HOME

/

FISCO

/

LEGGE DI BILANCIO 2022

/

REGIME DI CASSA 2017: COME EVITARE DUPLICAZIONI D’IMPOSTA

1 minuto, Redazione , 24/04/2017

Regime di cassa 2017: come evitare duplicazioni d’imposta

Passaggio al regime per cassa 2017: ecco come evitare duplicazioni o salti d'imposta

Con la Circolare 11/E del 13 aprile 2017 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sul regime di cassa per le imprese di dimensioni minori. In particolare, il comma 19 dell’articolo 1 della legge di bilancio 2017 mira ad evitare che il passaggio da un regime di competenza a un regime ispirato alla cassa possa determinare anomalie in termini di doppia tassazione/deduzione ovvero nessuna tassazione/deduzione di alcuni componenti di reddito. La disposizione è applicabile

  • in occasione del passaggio da un regime di determinazione del reddito secondo le regole di competenza ad uno “improntato” alla cassa
  • a regime cioè tutte le volte in cui le imprese transitano dal regime di contabilità semplificata al regime di contabilità ordinaria e viceversa.

In particolare, è stato previsto che “i ricavi, i compensi e le spese che hanno già concorso alla formazione del reddito, in base alle regole del regime di determinazione del reddito d’impresa adottato, non assumono rilevanza nella determinazione del reddito degli anni successivi”. Come chiarito nel documento di prassi, se un componente reddituale ha concorso alla determinazione del reddito in applicazione delle regole previste dal regime di “provenienza”, lo stesso non concorrerà alla formazione del reddito dei periodi di imposta successivi, ancorché si siano verificati i presupposti di imponibilità/ deducibilità previsti dal regime di “destinazione”.
Esemplificando

  • ricavi di vendita di beni consegnati nel 2016,
  • corrispettivo incassato nel 2017,
  • correttamente, a norma dell’articolo 109, comma 2, del TUIR, hanno concorso alla determinazione del reddito del periodo di imposta 2016, non costituiranno ricavi imponibili nel 2017.

Analogamente, l’acquisto di beni di consumo, la cui consegna è avvenuta nel 2016 e il pagamento nel 2017, ha dato luogo a un costo deducibile nel 2016, quindi, non potrà essere dedotto nel 2017. Allo stesso modo, i componenti reddituali che non abbiano concorso alla determinazione del reddito in applicazione delle regole previste dal regime di “provenienza” concorreranno alla formazione del reddito dei periodi di imposta successivi ancorché non si siano verificati i presupposti di imponibilità/ deducibilità previsti dal regime di “destinazione”.

Aggiornati velocemente con i nostri videocorsi: La nuova contabilità semplificata per cassa:Videocorso

inoltre ti potrebbe interessare il nostro ebook di recente pubblicazione La nuova contabilità per cassa per le imprese minori che offre un quadro completo sul nuovo regime di cassa per le imprese in semplificata e un'analisi dei vantaggi e delle complicazioni che possono sorgere.

Tag: REGIMI CONTABILI REGIMI CONTABILI LEGGE DI BILANCIO 2022 LEGGE DI BILANCIO 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA BUSTA PAGA 2021 · 17/01/2022 Assegno unico e riforma fiscale in busta paga: ecco chi ci perde

Gli effetti pratici della riforma fiscale e dell'assegno unico in arrivo a Marzo 2022, in una interessante circolare dei Consulenti del lavoro .

Assegno unico e riforma fiscale in busta paga: ecco chi ci perde

Gli effetti pratici della riforma fiscale e dell'assegno unico in arrivo a Marzo 2022, in una interessante circolare dei Consulenti del lavoro .

Bollette luce e gas: la legge di Bilancio 2022 prevede riduzioni

Le legge di Bilancio 2022 interviene per contenere gli aumenti dei prezzi nel settore elettrico e del gas naturale nel primo trimestre 2022.

Il patent box dopo il Decreto Fisco Lavoro e la Legge di Bilancio 2022

Patent box: come cambia e a chi è rivolto. Una sintesi delle novità previste dal Decreto Fisco lavoro modificate ulteriormente dalla Legge di Bilancio 2022

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.