IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 15/06/2016

Imbullonati: quando si dichiarano i pannelli fotovoltaici

Tempo di lettura: 1 minuto

Per gli immobili censibili nelle categorie dei Gruppi D e E va rideterminata la rendita catastale se le installazioni fotovoltaiche pertinenziali incrementano il valore del 15%, entro oggi 15 giugno la variazione

Commenta Stampa

Sul corretto trattamento degli impianti fotovoltaici sui cd. “imbullonati”, l’Agenzia delle Entrate è intervenute più volte nel corso del 2016, prima a febbraio con la Circolare 2/E poi a giugno con la Circolare 27/E. La legge di Stabilità 2016 (L. 208/2015) al comma 22 dell’art.1 prevede la possibilità per gli immobili censibili nelle categorie dei Gruppi D e E a destinazione speciale e particolare (cioè i cd, imbullonati) di presentare atti di aggiornamento (con la procedura Docfa) per rideterminare la rendita catastale escludendo dalla stima “macchinari, congegni, attrezzature ed altri impianti, funzionali allo specifico processo produttivo”.

I principali chiarimenti forniti sono:

  1. È stato precisato che tra gli elementi da escludere dalla stima rientrano gli inverter e i pannelli fotovoltaici, ad eccezione di quelli integrati nella struttura e costituenti copertura o pareti di costruzioni.
  2. È possibile presentare atti di aggiornamento per rideterminare la rendita catastale degli immobili già censiti, entro il 15 giugno con effetto retroattivo:
    • per gli impianti fotovoltaici autonomamente censiti in catasto nella categoria D/1 – Opifici,
    • per gli impianti fotovoltaici costituenti pertinenza di unità immobiliari a destinazione diversa comunque censite nelle categorie dei Gruppi D e E.
  3. Ai sensi dell’art. 1, comma 21, della legge di Stabilità 2016 dal 1° gennaio 2016, per gli impianti fotovoltaici dichiarati autonomamente in catasto, vanno considerate, tra le componenti immobiliari oggetto di stima:
    • il suolo (quando trattasi di impianti a terra),
    • l’elemento strutturale (solaio, copertura) su cui sono ancorati i pannelli fotovoltaici (quando trattasi di impianti realizzati su costruzioni),
    • gli eventuali locali tecnici che ospitano i sistemi di controllo e trasformazione,
    • le sistemazioni varie, quali eventuali recinzioni, platee di fondazione, viabilità, ecc., posti all’interno del perimetro dell’unità immobiliare.
  4. Per le installazioni fotovoltaiche realizzate su edifici e su aree di pertinenza di fabbricati/unità immobiliari non sussiste l’obbligo di accatastamento come unità immobiliari autonome, in quanto sono assimilate agli impianti pertinenziali. Tuttavia se sono pertinenze degli “imbullonati” dal 1° gennaio 2016 deve essere rideterminata la rendita dell’unità immobiliare di cui risulta pertinenza, se ne incrementa il valore capitale del 15%.

Fonte: Agenzia delle Entrate


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Calcolo IRES e IRAP 2021 - Redditi Società di Capitali
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,90 € + IVA fino al 2021-03-31
Quadro RG e Irap 2021 ditte individuali in semplificata
In PROMOZIONE a 17,90 € + IVA invece di 18,90 € + IVA fino al 2021-03-31
Elementi contabili ISA 2021 (Excel)
In PROMOZIONE a 18,90 € + IVA invece di 19,90 € + IVA fino al 2021-03-31
Impairment test OIC 9 - perdite durevoli (Excel)
In PROMOZIONE a 49,90 € + IVA invece di 57,30 € + IVA fino al 2021-03-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE