IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 10/06/2016

Rientro dei cervelli: in G.U. il decreto

Tempo di lettura: 1 minuto

Pubblicato il decreto per il rientro dei cervelli che regolamenta l' agevolazione fiscale quinquennale per i cd. lavoratori impatriati

Commenta Stampa

E' stato pubblicato nella G.U. 8 giugno 2016, n. 132,  il  Decreto ministeriale del Ministero dell'economia e delle finanze,  26 maggio 2016 che  individua il regime speciale per lavoratori impatriati, in attuazione dell'articolo 16 del d. lgs. 14 settembre 2015, n. 147.

In particolare è previsto che al reddito di lavoro dipendente prodotto in Italia da soggetti che trasferiscono la residenza nel territorio dello Stato, che concorre alla formazione del reddito complessivo del 70%, le relative agevolazioni fiscali trovino applicazione, a decorrere dall'anno 2016, per il periodo d'imposta del predetto trasferimento e per i successivi quattro, al verificarsi delle seguenti condizioni (art. 16, co. 1, D.Lgs. n. 147/2015):

  • i lavoratori non sono stati residenti in Italia nei cinque periodi di imposta precedenti il predetto trasferimento e si impegnano a permanere in Italia per almeno due anni;
  •  l'attività lavorativa è svolta presso un'impresa residente nel territorio dello Stato in forza di un rapporto di lavoro instaurato con questa o con società che direttamente o indirettamente controllano la medesima impresa, ne sono controllate o sono controllate dalla stessa società che controlla l'impresa;
  •  l'attività lavorativa è prestata nel territorio italiano per un periodo superiore a 183 giorni nell'arco di ciascun periodo d'imposta;
  •  i lavoratori svolgono funzioni direttive e/o sono in possesso dei requisiti di elevata qualificazione o specializzazione (D.Lgs. nn. 108/2012 e 206/2007).

Sono altresì destinatari  anche i cittadini dell'Unione europea che hanno svolto continuativamente:

  •  un'attività di lavoro dipendente, di lavoro autonomo o di impresa fuori dall'Italia negli ultimi ventiquattro mesi o più e in possesso di un titolo di laurea;
  •  un'attività di studio fuori dall'Italia negli ultimi ventiquattro mesi o più, conseguendo un titolo di laurea o una specializzazione post lauream.

La fruizione dei benefici in esame è incompatibile con la contemporanea fruizione degli incentivi fiscali per il rientro in Italia di ricercatori residenti all'estero (art. 44, D.L. n. 78/2010).

Fonte: Gazzetta Ufficiale


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Il Metodo dei Multipli 2021 - GIAPPONE
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - USA
Scaricalo a 15,90 € + IVA
Il Metodo dei Multipli 2021 - GLOBALE
Scaricalo a 15,90 € + IVA

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE