HOME

/

FISCO

/

REDDITI PERSONE FISICHE 2021

/

DICHIARAZIONE INTEGRATIVA SPRINT PER UTILIZZARE IL CREDITO ENTRO IL 2 LUGLIO

2 minuti, Redazione , 19/06/2018

Dichiarazione Integrativa sprint per utilizzare il credito entro il 2 luglio

Utilizzo credito da dichiarazione integrativa 2018: le regole da seguire

In caso di modello 730 o modello Redditi relativi all’anno 2016, presentato con errori la cui correzione comporti un credito, è possibile procedere all’invio della dichiarazione integrativa entro il 1° luglio e utilizzare il credito emergente dal giorno successivo. Qualora infatti si voglia utilizzare il credito risultante dalla dichiarazione integrativa, attraverso la compensazione in F24, è necessario che la dichiarazione da cui emerge il minor debito o il maggior credito, venga presentata il giorno prima rispetto a quello del suo utilizzo.

Quest’anno il tax day per pagare le imposte, a saldo del 2017 e il primo acconto 2018, è il 2 luglio, in quanto il 30 giugno cade di sabato. La dichiarazione integrativa relativa al 2016 potrà quindi essere presentata entro il 1 luglio per poter utilizzare il credito in compensazione a partire dal 2 luglio.
L’agenzia delle Entrate, in occasione di Telefisco 2018 ha infatti chiarito che «il credito derivante dalla dichiarazione integrativa a favore presentata entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno d’imposta successivo, può essere utilizzato in compensazione già a partire dal giorno successivo all’integrazione». 

Il credito emergente dall’integrativa dovrà successivamente essere reso noto nella dichiarazione relativa al 2017. Quindi nel modello redditi 2018 il credito oggetto di integrativa dovrà essere ricompreso all’interno del rigo RN36 e, se usato in compensazione attraverso il modello F24, dovrà essere riportato anche nel rigo RN37 affinché non venga utilizzato a scomputo dell’imposta dovuta per il 2017 all’interno della dichiarazione stessa.

Nel caso invece in cui l’errore corretto nel 2017 riguardi i redditi 2013 (unico 2014), c.d. “integrative ultrannuali”, il credito non dovrà essere inserito nel quadro RN bensì nel quadro DI e potrà essere utilizzato a partire dal 1 gennaio 2019.

Le strade possibili sono quindi due:

  •   il credito derivante dalla dichiarazione integrativa a favore presentata entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno d’imposta successivo può essere utilizzato in compensazione già a partire dal giorno successivo all’integrazione;
  •   il credito derivante dalla dichiarazione integrativa a favore presentata oltre detto termine (cd integrative “ultrannuali”), può essere utilizzato in compensazione per eseguire il versamento di debiti maturati a partire dal periodo d’imposta successivo a quello in cui è stata presentata l’integrativa.

Tag: DICHIARAZIONE 730/2021 DICHIARAZIONE 730/2021 REDDITI PERSONE FISICHE 2021 REDDITI PERSONE FISICHE 2021

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

IVIE - IVAFE · 22/07/2021 IVIE 2021: Imposta sul valore degli immobili all'estero

Immobili situati all'estero 2021: guida all'IVIE

IVIE 2021: Imposta sul valore degli immobili all'estero

Immobili situati all'estero 2021: guida all'IVIE

Modello redditi PF 2021: il quadro Nuovi Residenti (NR) e l'imposta sostitutiva

Regime fiscale speciale riservato alle persone fisiche che trasferiscono la propria residenza in Italia: possono optare per l'imposta sostitutiva a certe condizioni. Il quadro NR

Soggetti Isa e versamento imposte: rateizzazione e calcolo interessi dopo la proroga

I contribuenti Isa che hanno optato per la rateizzazione delle imposte, dovranno ricalcolare gli interessi per i pagamenti delle rate successive al 15 settembre 2021

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.