HOME

/

FISCO

/

NUOVA IMU 2022

/

IMU E TASI 2019: COSA FARE SE SI CAMBIA LA RESIDENZA IN CORSO D'ANNO

1 minuto, Redazione , 06/06/2019

IMU e TASI 2019: cosa fare se si cambia la residenza in corso d'anno

Cambio di residenza 2019 ecco come fare con IMU e TASI

Lunedì 17 giugno 2019 scade il termine per il pagamento del primo acconto dell'IMU e TASI 2019. Un caso particolare, ma piuttosto comune, riguarda l'ipotesi del cambio di residenza in corso d'anno. In applicazione del principio generale che stabilisce che l’imposta sia dovuta su base mensile, nel caso in cui il proprietario trasferisca la propria residenza nel corso dell’anno in un altro immobile, l’obbligo di pagamento, ovvero l’esenzione, debbono essere rapportati rispettivamente ai mesi nei quali sono presenti i requisiti che servono a definire l’abitazione principale ossia, la contemporanea presenza di residenza anagrafica e effettivo utilizzo dell’immobile.

Se invece tra la vendita della vecchia abitazione e il trasferimento nella nuova è intercorso un periodo di tempo nel quale il nuovo immobile è rimasto a disposizione, vale a dire non abitato, ad esempio per l’esigenza di effettuare lavori di ristrutturazione, per questi mesi sarà obbligatorio il pagamento dell’IMU con l’aliquota prevista per le seconde case da parte del proprio Comune. Solo dal momento dell’utilizzo effettivo, accompagnato ovviamente dal cambio di residenza, sarà possibile l’esenzione.

Vediamo di seguito due esempi:
1 - Abitazione acquistata il 12 gennaio come prima casa.

Lavori di ristrutturazione in corso e trasferimento di residenza dal 20 aprile.

Il proprietario pagherà

  • IMU e TASI per i primi quattro mesi dell’anno
  • avrà l’esenzione dalle imposte da maggio in poi.
     

2 - Prima casa abitata dal proprietario per il periodo gennaio-febbraio.

A marzo trasferimento in altre regione per motivi di lavoro.Sull’immobile niente IMU e TASI per i primi due mesi dell’anno ma sono dovute entrambe le imposte da marzo in poi. 

Attenzione
In caso di cambio di residenza ai fini delle imposte si deve far riferimento alla data di presentazione della domanda. I caso di esito positivo dell’accertamento da parte dei vigili urbani, infatti, la data di decorrenza dell’iscrizione anagrafica sarà quella in cui è stata presentata la richiesta allo sportello comunale.

Ti potrebbero interessare gli  eBook: 

e il foglio di calcolo in excel:

Tag: NUOVA IMU 2022 NUOVA IMU 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

antonio - 10/03/2020

Sinceramente non è che abbia capito granchè...ho comprato una casa nello stesso comune e ci siamo andati ad abitare mantenendo l'altra nello stesso comune per affittarla , dopo circa 8 mesi la stiamo ristrutturando e avendo un bambino piccolo siamo momentaneamente tornati nella prima casa perchè i lavori più pesanti sono troppo pericolosi a livello ambientale...lì però ci staremo per 2 mesi...non è un semplice cambio di domicilio ???perchè dovrei pagare la residenza?? se vado in vacanza 4 mesi nella seconda casa al mare mica faccio il cambio di residenza...

Sonia - 27/01/2020

Salve Dovrei fare un cambio residenza non una casa di mia proprietà. Ho pagato l'Imu a dicembre 2019. Se faccio residenza ora devo pagare l'Imu 2020 per tutto l'anno?

franco - 10/05/2019

Ho ereditato un appartamento dove intendo spostare la residenza e il domicilio, per rimanendo proprietario di un altro appartamento, i due appartamenti sono ubicati nelle stesso stabile cosa devo fare.

fernando - 19/06/2018

ho acquistato un alloggio, come prima casa, in data 28 gennaio 2017. il vecchio proprietario su mio permesso ha mantenuto il possesso fino due giorni fà. domani cambierò la residenza. devo pagare imu e tasi fino a 2 giorni fà?

Giuseppe Romano - 21/12/2017

Una informazione...in data 10 luglio 2012 ho venduto la mia prima casa. La prima rata imu è stata correttamente pagata entro il 16 giugno. Ora il comune mi chiede il pagamento della intera seconda rata più gli interessi di mora. Ma io ho avuto il possesso per meno di un mese ovvero dal 16 giugno fino al 10 luglio (data della vendita). Posso fare ricorso? Cordiali saluti Giuseppe Romano

Fabio Bellina - 07/06/2017

Grazie per la spiegazioni. Mi trovo giusto in questa situazione: casa acquistata a febbraio, adesso in ristrutturazione, e richiesta di residenza probabilmente i primi di agosto. In questo caso come calcolo l'acconto poiché non so al momento quantificare i mesi in cui dovrò pagare l'IMU come seconda casa? Può essere conveniente pagare tutto a saldo?

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

NUOVA IMU 2022 · 19/05/2022 IMU Fabbricati non accatastati: dal MEF i coefficienti per il calcolo dell'imposta

Pubblicato il Decreto MEF con i coefficienti attualizzati per il calcolo IMU per i fabbricati D

IMU Fabbricati non accatastati: dal MEF i coefficienti per il calcolo dell'imposta

Pubblicato il Decreto MEF con i coefficienti attualizzati per il calcolo IMU per i fabbricati D

Esenzione IMU coniugi con doppia residenza: vale solo dal 2022

Il MEF fornisce chiarimenti sulla esenzione IMU per i coniugi con doppia residenza. L'orientamento giurisprudenziale della Cassazione che esclude l'esenzione vale fino al 2021

Esenzione IMU immobili inagibili nei comuni colpiti dal sisma 2012

Proroga esenzione Imu 2022, per gli immobili inagibili ubicati nei comuni colpiti dal sisma del 2012 delle regioni Emilia Romagna, Lombardia e Veneto; lo prevede il Sostegni ter

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.