168x126 ultim'ora

Rassegna stampa Pubblicato il 05/10/2017

Proroga spesometro 2017: scadenza al 16 ottobre

Ufficiale il comunicato MEF con la scadenza della comunicazione delle fatture al 16 ottobre. Dubbi sulle sanzioni sollevati dal CNDCEC

A ridosso della scadenza, è finalmente arrivata la tanto agognata proroga al 16 ottobre 2017 per la comunicazione delle fatture del primo semestre 2017. Il comunicato del MEF (qui allegato) è arrivato nella serata di ieri, a poche ore dal termine previsto per l'invio dei dati.

Ecco il testo: "Viene posticipato al 16 ottobre 2017 il termine per effettuare la comunicazione all’Agenzia delle Entrate dei dati delle fatture emesse e ricevute relative al primo semestre del 2017. La proroga è  prevista da un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM), su proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan, che oggi ha firmato il provvedimento."

Il termine inizialmente previsto per questo adempimento era il 28 settembre, prorogato al 5 ottobre con un comunicato del Direttore dell'Agenzia delle Entrate. Tra le proteste dei professionisti, i chiarimenti tramite FAQ pubblicati a ridosso della scadenza e il blocco di più giorni del servizio Web "Fatture e Corrispettivi" per la trasmissione dei dati, la proroga si era resa necessaria.

Ancora dubbi rimangono aperti sulla questione delle sanzioni. Con un comunicato il CNDCEC sottolinea come "resta ancora del tutto irrisolto il nodo delle sanzioni, tema sul quale il Governo continua a non esprimersi ufficialmente. Non sappiamo ancora se questo adempimento sarà alla fine considerato sperimentale e quindi se le sanzioni saranno effettivamente sospese, senza se e senza ma, come chiediamo da settimane.”.

Vista l'ulteriore proroga al 16 ottobre, acquista il Software Nuovo Spesometro 2017 - GB Software Dati Fatture la nuova applicazione “Invio Dati Fatture emesse e ricevute” per adempiere agli obblighi del c.d. Nuovo Spesometro 2017

Segui gratuitamente il Dossier dedicato allo Spesometro 2017 con aggiornamenti, approfondimenti e news.
Ti potrebbero interessare:

Fonte: Fisco e Tasse



Commenti

Tanti problemi però, rimangono ancora.

Commento di Maurizio (11:52 del 05/10/2017)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)