Rassegna stampa Pubblicato il 25/10/2016

Disposizioni urgenti in materia fiscale 2017: pubblicato il Decreto legge

168x126 ultim'ora

Sulla Gazzetta Ufficiale di ieri il decreto legge che sopprime Equitalia,disciplina le nuove dichiarazioni integrative, e riapre la voluntary disclosure 2017

Sulla Gazzetta Ufficiale di ieri, lunedì 24 ottobre 2016, è stato pubblicato il Decreto Legge n. 193 recante "Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili."

Numerose le novità contenute nell'atteso decreto, dalla soppressione di Equitalia, alle nuove dichiarazioni integrative e alla riapertura della Voluntary.  Le principali notizie riguardano:

  • soppressione di Equitalia: a decorrere dal 1° luglio 2017 le societa' del Gruppo Equitalia sono sciolte e le stesse sono cancellate d'ufficio dal registro delle imprese ed estinte.  Al fine di garantire la continuita' e la funzionalita' delle attivita' di riscossione, e' istituito un ente pubblico economico, denominato «Agenzia delle entrate-Riscossione» sottoposto all'indirizzo e alla vigilanza del Ministro dell'economia e delle finanze. L'ente subentra, a titolo universale, nei rapporti giuridici attivi e passivi, anche processuali, delle societa' del Gruppo Equitalia.
  • Potenziamento della riscossione: Dal 1° gennaio 2017, l'Agenzia delle entrate puo' utilizzare le banche dati e le informazioni alle quali e' autorizzata ad accedere sulla base di specifiche disposizioni di legge, anche ai fini dell'esercizio delle funzioni relative alla riscossione nazionale.
  • Disposizioni recanti misure per il recupero dell'evasione: In riferimento alle operazioni rilevanti ai fini dell'imposta sul valore aggiunto effettuate, i soggetti passivi trasmettono telematicamente all'Agenzia delle entrate, entro l'ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre, i dati di tutte le fatture emesse nel trimestre di riferimento, e di quelle ricevute e registrate, ivi comprese le bollette doganali, nonche' i dati delle relative variazioni. La comunicazione relativa all'ultimo trimestre e' effettuata entro l'ultimo giorno del mese di febbraio.
  • Dichiarazione integrativa a favore: le dichiarazioni dei redditi, dell'imposta regionale sulle attivita' produttive e dei sostituti d'imposta possono essere integrate per correggere errori od omissioni, compresi quelli che abbiano determinato l'indicazione di un maggiore o di un minore reddito o, comunque, di un maggiore o di
    un minore debito d'imposta ovvero di un maggiore o di un minore credito, mediante successiva dichiarazione da presentare, secondo le disposizioni di  cui  all'articolo 3, utilizzando modelli conformi a quelli approvati per il periodo d'imposta.
  • Riapertura della voluntary disclosure: sino al 31 luglio 2017 e' possibile avvalersi della procedura di collaborazione volontaria .
  • Rifinanziamento Fondo PMI e misure per la promozione e lo sviluppo dell'agroalimentare.

Scarica il testo del decreto legge 193 del 22 ottobre 2016.
Segui il Dossier gratuito dedicato alla Legge di stabilità 2017 con tanti aggiornamenti, approfondimenti e notizie!

Fonte: Fisco e Tasse




Prodotti per Legge di bilancio 2020, Riforme del Governo Renzi 2017, Voluntary Disclosure 2018

14,33 € + IVA
12,90 € + IVA
 
4,90 € + IVA

Commenti

Il nuovo spesometro trimestrale, nella formulazione provvisoria, prevede la comunicazione di ogni fattura emessa e ricevuta con l'indicazione, tra l'altro, del tipo di operazione (!?) e di data e NUMERO della fattura stessa. Ora, a prescindere dal fatto che nei nella legge dell'iva NON E' PREVISTA la registrazione del numero della fattura, stiamo assistendo alla nascita di un ennesimo adempimento bizantino, o meglio, italiano. Oltretutto, molte fatture riportano numerazioni di non immediata comprensione, con lettere, barre, numeri lunghissimi. E, badate bene, OGNI FATTURA comunicata errata costa 25 EURO. Bontà loro, sopprimono l'intrastat acquisti e la black list. Mah, staremo a vedere. Tempi bui.

Commento di dawnraptor (12:00 del 25/10/2016)

Non ho parole: alla faccia della semplificazione!

Commento di u.nives (10:26 del 02/11/2016)

aumento degli adempimenti da parte di tutti gli impiegati che dovranno sobbarcarsi un'onere enorme. Gli evasori sono una scusa per colpire tutti quelli che faticano per vivere. Ma che problema c'è? Per il governo siamo tutti evasori... tutti, nessuno escluso.

Commento di Maurizio (18:26 del 13/11/2016)

leggo che qualcuno ha scritto che per le fatture sbagliate si pagherà una multa a fattura. Da un po' di anni ormai so che il governo e gli uffici fiscali non accettano più un semplice errore: errore di svista ma pur sempre un'errore. Se sbagliano loro è giustificabile, ma se sbagliano i cittadini, in qualunque caso sono reati. Questo mondo non è mai stato un mondo libero: si nasce, si vive e si muore in una schiavità perenne dove chi comanda ha il bastone e il potere mentre i comandati non hanno alcun diritto. E non si può cambiare l'ordine costitutio, chi si ribella muore.

Commento di Maurizio (18:37 del 13/11/2016)

non bastera nemmeno fare gli spesometri trimestrali. Arriveremo a quelli mensili, poi settimanali ed infine giornalieri. ma non basterà ancora. Faranno morire migliaia di persone ma loro ci godono a massacrare le persone per bene perchè si devono favorire per il potere eterno a costo di sterminare questo modno. Poi ci sostituiranno con le macchine che non si fermano mai così sarà ancora peggio. E non sarà ancora finita, ma ancora il principio.

Commento di Maurizio (18:42 del 13/11/2016)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)