senato  degli enti interessati  dalla Corte di Conti all'associazione dei Costruttori ANCE, ai sindacati. Stamattina 8 maggio è scaduto  il termine per la presentazione degli emendamenti, slittata di un giorno perchè il Governo stesso sta lavorando ad alcune modifiche. 

In particolare sono stati ascoltati:

CONFINDUSTRIA

- CNA NAZIONALE 

- CONFCOMMERCIO 

- ORGANIZZAZIONI SINDACALI 

- ALLEANZA DELLE COOPERATIVE ITALIANE 

- ASSOIMMOBILIARE 

- CONFEDILIZIA 

- CONFARTIGIANATO 

- CORTE DEI CONTI

- ANCE 

- RETE DELLE PROFESSIONI TECNICHE 

- ANCI - UPI - CONFERENZA REGIONI E PROVINCE AUTONOME 

- INAIL 

Da più parti arrivano critiche all'impianto del decreto:

  • La Corte dei Conti vede come rischioso l'affidamento diretto  per i contratti sotto soglia,  che sono i piu numerosi e portano ripercusssioni al principio della libera concorrenza
  • Il servizio Bilancio del Senato  contesta un problema di  coperture   delle nomine dei commissari straordinari per la velocizzazione delle procedure, nomine con costi non contabilizzati
  • l'ANCE associazione dei costruttori esprime preoccupazione  per le misure adottate che non agiscono sulle fasi a monte della gara  mentre rischiano di sacrificare principi di correttezza e trasparenza con il modello del "supercommissario" che puo derogare a tutte le procedure . Necessario un limite sul danno erariale .
  • Confidustria denuncia lo stallo  riguardo le opere già in corso e chiede l'adozione dei provvedimenti attuativi per quanto riguarda i  supercommissari . Inoltre ritiene prioritario  definire le ipotesi di colpa grave  per la responsabilità erariale e assicurare una garanzia dello stato per le PMI subappaltatrici  nelle procedure di crisi 
  • i Sindacati hanno criticato il fatto che queste regole si applicheranno ai bandi futuri non  a quelli attualmente in stallo e denunciano la minore trasparenza e il ridimensionamento del ruolo dell'Autorità anticorruzione 
  • Critiche anche da CNA e alleancza COOP preoccpati per il ritorno al massimo ribasso che rischia di mettere a repentaglio la sicurezza dei lavoratori
  • Piu favorevoli Confartigianato e Confcommercio  che comunque chiedono norme di maggior favore per le PMI.

Ricordiamo che le  principali novità  del decreto erano le seguenti:

  • I lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria che non prevedono il rinnovo o la sostituzione di parti strutturali potranno essere affidati sulla base del progetto definitivo.
  • Per realizzazione di opere sopra  la soglia di 200mila euro e fino alla soglia comunitaria  (5.548.000 euro ) procedura aperta disciplinata dall’articolo 60 del Codice dei contratti, (con esclusione automatica delle offerte anomale con ribasso superiore alla media)
  • tra 40 mila e 200 mila euro possibile procedura di confronto competitivo con obbligo di invito di tre operatori 
  • Nel caso di  acquisizione servizi compresi nell’allegato IX,   mini-gara con invito al almeno cinque operatori  dai 40 mila alle fino alle soglie UE  (221mila e 750mila euro )
  • affidamento diretto sotto i 40 mila euro 
  • appalto integrato per i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, ad esclusione degli interventi di manutenzione straordinaria che prevedono il rinnovo o la sostituzione di parti strutturali delle opere o di impianti;
  • Nel caso  in cui l'elemento tecnologico o innovativo delle opere  sia  prevalente rispetto all'importo complessivo dei lavori, nel caso di  appalto integrato, i requisiti minimi per la progettazione oggetto del contratto devono essere previsti  già nei documenti di gara; 
  • in tema di albo dei commissari di gara in caso di indisponibilità o di disponibilità insufficiente di esperti iscritti nella sezione ordinaria dell'Albo,  la commissione è nominata, anche solo parzialmente, dalla stazione appaltante competente  tenuto conto delle specifiche caratteristiche del contratto da affidare e delle connesse competenze;
  • Puo essere subappaltato fino al 50% dei lavori della gara
  • viene eliminata la parte che prevedeva l'esclusione in caso di condanna riferita ad un subappaltatore;
  • Attestazione SOA:  il periodo di attività documentabile è quello relativo ai quindici anni antecedenti la data di sottoscrizione del contratto con la SOA per il conseguimento della qualificazione;

Importante  nuova disposizione  nel riformulato articolo 36, comma 5 del Codice, che consente alle amministrazioni di effettuare la valutazione delle offerte economiche prima dell’analisi della documentazione amministrativa relativa a requisiti e documenti per la partecipazione alla gara.

Cio significa che il progetto esecutivo puo arrivare dopo  la chiusura della gara e questo ha comportato spesso in passato la lievitazione incontrollata dei costi  dovuta appunto alla valutazione piu precisa e dettagliata dei vari capitoli di spesa da parte dell'impresa che esegue i lavori.

Per approfondire partecipa al webinar gratuito sul  "D.L. 'sbloccacantieri': le novità per le imprese" che si terrà Venerdi 10 maggio 2019 dalle ore 14-15

ISCRIVITI AL CORSO GRATUITO

DOCENTE: Dario Capotorto, Avvocato cassazionista, con vasta esperienza nel contenzioso in materia di appalti pubblici. Professore a contratto di diritto amministrativo, insegna Diritto dei Contratti e dei Servizi Pubblici all’università di Cassino e del Lazio Meridionale. Coordinatore della sezione Imprese della Rivista Appalti & Contratti. Autore di diversi saggi e monografie in tema di contrattualistica pubblica, regolazione e concorrenza.

----------------------------------------
Il convegno, di taglio operativo, esamina le numerose e dirompenti novità introdotte dal Decreto “sblocca-cantieri”:

-       la soft law e il ritorno al regolamento unico
-       le modifiche ai requisiti di qualificazione
-       la soppressione del rito super-speciale nel Codice del processo amministrativo
-       i nuovi criteri di calcolo delle offerte anomale
-       le numerose e impattanti novità in materia di subappalto
-       le nuove prescrizioni in materia di consorzi stabili
-       le disposizioni sulle procedure di affidamento in caso di crisi di impresa
-       la proroga dell’entrata in vigore dell’art. 177 del d.lgs. n. 50/2016 e i problemi operativi

ISCRIVITI AL CORSO GRATUITO

Fonte: Il Sole 24 Ore




Prodotti per La rubrica del lavoro , Appalti, Agevolazioni per le Piccole e Medie Imprese

151,54 € + IVA
91,92 € + IVA
 
18,90 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)