HOME

/

LAVORO

/

CCNL E TABELLE RETRIBUTIVE 2024

/

CCNL DMO FEDERDISTRIBUZIONE: FIRMATO IL RINNOVO

CCNL DMO Federdistribuzione: firmato il rinnovo

Ecco aumenti e una tantum da 350 euro con il rinnovo del contratto della grande distribuzione moderna organizzata. Testo CCNL e tabelle in vigore

Ascolta la versione audio dell'articolo

E' giunta  il 23 aprile 2024  la firma  anche per il  contratto nazionale della distribuzione moderna organizzata, dopo la difficile trattativa che perdurava per  questo settore,   che interessa circa  220 mila addetti.

Sul piano economico,  sono state soddisfatte le richieste dei sindacati  per un adeguamento in linea con gli altri Ccnl del settore, recentemente rinnovati. 

Sono previsti infatti, dal punto di vista economico:

  • un aumento retributivo complessivo  di 240 euro al quarto livello.  e
  •  una  «una tantum» di 350 euro,    in due tranche a luglio 2024 e luglio 2025.

ll nuovo contratto sarà vigente dal 31 marzo 2024 al  fino al 31 marzo  2027 .

II  precedente contratto era stato  firmato il 19 dicembre 2018 da Federdistribuzione e i sindacati di  Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs e scaduto a dicembre 2019.  A seguito dello sciopero del 30 marzo 2024  le imprese  avevano annunciato la ripresa delle trattative  con un aumento di 70 euro come anticipo sui futuri aumenti in busta paga già con la mensilità di aprile.( vedi i dettagli al paragrafo successivo)

Si ricorda che sono interessate  le imprese del commercio, alimentari e non alimentari, organizzate in catene di negozi, franchising, ingrosso, cash and carry e shopping on line. Federdistribuzione infatti ragguppa i colossi Auchan, Carrefour, Esselunga, Leroy Merlin, Ikea, Pam, Panorama  Rinascente ma anche Coin, Decathlon, Despar, Metro, Ovs, Zara  che vantano un giro di affari superiore ai 65 miliardi di euro, 15 mila punti di vendita , diretti e in franchising.  Queste aziende prima del 2018 applicavano anch'esse il ccnl Confcommercio terziario.

Da segnalare anche che durante la trattativa si è registrata anche la disdetta del contratto da parte di LIDL 

CCNL DMO la trattativa 2024 e  le proposte  sindacali

Il  primo incontro  per il rinnovo del contratto era stato tenuto il 24 marzo 2021  ed era  stato presentato un documento unitario dalle tre sigle sindacali in cui si  sottolineava la necessità  di 

  1. adattare le competenze dei lavoratori alle nuove sfide del contesto economico. 
  2.  accompagnare i processi di turn over attraverso la cosiddetta staffetta generazionale.
  3. nuove tutele e garanzie per la conciliazione dei tempi di vita e tempi di lavoro, 
  4. attenzione al welfare, all’assistenza sanitaria integrativa e alla previdenza complementare, alla formazione, alla lotta alla discriminazione di genere
  5. la rivisitazione delle professionalità nei sistemi di classificazione del personale 
  6. rendere più strutturato l’articolato contrattuale in tema di lavoro agile 
  7.  aggiornare le norme su agibilità sindacali e le aree su cui possono intervenire la contrattazione di secondo livello  e la  contrattazione integrativa aziendale.

Gli incontri sono ripresi ad  20 ottobre 2021: le parti hanno  stabilito  in primo luogo di procedere alla sottoscrizione definitiva del testo unico contrattuale risultante dal riallineamento dell’intesa di rinnovo del 19 dicembre 2019 e dalla disciplina riconducibile alla versione del CCNL Terziario distribuzione servizi dell 2013 (quando Federdistribuzione era ancora in Confcommercio). 

Dopo un rallentamento del confronto,  a dicembre 2022  è stato firmato un protocollo comune a tutte le sigle del settore terziario e commercio, compresa la DMO,   che ha garantito un anticipo di adeguamento economico,  in vista degli attesi rinnovi  (indennità una tantum di 350 euro e acconto sui futuri aumenti)  e accordi sul successivo calendario  per la prosecuzione delle trattative.

Vedi qui i dettagli Contratti commercio anticipo 2023 degli aumenti 

Il confronto tra i sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs e l'associazione imprenditoriale di settore Federdistribuzione,  è proseguito il 28 febbraio 2023 sui temi della classificazione del personale, del franchising e delle politiche di genere.

Sulla classificazione del personale Federdistribuzione  proponeva  l'eliminazione dell'inquadramento unico dalle figure professionali riconducibili alle aziende di pubblicità dell'e- commerce, del farmacista (responsabile di parafarmacia e non), del supervisore di barriera casse e dell'addetto al picking.

Sulle politiche di genere i sindacati chiedevano  di rafforzare il  congedo per le donne vittime di violenza di genere, e di specificare le clausole per i contratti a termine . 

Il diniego giunto lo scorso anno aveva  portato alla rottura con i recenti scioperi , con una alta adesione secondo i sindacati  (in media del 60%),  smentita però dalle imprese

Come detto  due settimane fa le imprese aderenti a Federdistribuzione hanno deciso di riconoscere ai propri lavoratori un aumento di 70 euro lordi mensili (riparametrati al IV livello) a decorrere dal prossimo mese di aprile, a titolo di anticipo sui futuri aumenti contrattuali.

 Contratto DMO le novità del innovo 2024 

 In attesa del testo integrale  del rinnovo, che deve essere ratificato dalle assemblee dei lavoratori   le principali novità segnalate dal comunicato sindacale sono  le seguenti:

Dal punto di vista economico  l’intesa prevede:

  •  un aumento contrattuale a regime di 240 euro al quarto livello, da riparametrare, con l’erogazione di una massa salariale di 7.180 euro comprensiva dell’Una Tantum di 350 euro, con una prima tranche di 70 euro  retroattiva da aprile 2024, in aggiunta ai  30 euro precedentemente concordati.
  •  l’incremento dell’indennità annua della clausola elastica del part-time, che passa da 120,00 euro annui a 155,00
  •  un elemento economico pari al 30% dell’IPCA al netto degli energetici importati previsionale applicato ai minimi retributivi contrattuali nel caso di mancato rinnovo del Ccnl dopo 6 mesi dalla scadenza o dalla presentazione della piattaforma.

Sulla parte normativa:

  •  è stata aggiornata la classificazione in ragione dei nuovi profili professionali di settore;
  • definiti miglioramenti sulle politiche di genere e i ulteriori congedi retribuiti per le donne vittime di violenza, con il diritto ad astenersi dal lavoro per 90 giorni per motivi connessi al percorso di protezione;
  • innalzamento del part time minimo da 18 a 20 ore settimanali.

Il contratto e i minimi retributivi 2019 

 Il trattamento economico   prevede :

  • nuovi minimi contrattuali dal 2019 – che recepiscono gli incrementi salariali erogati da Federdistribuzione pari a 61€ al IV livello - oltre ad un aumento salariale pari a 24€ al IV livello, da riparametrare per gli altri, con decorrenza dal mese di dicembre del 2018 corrisposti nel mese di gennaio 2019
  •  due erogazioni straordinarie una tantum pari a 500 euro nel mese di febbraio 2019 e a 389 nel mese di marzo 2020, a copertura del periodo di carenza contrattuale dal 2015/2018.
  •  un sistema di bilateralità ad hoc anche con riferimento all’assistenza sanitaria integrativa di natura obbligatoria nonché alla formazione professionale rivolta ai quadri aziendali.
  • Infine il testo del contratto richiama come parte integrante gli istituti, gli articoli e le clausole  del contratto collettivo nazionale di lavoro del terziario, distribuzione e servizi del 18 luglio 2008, così come integrati e modificati dal contratto in vigore al 31 dicembre 2013, riferiti al sistema di relazioni sindacali, contrattazione, diritti sindacali, tutela della salute e della dignità della persona, composizione delle controversie e disciplina del rapporto di lavoro.

 Qui il testo integrale del CCNL in vigore .  

Di seguito la tabella dei minimi retributivi :


Tag: LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO CCNL E TABELLE RETRIBUTIVE 2024 CCNL E TABELLE RETRIBUTIVE 2024 LAVORO DIPENDENTE LAVORO DIPENDENTE

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

maurizio - 15/01/2019

Buonasera, vorrei sapere se nel nuovo CCNL grande distribuzione organizzata sono compresi anche i dipendenti del commercio distribuzione e servizi. Nel mio caso, sono un dipendente COOP 3.0

Domenico - 22/12/2018

Vorrei sapere se il nuovo ccnl riguarda anche gli apprendisti in staff leasing?

parrucchieri Pavia - 20/12/2018

Una notizia veramente informativa, grazie adesso riesco a capire di più nei concetti sopra decritti

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA BUSTA PAGA 2024 · 21/06/2024 Quattordicesima: in quali CCNL è prevista?

Vediamo in un tabella i principali contratti collettivi che prevedono la quattordicesima mensilità e le modalità di erogazione

Quattordicesima: in quali CCNL è prevista?

Vediamo in un tabella i principali contratti collettivi che prevedono la quattordicesima mensilità e le modalità di erogazione

CCNL impiegati agricoltura: firmato il rinnovo 2024

Aumenti del 6,9% nel rinnovo del CCNL dei Quadri e Impiegati agricoli firmato il 18 giugno 2024 nuova tabella retributiva e altre novità

CCNL orafi  argentieri: ecco gli  aumenti dal 1.6.2024

Nuove tabelle retributive per il CCNL orafi argentieri industria: accordo del 17 giugno 2024. Allegato il testo in pdf del contratto in vigore e sintesi delle novità

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.