HOME

/

NORME

/

GIURISPRUDENZA

/

IRAP: COMPENSI ELEVATI CORRISPOSTI A TERZI NON GIUSTIFICANO L'IMPOSIZIONE

1 minuto, Redazione , 11/09/2018

IRAP: compensi elevati corrisposti a terzi non giustificano l'imposizione

Un compenso elevato corrisposto dal contribuente ad un altro professionista non fa scattare in automatico l’imposizione IRAP, lo ha definito la Cassazione con l'ordinanza n. 21762/2018

Compensi elevati corrisposti dal contribuente ad un altro professionista non fanno scattare in automatico l’imposizione IRAP, né è di per sé sono indice della sussistenza del requisito dell'autonoma organizzazione, lo ha chiarito la Cassazione con l'ordinanza del 7 settembre 2018 n. 21762 con la quale ha accolto il ricorso di un contribuente (geometra) destinatario di tre avvisi di accertamento a fini IRAP relativi agli anni 2007, 2008 e 2009.

La sentenza impugnata aveva dedotto la sussistenza del requisito dell'autonoma organizzazione sulla base di un solo elemento, cioè l'entità dei compensi corrisposti a terzi in ciascuno degli anni oggetto di accertamento, riferiti a prestazioni estranee alle competenze professionali del geometra, ritenendo l'entità dei compensi, sia in termini assoluti (tra i 20.000,00 ed i 30.000,00 Euro annui) sia in rapporto all'entità dei ricavi dell'attività professionale (di poco superiore ai 100.000,00 Euro per ciascun anno), rappresentativa di per sé del requisito dell'autonoma organizzazione come presupposto dell'imposizione ai fini IRAP.

In tal modo la sentenza impugnata si è posta, infatti, in contrasto con la giurisprudenza della Corte di Cassazione in materia, secondo cui l'entità anche elevata di compenso corrisposto dal contribuente ad altro professionista non fa scattare automaticamente l'imposizione IRAP,né è di per sé indice della sussistenza del requisito dell'autonoma organizzazione il valore dei costi, anche nel rapporto percentuale degli stessi con i ricavi.

Infine l'essere poi i compensi oggettivamente riferiti ad attività che vanno oltre le competenze professionali proprie del geometra ha indotto la Cassazione a ritenere non necessari ulteriori accertamenti di fatto ai fini della decisione di accoglimento dell'originario ricorso del contribuente.

Ti potrebbero interessare i nostri due ebook:

  1. IRAP - Rimborsi e ricorsi (eBook 2019)
    Gli aspetti pratico-operativi per richiedere il rimborso dell'irap, giurisprudenza aggiornata a novembre, formulari, istanza rimborso e ricorso.
  2. Irap professionisti: orientamenti della Cassazione
    contenente gli orientamenti della Cassazione riguardo il tema sempre caldo dell'assoggettamento all'Irap per i professionisti. ebook in pdf di 37 pagine

Segui il Dossier Gratuito Difendersi dall'Irap: come chiedere il Rimborso Irap

Tag: GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA DIFENDERSI DALL'IRAP: COME CHIEDERE IL RIMBORSO IRAP DIFENDERSI DALL'IRAP: COME CHIEDERE IL RIMBORSO IRAP

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

GIURISPRUDENZA · 29/06/2021 Responsabilità contribuente per mancata presentazione dichiarazione dal commercialista

Dichiarazioni fiscali omesse per condotta infedele del commercialista? Il contribuente non è sanzionabile

Responsabilità contribuente per mancata presentazione dichiarazione dal commercialista

Dichiarazioni fiscali omesse per condotta infedele del commercialista? Il contribuente non è sanzionabile

Licenziamento ritorsivo e soppressione del posto di lavoro

Dichiarato illegittimo il licenziamento di una lavoratrice per GMO se è falsa l'esternalizzazione del posto - Cassazione 13871 2021

Prestazioni di servizi e Iva: fatturazione all'incasso o all'effettuazione dell'operazione

La Cassazione, tornando sul momento della fatturazione e dell’esigibilità dell’IVA nella prestazione di servizi, conferma che si sta consolidando un nuovo orientamento sul tema

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.