HOME

/

FISCO

/

NUOVA IMU 2022

/

COME VERIFICARE SE IL COMUNE HA GONFIATO IL CALCOLO DELLA TARI

1 minuto, Redazione , 27/11/2017

Come verificare se il Comune ha gonfiato il calcolo della TARI

In attesa dell’elenco dei Comuni che hanno erroneamente calcolato la TARI, vediamo come capire se l’importo della tassa sui rifiuti è gonfiato dal dettaglio immobili dell’avviso di pagamento

Fino a quando non verrà pubblicato l’elenco dei Comuni che erroneamente hanno calcolato l’importo della TARI, il contribuente potrà verificare l’eventuale gonfiatura dell’importo visionando l’avviso di pagamento (dal 2014), nella parte relativa al dettaglio immobili e degli importi da pagare, vediamo come con un esempio di avviso di pagamento.

Si ricorda che, come riportato nell'informativa contenuta negli avvisi di pagamento inviati, in caso di utenze domestiche la tariffa variabile va calcolata una sola volta per l'immobile principale (abitazione) e le sue pertinenze.

Pertanto, nel caso in cui sull'avviso di pagamento saldo TARI l'importo della tariffa variabile sia indicato anche per immobili che sono pertinenze dell'abitazione  occorrerà procedere alla richiesta di rimborso.

Ecco un esempio:

Abitazione di 100 mq con garage di 10 mq con famiglia di due componenti.
quota fissa 1,28 x mq
quota variabile 121,58 euro

  Immobili Quota fissa Quota variabile Totale
CALCOLO CORRETTO Abitazione 128,00 euro
(1,28 *100 mq)
121,58 euro 249,58 euro
Garage 12,80 euro
(1,28*10 mq)
  12,80 euro
Alla tassa così calcolata si applica inoltre il 4% per il tributo provinciale
(il tributo è determinato dalla Provincia in misura non inferiore all'1 per cento né superiore al 5 per cento delle tariffe della tassa sui rifiuti)
10,49 euro
      272,87 euro
 
CALCOLO ERRATO Immobili Quota fissa Quota variabile Totale
Abitazione 128,00 euro
(1,28 *100 mq)
121,58 euro 249,58 euro
Garage 12,80 euro
(1,28*10 mq)
121,58 euro 134,38 euro
Alla tassa così calcolata si applica inoltre il 4% per il tributo provinciale
(il tributo è determinato dalla Provincia in misura non inferiore all'1 per cento né superiore al 5 per cento delle tariffe della tassa sui rifiuti)
15,35 euro
      399,31 euro

Quanto al rimborso richiedibile dal contribuente, ricordiamo che:

  • potrà essere richiesto solo riguardo alle annualità a partire dal 2014;
  • non potrà essere richiesto per importi che il contribuente abbia versato prima del 2014 a titolo di TARSU;
  • non potrà essere richiesto se i Comuni abbiano adottato (al posto della TARI) la TARIP.

L'istanza di rimborso dovrà essere proposta entro il termine di 5 anni dal giorno del versamento.

Tag: NUOVA IMU 2022 NUOVA IMU 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

Luca - 02/12/2017

Nel mio caso (ma credo di tanti altri) non si riesce a verificare perché il dettaglio non è così analitico come nell'esempio. Speriamo esca la lista dei comuni.

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

NUOVA IMU 2022 · 03/10/2022 Credito d'imposta IMU Turismo: tutte le istruzioni operative

Le Entrate hanno pubblicato tutte le regole per il credito IMU del comparto turistico: le domande dal 28 settembre al 28 febbraio. Pronto anche il codice tributo

Credito d'imposta IMU Turismo: tutte le istruzioni operative

Le Entrate hanno pubblicato tutte le regole per il credito IMU del comparto turistico: le domande dal 28 settembre al 28 febbraio. Pronto anche il codice tributo

TARI hotel stagionali: quando spetta la riduzione

La cassazione ribadisce le condizioni di spettanza della TARI ridotta per le attività stagionali

Nuova Dichiarazione IMU 2022: le novità del modello e le esenzioni

Entro il 31 dicembre 2022 va presentata la dichiarazione IMU 2022. Le novità del nuovo modello IMU / IMPi

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.